Pilar Llop: “Nel PP ci sono seri problemi di leadership”

La ministra Pilar Llop

MADRID – Dopo la sorpresa iniziale, la reazione non si è fatta attendere. Ad esprimere il malessere del Governo e ad invitare il leader del Partito Popolare, Alberto Nuñez Feijóo, a richiamare all’ordine la Presidente della “Comunidad de Madrid” è stata la ministra della Giustizia, Pilar LLop.

– È importante che nel maggiore partito d’opposizione ci sia una leadership e che questa sappia metter ordine nel partito – ha detto la ministra -. Non è possibile, è realmente impresentabile, che la presidente della “Comunidad” di Madrid si manifestati contro l’Europa e le politiche europee. È evidente – ha ricalcato – che ci sono seri problemi di leadership in seno al Partito Popolare.

Nell’occhio dell’uragano le politiche orientate ad un maggior risparmio energetico. Nei giorni scorsi, in Consiglio dei ministri, è stato approvato un “piano di risparmio energetico” per far fronte ad un sempre più probabile stop delle forniture di gas russo. In passato, il rischio che Putin potesse tagliare le forniture di gas o addirittura azzerarle non lo si prendeva neanche in considerazione. Si sarebbe ritenuta un’ipotesi da romanzo di fantascienza. Oggi è diventato un pericolo reale. È per questo che sui provvedimenti presentati dal Governo Sánchez nessuno aveva avuto nulla da ridire. Solo alcuni settori dell’economia hanno ritenuto eccessive le asticelle poste al livello del riscaldamento e del raffreddamento dei locali commerciali in inverno e in estate.

La ribellione ai provvedimenti del governo, in linea con le disposizioni dell’Unione Europea, è venuta dalla presidente della “Comunidad” di Madrid, Isabel Díaz Ayuso.

“Madrid non si spegne” ha detto con il suo consueto tono polemico. È stata una vera e propria dichiarazione di guerra, che ha preso tutti di “contropiede”. Anche al Partito Popolare che, dopo le polemiche del passato, si avviava a vivere un’estate tranquilla. E la minaccia di fare ricorso ai Tribunali potrebbe rompere i delicati equilibri che, in seno ai popolari, Nuñez Feijóo è riuscito a ricostruire dopo la traumatica uscita di scena di Pablo Casado.

Redazione Madrid