Archivio tag | "Calcio venezuelano"

Tags: ,

Calcio venezuelano: Mineros sogna l’accoppiata Clausura-Coppa Venezuela

Pubblicato il 01 novembre 2017 da redazione

Gioia in campo nelle fila del Mineros.

 

CARACAS – Occasione d’oro per il Mineros di mister Juan Domingo Tolisano che vuole confermare il suo ottimo momento in campionato (34 punti in 17 gare disputate) dove ha chiuso la stagione regolare al secondo posto e  ad un passo dalla capolista Deportivo Lara (36).

Stasera nello stadio Brigido Iriarte (calcio d’inizio ore 19.00) Richard Blanco e compagni proveranno a strappare il pass per la finale di Coppa Venezuela, competizione che, se vinta, spalanca le porte della Coppa Suramericana.

Avversario di turno l’Estudiantes de Caracas che per il secondo anno di fila si presenta in semifinale. L’anno scorso gli accademici arrivarono fino in finale dove furono battuti per 2-0 dallo Zulia, ma nonostante il ko parteciparono alla manifestazione continentale al posto dei lagunari che, grazie alla vittoria nel Clausura, si qualificarono per la prestigiosa Coppa Libertadores.

I tifosi del Mineros sognano la grande impresa: quella di emulare la prestazione dello Zulia che l’anno scorso riuscì nell’accoppiata Clausura-Coppa Venezuela.

Sul campo dello stadio Brigido Iriarte il Mineros si presenterà con un vantaggio di 2 gol grazie alla vittoria 2-0 ottenuta la scorsa settimana a Puerto Ordaz. Dal canto suo, l’Estudiantes spera di poter ribaltare la storia e di giocare per il secondo anno di fila la finale della Coppa Venezuela.

Nell’altra semifinale, sul campo La Carolina di Barinas, si sfideranno Zamora ed Ureña. I bianconeri si presenteranno a questa sfida con il morale alle stelle dopo aver ottenuto a sopresa la qualificazione per l’Octagonal del Torneo Clausura. Il risultato in campionato é la dimostrazione che la cura Alí Cañas é servita per far rinascere i llaneros.

“Non possiamo farci prendere dall’emozione. Dobbiamo giocare gara dopo gara ed affrontare le situazioni che si presenteranno. Contro l’Ureña dobbiamo mantenere la stessa attitudine che abbiamo mostrato fino ad ora per qualificarci per la finale”.

Sull’altra sponda c’é l’Ureña che per poter continuare a sognare dovrà vincere o pareggire con più di due gol.

I gialloverdi sono una delle soprese della Coppa Venezuela: per arrivare in semifinale ha eliminato formazioni del calibro di Deportivo Táchira, Estudiantes de Mérida e Zulia.

Il fischio d’inizio nella città di Barinas é previsto per le 19:30.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags:

Coppa Venezuela: Ureña sfida il Mineros sognando la finale

Pubblicato il 25 ottobre 2017 da redazione

Ureña,F.C.

 

CARACAS – Il calcio venezuelano ci regala sempre storie interessanti. Nelle ultime due stagioni la Coppa Venezuela ha avuto protagoniste inattese: in semifinale nel 2016 sono state Tucanes ed Estudiantes de Caracas, quest’ultimo é arrivato in finale e poi battuto 2-0 dallo Zulia. In questo 2017, le due “piccole” che si stanno ritagliando un posto nella coppa nazionale sono Ureña ed Estudiantes de Caracas, due formazioni che militano nella Segunda División.

L’Ureña ha eliminato divere big: Deportivo Táchira (globale di 2-2, qualificazione grazie ai gol in trasferta), Estudiantes de Mérida (4-2) e i campioni in carica dello Zulia (3-1).

Per i gialloverdi questo 2017 potrebbe essere un anno perfetto, si sono appena qualificati per l’esagonale promozione ed una vittoria nella coppa nazionale potrebbe spalancargli le porte di una storica qualificazione alla Coppa Suramericana.

Oggi, giocheranno in esilio (il campo dell’ Universidad Católica del Táchira non é stato omologato), nello stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal dove ospiteranno lo Zamora.

Nei precedenti l’ago della bilancia pende dalla parte dei bianconeri con un bilancio di 3 vittorie ed un pareggio. L’ultima volta che queste due formazioni si sono sfidate é stato durante il Torneo Clausura 2016, quella volta lo Zamora s’impose in trasferta con un pesante 2-7.

L’altra sfida in programma oggi é quella tra Mineros ed Estudiantes de Caracas che si disputerà sul rettangolo verde dello stadio Cachamay di Puerto Ordaz.

