Archivio tag | "centrodestra"

Centrodestra

Tags: ,

Fi lavora sulle candidature, domani riunione della commissione

Pubblicato il 14 novembre 2017 da ansa

Centrodestra

Silvio Berlusconi apre al centro.

ROMA. – I sondaggi che attestano il centrodestra in vantaggio rispetto al resto dei partiti, impongono a Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni di mettere da parte, almeno ufficialmente, le divergenze e di lavorare all’unità della coalizione.

Le elezioni politiche rappresentano l’appuntamento più importante ma non sono l’unico ‘dossier’ sul tavolo dei tre leader. Parallelamente c’è da scegliere i candidati per la corsa alla presidenza di alcune regioni chiave come il Lazio e la Lombardia.

Se per il Pirellone appare scontata la ricandidatura di Roberto Maroni, la presidenza del Lazio desta maggiori problemi. E proprio per evitare di ripetere un nuovo caso Roma (il centrodestra si presentò diviso) si è deciso di procedere per step. Domani si riunirà per la prima volta la commissione elettorale di Forza Italia per esaminare le possibili candidature e poi si procederà all’incontro con gli emissari di Lega e Fratelli d’Italia.

La parola comune è condivisione: Non siamo disposti ad accettare diktat – è il ragionamento che fanno gli azzurri – sul Lazio altrimenti siamo pronti a mettere in discussione la corsa di Maroni in Lombardia. E se la scelta dei presidenti di Regione crea tensione tra i partiti, in casa degli azzurri ad accrescere ulteriormente la fibrillazione sono le notizie (smentite dalla segreteria del Cavaliere) di continui casting in corso ad Arcore per cerare volti nuovi da candidare alle prossime elezioni.

Nulla di deciso, si affrettano a precisare i consiglieri di Berlusconi, si tratta solo di riunioni che l’ex premier ha sempre fatto quando si avvicinavano le elezioni per cercare esponenti della società civile. E’ uno schema, ricordano da Arcore, che il Cavaliere segue dal’94. Già ma è bastato che la notizia trapelasse sui giornali per scatenare il panico tra gli azzurri, tutti prontamente rassicurati dal leader di Fi (pare li abbia chiamati uno ad uno) in merito alle ricandidature.

Il ‘file’ candidati seppur già presente sulla scrivania dell’ex premier diventerà centrale quando si aprirà la trattativa con gli alleati per la distribuzione dei collegi. Per ora quello che interessa a Berlusconi è mantenere alta l’attenzione su Forza Italia e di conseguenza la crescita nei sondaggi.

Spartiacque della campagna elettorale sarà la sentenza della corte di Strasburgo. La data per l’unica udienza è fissata per il 22 ma non è escluso che per la sentenza ci possano volere anche sei mesi. Certo, la speranza dell’ex premier è comunque di aver ragione in merito all’applicazione della Severino ma, se così non fosse Berlusconi, spiegano i suoi, non ha nessuna intenzione di fare passi indietro: Io sono comunque in campo e non mi faccio da parte, è il refrain che continua a ripetere.

(di Yasmin Inangiray/ANSA)

Commenti (0)

Tags: , , ,

Tensione con Berlusconi, Salvini boccia i sondaggi per i candidati

Pubblicato il 16 ottobre 2017 da ansa

Foto Roberto Monaldo / LaPresse

 

ROMA. – Un’iniziativa insieme mercoledì a Milano per mettere a tacere i dubbi sul disinteresse di Silvio Berlusconi per il referendum sull’autonomia di Veneto e Lombardia. E così mercoledì il leader di Forza Italia (dopo aver dato forfait all’iniziativa organizzata dal partito sabato scorso perchè impegnato ad Ischia) sarà insieme al governatore della Lombardia Roberto Maroni per tirare la volata finale alla campagna per il sì alla consultazione popolare.

Un’iniziativa che rinsalda l’asse tra l’ex premier ed il presidente lombardo rispetto alla sfida per la leadership che vede il Cavaliere a duello con Matteo Salvini. Segretario della Lega che coglie l’occasione di tirare una bordata al Cav dicendo no a candidature in base ai sondaggi, “come a X Factor”. Un modo -prosegue il leader il Carroccio – per prendere per scema la gente”. Quindi il rilancio: scegliamo i migliori a prescindere dalla tessera che hanno in tasca”.

Berlusconi, in un messaggio su facebook per ringraziare per l’accoglienza ricevuta ad Ischia, rilancia a modo suo il tema della leadership chiarendo che “dopo 4 governi non eletti è tempo che il popolo scelga il leader”. E se Roberto Maroni ha definito “immortale” la leadership del Cavaliere precisando però che la guida del centrodestra andrà a chi “prende più voti”, Salvini invece non ha dubbi: “A marzo sarò premier”, dice ai microfoni del programma di radiouno un giorno da pecora dovendo scommettere tra diventare presidente del Consiglio o sposare la sua compagna.

Un dibattito, quello sulla leadership, da cui si chiama fuori Giorgia Meloni che bolla la discussione come “machista” ricordando che il leader non si sceglie “tramite un editto”. A dividere però non è tanto il discorso su chi guiderà la coalizione, argomento (è opinione di tutti e tre i leader) di cui è presto discutere.

