Archivio | Divulgando

Tags: , , ,

Siempre podemos reconstruir a Venezuela

Pubblicato il 14 giugno 2017 da José Luis Pérez Quintero

En el crepúsculo aparentemente interminable en el cual se encuentra el país hoy en día es probable que muchos sientan que no hay nada que hacer, que cuanto queda es huir o aceptar el más funesto destino que puede imaginar una sociedad democrática: la pérdida de la Libertad, pero todavía quedan opciones

Commenti (0)

La importancia de la forma en el ejercicio periodístico

Pubblicato il 07 febbraio 2017 da José Luis Pérez Quintero

Un periodista que escribe incorrectamente insulta a su audiencia, a los colegios, a las universidades, a su profesión y al medio en el cual trabaja

Commenti (0)

Formemos pensadores

Pubblicato il 03 gennaio 2017 da José Luis Pérez Quintero

Cuando el criterio de logro de las instituciones educativas no es que el estudiante aprenda, sino que tenga una experiencia agradable que le permita egresar, el estudiante deja de ser estudiante y se convierte en un cliente

Commenti (0)

Universidades: industrias de togas y birretes

Pubblicato il 01 novembre 2016 da José Luis Pérez Quintero

Este artículo reseña los resultados del estudio Agencia científica web de las instituciones universitarias venezolanas e invita a la participación la iniciativa La Ciencia dentro del cine de ficción, organizada por el Centro de Investigación de la Comunicación de la Universidad Católica Andrés Bello

Commenti (0)

Necesitamos más progreso, no más torres de papel

Pubblicato il 19 settembre 2016 da José Luis Pérez Quintero

Si bien la Teoría de la Difusión de Innovaciones buscaba colaborar con el progreso de las sociedades menos favorecidas, no logró su cometido: intereses políticos y económicos privaron sobre el beneficio social

Commenti (0)

Todos somos prejuiciosos en alguna medida

Pubblicato il 08 agosto 2016 da José Luis Pérez Quintero

La percepción de la realidad, conocida o desconocida, está mediada por la cultura a la cual se pertenece. No es necesario conocer algo para hacerse una imagen de cómo es, y en ese sentido, nadie está libre de prejuicios

Commenti (0)

Una historia más sobre lo cotidiano: el agua potable

Pubblicato il 04 luglio 2016 da José Luis Pérez Quintero

Disfrute entonces su bebida favorita, su vinito, su cerveza o lo que más prefiera, pero sepa que viene acompañada con una pizca de ciencia y que sin duda pronto llegará más condimentado

Commenti (0)

“No todo lo que brilla es oro”, ¿o sí?

Pubblicato il 20 giugno 2016 da José Luis Pérez Quintero

No siempre la tradición o la cultura popular tienen la respuesta a los problemas o a las inquietudes humanas, pese al famoso refrán del gato que perdió su vida por ser curioso. A primera escucha, quizás piense que esa frase es una amenaza, que el conocimiento lo llevará irremediablemente a la perdición, pero hay otras […]

Commenti (0)

Ultima ora

14:40Calcio:Montella,voci su proprietà?Abituati a essere bersagli

(ANSA) - MILANO, 22 NOV - Vincenzo Montella risponde con una battuta agli attacchi sulla proprietà cinese da parte di New York Times e Marca: "Faccio fatica - sdrammatizza l'allenatore del Milan - a leggere la stampa italiana, figurarsi quella estera. Siamo bersagliati e abituati a questo, come sulle voci sulla mia panchina in bilico. Probabilmente perderemo il nostro comfort quando queste voci non si saranno più". E a chi gli chiede, durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida di Europa League contro l'Austria Vienna, se intravede analogie con le difficoltà registrate nella passata stagione per isolare il gruppo dalle voci, Montella risponde di no: "Sono situazioni diverse, ma vedo la squadra coesa nello stesso modo. La gestione del gruppo oggi è più semplice".