Tra queste due squadre c’è una netta parità con una vittoria per parte ed un pareggio. L’ultimo confronto tra queste due squadre risale al 18 settembre 2016, quel giorno l’Estudiantes vinse 1-0.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

9.Fernando Aristeguieta

Tags: , ,

Calcio venezuelano: Monagas, Estudiantes e Caracas all’Octagonal

Pubblicato il 23 ottobre 2017 da redazione

calcio

Fernando Aristeguieta.

 

CARACAS – L’Octagonal inizia a prendere forma, dopo 16 giornate, sono sei le squadre qualificate. La scorsa settimana avevano raggiunto i playoff: Deportivo Lara, Mineros e Carabobo. In questo turno di campionato si sono aggregati alla lista: Monagas, Estudiantes de Mérida e Caracas.

Domenica si giocherà l’ultima giornata del Torneo Clausura, in cui Deportivo Táchira, Metropolitanos, Deportivo La Guaira, Zamora, JBL Zulia e Portuguesa lotteranno per uno dei due tagliando che sono ancora in palio per l’Octagonal.

Il Monagas ha ottenuto la qualificazione per i playoff dopo aver battuto per 0-2 il Metropolitanos. Sul campo dello stadio Brigido Iriarte hanno lasciato il segno per i guerreros de Guarapiche: Javier García (2’) ed Anthony Blondell (69’).

Nello stadio del rione El Paraiso hanno rappresentato la nostra collettività Christian Larotonda con la maglia dei Metropolitanos. Il centrocampista di origine italiana é partito titolare ed é rimasto in campo per la tutta la partita. Mentre con la maglia del Monagas c’era Samuel Barberi che é entrato al 62’ al posto di Yohanner García.

A Mérida, l’Estudiantes ha superato per 2-0 il JBL Zulia. Le reti degli accademici portano la firma di Henry Palomino (autogol 5’) e Carlos Espinoza (75′). La formazione della denominata ‘ciudad de los caballeros’ ottiene il settimo risultato utile consecutivo, in sei di queste gare non ha subito reti. Se controlliamo la prestazione dei biancorossi hanno perso solo una gara delle ultime 12 disputate. L’unica squadra capace di batterli é stato il Mineros, 4-1 a Puerto Ordaz.

Alle falde dell’Ávila il Caracas é stato battuto per 0-2 dal Deportivo Lara. Le reti della formazione barquisimetana portano la firma di Jesús Gómez (60’ e 90’). Con questo risultato la squadra allenata da Leo González é volata in vetta alla classifica con 33 punti. Nonostante la sconfitta i capitolini sono riusciti a qualificarsi per l’Octagonal.

Sul campo dell’Olímpico hanno rappresentato la nostra collettività con la maglia del Caracas: Gabriele Rosa (rimasto in campo l’intera partita ed é stato ammonito al 61’), Fernando Aristeguieta De Luca (ha giocato tutta la gara), Miguel Mea Vitali (subentrato al 68’ al posto di Ricardo Martins) e Rafael Arace Gargano (entrato al 78’ al posto di Reiner Castro).

Sull’altra sponda c’erano Giacomo Di Giorgi (ha disputato tutto l’incontro) e Ricardo Andreutti (entrato al 72’ al posto di Bernardo Manzano). Entrambi sono ex calciatori del Caracas, dopo il triplice fischio dell’arbitro dalla curva dei capitolini é partito il coro: Andreutti! Andreutti! Per salutare uno dei calciatori che é stato beneamino della curva.

Il Deportivo Táchira non va oltre lo 0-0 sul campo del Mineros de Guayana. Nello stadio Cachamay di Puerto Ordaz l’italianità é stata rappresentata da Edgar Pérez Greco (sostituito al 61’) e dal mister Francesco Stifano, entrambi in forza ai gialloneri.

Nello stadio José Antonio Páez, il Portuguesa travolge per 3-0 il Deportivo La Guaira. I gol del Penta portano la firma di Pérez (22’), Etchemaite (62’) e Carrizallez (91’). Con questo risultato i rossoneri non solo si tirano fuori dalla zona retrocessione, ma possono anche sperare di andare all’octagonal. Mentre gli arancioni si complicano la vita e per approdare ai playoff dovranno prima battere il Deportivo Anzoátegui e poi sperare in un passo falso di Táchira e Metropolitanos.