A creare malumori, dopo l’ok alla legge elettorale da parte di Lega e Forza Italia rispetto a Fdi, è l’asse tra gli azzurri ed i leghisti sul referendum rispetto alla Meloni ed il conseguente ‘gelo’ con il segretario del Carroccio. Nonostante Salvini ribadisca di non aver litigato con la Meloni (“io vado d’accordo con tutti”), la leader di Fratelli d’Italia insiste nel bocciare la consultazione popolare: “Ho fondato, un partito, che si chiama non a caso ‘Fratelli d’Italia’ e che, diciamo, ha il pallino dell’unità nazionale”.

I nodi restano anche se l’ultimo sondaggio Demos pubblicato dal quotidiano la Repubblica evidenzia che il centrodestra unito è primo con il 34% dei consensi. Numeri che invitano i partiti a superare le divergenze nonostante la leader di Fdi continui a dirsi convinta che l’attuale legge elettorale “ci consegnerà un governo Renzi-Berlusconi ed un parlamento di nominati”. E che sia una “legge pessima fatta nell’interesse dei partiti e non dei cittadini”.

Gli occhi ora sono puntati sulle elezioni siciliane che rappresentano un test decisivo per la coalizione, sopratutto se saranno confermati i sondaggi che attestano il candidato del centrodestra, Nello Musumeci, saldamente in testa nella corsa per la guida della regione.

(di Yasmin Inangiray/ANSA)

Commenti (0)

Ultima ora

12:25Terremoto: Zingaretti e Pirozzi a colloquio in Comune

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è a colloquio con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, nella sede del Comune reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. È il primo incontro dopo il lancio della candidatura di Pirozzi alla presidenza della Regione Lazio. Zingaretti ha raggiunto il municipio di Amatrice dopo aver visitato la zona rossa è una delle areee commerciali realizzate dalla Regione Lazio.

12:14Calcio: Fiorentina, Chiesa prolunga fino al 2022

(ANSA) - FIRENZE, 18 NOV - Federico Chiesa ha prolungato il contratto con la Fiorentina fino al 2022. Ad ufficializzarlo la stessa società viola, attraverso i propri canali: "Acs Fiorentina comunica di aver prolungato fino al 30 giugno 2022, con reciproca soddisfazione, il contratto con il calciatore Federico Chiesa".

11:57Libano: Hariri a Aoun, ‘a Beirut mercoledì 22 novembre’

(ANSAmed) - BEIRUT, 18 NOV - Il primo ministro libanese Saad Hariri ha in programma di rientrare a Beirut mercoledì 22 novembre in coincidenza con la festa nazionale. Lo annuncia l'agenzia ufficiale Ani, secondo la quale "Hariri ha informato il presidente Michel Aoun che rientrerà in Libano mercoledì". Hariri, che dal 3 novembre scorso si trovava a Riad, dove l'indomani ha annunciato a sorpresa le sue dimissioni, è arrivato stamane a Parigi su invito del presidente Emmanuel Macron.

11:47Cancelleri proclamato eletto all’Ars ma assente a cerimonia

(ANSA) - PALERMO,18 NOV - Non si è presentato alla cerimonia in Corte d'appello a Palermo Giancarlo Cancelleri (M5s) che è stato comunque proclamato eletto all'Assemblea siciliana dal presidente Matteo Frasca. Cancelleri è stato proclamato subito dopo Nello Musumeci che invece si è presentato con alcuni familiari circondato da un centinaio di persone.

11:36Terremoto: Zingaretti visita attività commerciali Amatrice

(ANSA) - AMATRICE (RIETI), 18 NOV - Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, è giunto d Amatrice, il comune del Reatino colpito dal terremoto dello scorso anno. Il governatore in questo momento sta visitando le attività delocalizzate in seguito al sisma nella nuova area commerciale ‘ex Cotral’ realizzata dalla Regione Lazio.

11:31Sicilia: Musumeci proclamato presidente Regione

(ANSA) - PALERMO, 18 NOV - Nello Musumeci è stato proclamato presidente della Regione siciliana dalla Corte d'appello di Palermo. Al momento della proclamazione da parte del presidente del Corte, Matteo Frasca, il neo governatore Musumeci si è commosso. In prima fila nell'aula magna con Musumeci c'erano il figlio Salvo e la nipote Rita. Un applauso ha chiuso la breve cerimonia, presenti un centinaio di persone. Al termine, nell' atrio del palazzo di giustizia il neo presidente è stato festeggiato dalla folla: tanti gli abbracci e baci.

11:17Zimbabwe: manifestanti inneggiano ai militari

(ANSA) - IL CAIRO, 18 NOV - I manifestanti che stanno affluendo al centro di Harare, in Zimbabwe, per la manifestazione contro il presidente Robert Mugabe dimostrano sostegno per l'esercito, come attestano foto scattate al raduno. "La voce del popolo" è scritto su un cartello che raffigura a mezzo busto Constantino Chiwenga, il capo delle forze armate che sta guidando il colpo di stato. "In solidarietà con le nostre forze armate di difesa e i veterani di guerra", è la scritta verde sulla maglietta bianca indossata da un giovane sotto un cielo carico di nubi. "Go, go, nostro generale", è uno slogan, sempre riferito a Chiwenga, segnalato dall'agenzia Ap nel raduno che solo una settimana fa avrebbe scatenato una dura repressione. Il Financial Times accredita la definizione dell'intervento, il primo di questo tipo nei 37 anni di vita indipendente del paese, come "un colpo di stato al rallentatore".

Archivio Ultima ora