14:31Femminicidio:Sos Stalking,84 casi da gennaio,1 ogni 3 giorni

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Nel 2016 in Italia sono state uccise 115 donne, prevalentemente per mano del marito, del compagno o dell'ex. Il 2015 ha visto 120 vittime, 117 donne sono state uccise nel 2014 e ben 138 nel 2013. Lo riferisce SOS Stalking: da gennaio a oggi le donne che hanno perso la vita sono 84, contro le 88 a novembre 2016 e le 87 a settembre 2015. Di queste 84, due erano incinte e i rispettivi feti, di 5 e 6 mesi, sono morti insieme alle madri. L'elenco per regioni indica in Lombardia il numero più alto di donne assassinate, 11, seguita da Veneto, Emilia Romagna e Campania (8), Sardegna (7), Toscana, Piemonte e Sicilia (6), Lazio e Puglia (5), Abruzzo (4), Liguria (3), Trentino, Friuli e Calabria (2) e Marche (1). Ci sono poi le vittime secondarie, bambini o ragazzi che, in seguito al delitto, rimangono orfani di madre o, in caso di omicidio-suicidio, di entrambi i genitori: in questi 11 mesi ce nel sono stati 60, età media fra 5 e 14 anni.

14:28Berlusconi: conclusa udienza a Strasburgo

(ANSA) - STRASBURGO, 22 NOV - Si è conclusa alla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo l'udienza sul ricorso presentato da Silvio Berlusconi contro la decadenza del suo mandato di senatore e la sua ineleggibilità, sancite in base alla legge Severino. La seduta è stata tolta dalla presidente della Corte Angelika Nussberger dopo poco più di due ore dall'inizio. La Corte si è quindi riunita in camera di consiglio, ma una decisione è attesa non prima di diversi mesi, come consuetudine della Corte.

14:25Renzi, Fca rispetti impegni su investimenti e lavoro

(ANSA) - MINTURNO (LATINA), 22 NOV - "La questione occupazionale è una questione enorme, noi siamo al fianco di chi chiede a Fca di rispettare gli impegni che ha preso. Come Pd e come Governo , abbiamo qui il ministro Delrio, chiediamo di rispettare gli impegni e investire da Melfi, a Pomigliano e Cassino. Sono fiducioso che Marchionne e Fca manterranno gli impegni presi". Lo afferma Matteo Renzi, rispondendo a una domanda sulla crisi di Cassino durante la visita a Minturno.

14:24Difesa Cav, Senato anfiteatro gladiatori, non giustizia

(ANSA) - STRASBURGO, 22 NOV - Per il legale di Silvio Berlusconi Edward Fitzgerald nel caso del Cavaliere "la legge Severino è stata applicata a fatti contestati per gli anni 1995-1998, quindici prima che la legge fosse adottata". Berlusconi, ha aggiunto davanti alla Corte di Strasburgo, "è stato privato del suo seggio con un voto in un Senato composto a maggioranza da suoi avversari: non era giustizia ma ma un anfiteatro romano in cui una maggioranza di pollice versi o pollici in alto decidono se uno va su o giù".

14:23Renzi, vogliamo governare con nostra coalizione, non con Cav

(ANSA) - MINTURNO (LATINA), 22 NOV - "Noi vogliamo andare al governo con la nostra coalizione: Berlusconi è il leader del partito di opposizione, che non ha mai votato la fiducia ai nostri governi". Lo chiarisce Matteo Renzi, a bordo del treno che lo porterà nel basso Lazio e in Campania, rispondendo sull'ipotesi di un governo di larghe intese. "Io eviterei salti tripli, che nemmeno Carl Lewis... Ora stiamo lavorando alla squadra da mettere in campo, la coalizione. Poi al programma e ai candidati per vincere ovunque. Noi vogliamo vincere le elezioni. Fi ha la metà dei nostri voti".

14:22Rappresentante governo a Strasurgo, rispettati diritti Cav

(ANSA) - STRASBURGO, 22 NOV - "Il governo italiano ha rispettato la Convenzione dei diritti dell'uomo, nessuna violazione può essergli attribuita". Lo ha detto il rappresentante del governo Maria Giuliana Civinini all'udienza a carico di Berlusconi alla Corte europea dei diritti dell'uomo. "Il diritto è stato scrupolosamente rispettato", ha sottolineato. La decisione della decadenza da senatore e della sua ineleggibilità "non è stata arbitraria - ha aggiunto - è arrivata al termine di una procedura che ha rispettato tutti i diritti" del Cavaliere.

Archivio Ultima ora