Hanno completato il programma della 16ª giornata: Aragua-Trujillanos 0-1, Deportivo Anzoátegui-Atlético Venezuela 1-1, Zamora-Carabobo 2-1 e Zulia-Atlético Socopó 3-0.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

6.Fernando Aristeguieta

Tags: , ,

Calcio venezuelano: il Caracas ferma la corsa del Carabobo

Pubblicato il 09 ottobre 2017 da redazione

Calcio venezuelano

Fernando Aristeguieta

 

CARACAS – Il Caracas ha ottenuto un’importantissima vittoria in chiave octagonal contro il Carabobo. Ieri la formazione allenata dall’italo-venezuelano Maurizio Lazzaro (Noel Sanvicente era squalificato) ha battuto per 2-0 i granata. Le reti dei capitolini portano la firma di Robert Hernández (42’) e Reiner Castro (90+5’). I rojos del Ávila hanno fallito anche un rigore all’83’ sul dischetto si era presentato l’italo-venezuelano Fernando Aristeguieta De Luca.

Con questa vittoria il Caracas si conferma tra le prime otto e la qualificazione all’octagonal é ad un passo, salvo cataclismi potrebbe arrivare la prossima giornata. Con la casacca dei rojos del Ávila il portiere Eduardo Herrera si conferma come una garanzia quando non c’è Wuilker Fariñez. Herrera nelle due gare in cui ha sostituito il portiere della nazionale non ha subito reti. Il Carabobo dal canto suo interrempe una scia positiva di 7 risultati utili consecutivi.

Sul campo dello stadio Olímpico la nostra collettività è stata rappresentata da Gabriele Rosa (ha disputato tutta la partita), Fernando Aristeguieta De Luca (rimasto in campo l’intero match. E’ stato ammonito al 73’ e all’83’ ha fallito un tiro dal dischetto). Sono partiti dalla panchina Miguel Mea Vitali (entrato al 74’ al posto di Evelio Hernández) e Daniel Saggiomo (entrato all’84’ al posto di Diomar Díaz). Mentre Rafael Arace Gargano non é entrato in campo.

A Barinas si conferma il momento no del Deportivo Táchira. I gialloneri sono stati battuti per 3-1 dallo Zamora. Le reti dei bianconeri portano la firma di Anthony Uribe (22’ e 40’) e Cristopher Varela (autogol). Il gol della bandiera degli andini é arrivato grazie all’italo-venezuelano Edgar Pérez Greco.

Il calciatore di origine siciliana ha disputato l’intera partita.

Se il campionato finisse oggi, il Deportivo Táchira sarebbe fuori dall’octagonal, ma c’é da segnalare che ha una gara da recuperare contro il Deportivo Anzoátegui.

A Puerto Ordaz, vittoria a sorpresa del Deportivo La Guaira contro il Mineros. Gli arancioni s’impongono per 1-2 sul difficile campo di Cachamay, qui i neroazzurri non perdevano da nove giornate. Le reti del Deportivo La Guaira sono state segnate da Valoyes (4’) e Cumana (13’), per i padroni casa ha lasciato il segno Hernández (78’).

Hanno completato la giornata le seguenti partite: Aragua-Atlético Venezuela 1-2, Deportivo Anzoátegui-Deportivo Lara 2-2, Estudiantes de Mérida-Atlético Socopó 1-0, Metropolitanos-JBL Zulia 1-2, Monagas-Trujillanos 1-1 e Zulia-Portuguesa 1-1.

La prossima giornata di campionato a causa delle elezioni regionali si disputerà tra lunedì 16 e mercoledì 18.

Fioravante De Simone

Commenti (0)

Ultima ora

17:48Argentina:sottomarino aveva comunicato avaria batterie

(ANSA) - BUENOS AIRES, 20 NOV - Mercoledì scorso, prima dell'interruzione delle sue comunicazioni con il comando militare, il sottomarino argentino Ara San Juan aveva informato che esisteva una avaria nelle sue batterie. "Mercoledì scorso siamo stati informati di questa avaria, ed è per questo che si è cambiata la rotta della nave, dirigendola verso Mar del Plata", ha detto alla stampa Gabriel Galeazzi, portavoce della Marina militare a Mar del Plata, base operativa del sottomarino.

17:37Tennis: ranking Nadal saldo al n.1, Fognini 27/o

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Con la conclusione delle Atp Finals diventa praticamente definitiva la classifica del tennis mondiale dove lo spagnolo Rafa Nadal è saldamente al comando, per la quattordicesima settimana, e chiude l'anno con 1.040 punti di vantaggio sullo svizzero Roger Federer. Sul gradino più basso del podio mondiale irrompe il bulgaro Grigor Dimitrov, vincitore a Londra che si regala il best ranking superando in un colpo il tedesco Alexander Zverev, l'austriaco Dominic Thiem e il croato Marin Cilic. Best ranking anche per il finalista del Masters, il belga David Goffin, che sale in settima posizione, e per lo statunitense Jack Sock, che grazie alla semifinale londinese si va ad accomodare sulla poltrona numero otto. Fabio Fognini si conferma numero uno azzurro: il 30enne ligure è stabile al numero 27, così come Paolo Lorenzi in 43/a posizione e Thomas Fabbiano al 73/o posto. Risale di un paio di gradini invece Andreas Seppi, ora al n. 87. Fa un passo avanti anche Marco Cecchinato, numero 110.

17:37Ex generale suicida: don Maurizio, eri esempio rettitudine

(ANSA) - SULMONA (L'AQUILA), 20 NOV - "Siamo in tanti perché eri un esempio di rettitudine e amore per la natura: qui c'è tutta Sulmona che vuole manifestarti affetto e riconoscenza". E' un passaggio dell'omelia di don Maurizio Nannarone, che nella chiesa di Santa Maria della Tomba a Sulmona, ha celebrato i funerali di Guido Conti, l'ex generale dei carabinieri forestali che si è tolto la vita venerdì scorso nelle campagne di Pacentro (L'Aquila). Tra i banchi della chiesa i vertici dei carabinieri con in testa il comandante della Ogaden, Giovanni Nistri, l'ex procuratore capo dell'Aquila, Fausto Cardella, il capo della Procura di Sulmona, Giuseppe Bellelli, il suo collega di Vasto, Giampiero Di Florio, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, il presidente del Tribunale di Sulmona, Giorgio Di Benedetto, la senatrice Paola Pelino, l'ex presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, l'attuale questore di Pescara, Francesco Misiti, e il suo predecessore, Paolo Passamonti. Alle esequie anche l'ex comandante provinciale dei Cc di Pescara, Paolo Piccinelli, che con Conti ha condiviso un periodo in Umbria. (ANSA).

17:33Afghanistan: 18 miliziani Isis uccisi in provincia Nangarhar

(ANSA) - NEW DELHI, 20 NOV - Almeno 20 militanti dell'Isis sono stati uccisi durante due operazioni aeree e terrestri in due distretti della provincia orientale afghana di Nangarhar. Lo hanno reso noto funzionari locali. Il portavoce del governo provinciale, Attaullah Khogyani, ha precisato che le operazioni militari sono state condotte la scorsa notte nei distretti di Achin, dove 14 militanti sono stati uccisi fra cui un comandante locale di nome Saqib, e di Khogyani (quattro guerriglieri morti). Soprattutto il distretto di Achin è considerato una roccaforte dei seguaci del 'Califfo' Abu Bakr al Baghdadi, ed in esso gli incidenti armati sono pressoché quotidiani.

17:33Migranti: la Libia apre un’indagine sugli abusi

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Il governo libico di unità nazionale ha aperto "un'indagine" sullo "sfruttamento degli immigrati clandestini e lavori forzati in Libia da parte di organizzazioni criminali", resi noti "dai media nei giorni scorsi". Lo riferisce una nota del ministero degli Esteri libico, sottolineando il proprio "disappunto e rifiuto verso queste pratiche disumane, contrarie alla cultura e alla tradizione del popolo libico". "Se tali accuse verranno provate - aggiunge la nota - tutti i soggetti coinvolti saranno puniti e indagati".

17:31Figc: Veltroni, uscire da logica voti

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - "Ci sono riforme radicali da affrontare per il calcio, bisogna uscire dalla logica dei voti che accomuna tante federazioni alla politica". Così Walter Veltroni a Sky dopo le dimissioni del presidente della Figc Carlo Tavecchio. "Io in Figc? Il calcio non è il Parlamento, piuttosto che una logica di voti maggioranza-minoranza, servono persone interne al mondo del calcio o una combinazione tra una figura manageriale e persone che hanno giocato e hanno competenze ed esperienza".

17:30Truffa Ssn: sequestrati 7,3 milioni euro a 3 cliniche romane

(ANSA) - ROMA, 20 NOV - Rimborsi per prestazioni di assistenza domiciliare sanitaria e parasanitaria superiori a quelle effettivamente eseguite. E' la truffa ai danni del Ssn che il pm di Roma Alberto Pioletti contesta a quattro amministratori di tre cliniche "Hospice" in carica tra il 2011 ed il 2015. Oggi i carabinieri del Nas hanno sequestrato sette milioni e 300 mila euro, per il pm rimborsati indebitamente, dai conti delle case di cura Villa speranza, Fondazione Roma e Sant'Antonio da Padova. Il servizio "Hospice" è offerto dalle cliniche private a malati terminali. Quando non ci sono posti a disposizione l'assistenza sanitaria e parasanitaria si svolge nelle abitazioni dei pazienti. L'inchiesta ha preso le mosse dall'esposto di un medico di una delle tre cliniche.

Archivio Ultima ora