Archivio tag | "Colombia"

Tags: , ,

Colombia: 12 morti e 1800 famiglie colpite da forti piogge

Pubblicato il 13 novembre 2017 da ansa

Colombia: 12 morti e 1800 famiglie colpite da forti piogge.

ROMA. – Sono circa 1800 le famiglie danneggiate, 122 i comuni colpiti e 12 i morti dovuti alle forti piogge registrate negli ultimi giorni in Colombia. Lo riporta Rcn Radio. Secondo Carlos Ivan Marquez, direttore dell’Unità di gestione del rischio del Paese, i dipartimenti maggiormente colpiti sono stati quelli di Antioquia, Cundinamarca, Cauca, Santander e Tolima. Marquez ha ribadito che ci sono state 150 emergenze e tra queste le più comuni sono state frane, alluvioni, forte vento e grandine.

Il direttore ha spiegato che nonostante sia stata lanciata una allerta per il fenomeno climatico de “La Niña”, ci si aspetta una diminuzione delle piogge nei prossimi giorni. “Questa stagione delle piogge è presente dallo scorso settembre e dovrebbe concludersi all’inizio di dicembre”, ha detto Marquez. “Sono stati colpiti 122 comuni, 12 persone sono morte a Cauca, Cordoba e Santander”, ha aggiunto.

Il funzionario ha chiesto alle autorità locali e dipartimentali di non abbassare la guardia: “Invitiamo le autorità locali a realizzare un monitoraggio costante nel loro comune o dipartimento”.

Commenti (0)

Tags: , ,

Colombia: la Corte ordina la richiesta di rimpatrio del tesoro aborigeno dalla Spagna

Pubblicato il 20 ottobre 2017 da ansa

Tesoro Quimbaya

 

BOGOTA’. – La Corte costituzionale colombiana ha ordinato al governo di avviare con la Spagna le procedure necessarie per il rimpatrio del cosiddetto “Tesoro Quimbaya”. Il tesoro è composto da 122 pezzi aborigeni che il presidente Carlos Holguin Mallarino, prozio dell’attuale ministra degli Esteri Maria Angela Holguin, ha donato nel 1893 alla regina spagnola Maria Cristina di Asburgo e che è esposto al museo d’America di Madrid.

Nella sua sentenza, il tribunale supremo costituzionale ha ricordato che “il patrimonio archeologico della nazione è inalienabile, imprescrittibile e irrinunciabile”, ragioni sufficienti per richiedere la restituzione dei pezzi antichi, senza tuttavia fissare una scadenza.

La richiesta di restituzione alla giustizia è stata fatta dieci anni fa da un avvocato locale, che dopo una serie di provvedimenti a favore e contro la domanda, si è appellato alla Corte costituzionale perché risolvesse la questione con una richiesta ufficiale. Mentre la procura si era espressa favorevolmente alla richiesta, il governo si era definito contrario, dicendo che si trattò di un atto legittimo del presidente verso la Corona spagnola.

Commenti (0)

Tags: , , ,

Colombia: mostra fotografica per il primo anniversario del Nobel a Santos

Pubblicato il 17 ottobre 2017 da ansa

Mostra fotografica per il primo anniversario del Nobel a Santos.

 

BOGOTA’. – Per il primo anniversario dell’assegnazione del premio Nobel per la Pace al presidente colombiano Juan Manuel Santos, è stata allestita al Museo nazionale della Colombia una mostra fotografica che racconta attraverso diversi personaggi la realtà del Paese in transito verso la pace. Sono in totale 24 le foto a colori in grande formato che insieme alla medaglia e al diploma del Nobel sono esposte in un’ala del museo.

L’esposizione è stata aperta al pubblico il 29 settembre scorso con una visita del presidente Santos, di cui alcune fotografie rivelano una dimensione prima sconosciuta. “Come è bello che la mostra sia in questo museo, il Museo Nazionale. Si tratta di un museo che un tempo era una prigione, è stato il simbolo della mancanza di libertà. Oggi è il contrario e, in un certo senso, ciò che è accaduto a questo museo è quello che sta succedendo al Paese”, ha detto Santos il giorno dell’apertura della mostra.

Le fotografie esposte sono state effettuate dal danese Mads Nissen, che ha viaggiato nel mese di ottobre 2016 in Colombia per quattro settimane con la giornalista Dorrit Saietz, per ritrarre lo spirito di un Paese che ha concluso 53 anni di guerra fratricida.

Commenti (0)

Tags: , ,

Colombia: la Procura promette chiarezza sulla strage a Tumaco

Pubblicato il 11 ottobre 2017 da ansa

Colombia: strage a Tumaco.

 

BOGOTA’. – La viceprocuratrice nazionale della Colombia, Maria Paulina Riveros, ha detto che entro la settimana prossima si potrà stabilire con certezza la verità sugli scontri avvenuti sei giorni fa a Tumaco, nel dipartimento di Narino (nel sud), nei quali sono morte almeno sei persone. Scontri che in un primo momento erano stati attribuiti a un presunto gruppo dissidente delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc).

Riveros ha sottolineato che le prove balistiche effettuate sulle armi dei poliziotti e militari presenti sul luogo e sulle pallottole prelevate dalle vittime permetteranno di accertare la dinamica dello scontro. Secondo la versione ufficiale diffusa dal ministero della Difesa la settimana scorsa, uomini del cosiddetto gruppo ‘Daniel Aldana’ delle Farc hanno lanciato almeno cinque bombe contro una pattuglia di militari e poliziotti che proteggevano un gruppo di civili impegnati nella distruzione di una coltivazione di coca vicino alla località di Puerto Rico.

Lo stesso vicepresidente colombiano, Oscar Naranjo, però, ha ammesso che “la maggior parte dei testimoni indicano che è la polizia che è stata responsabile della violenza”, e almeno quattro ufficiali della polizia sono stati sospesi dai loro incarichi mentre si va avanti con l’inchiesta.

Commenti (0)

Tags: ,

Colombia: dall’Ue 11,5 milioni di euro per lo sviluppo agricolo

Pubblicato il 11 ottobre 2017 da redazione

Fondi per sviluppo rurale e del settore caseario.

 

 

BOGOTA’. – L’Unione europea concederà 11,5 milioni di euro alla Colombia per la realizzazione di iniziative agricole. L’annuncio è stato fatto a Bogotà da Stefano Manservisi, direttore generale della Cooperazione internazionale e sviluppo dell’Unione europea, insieme a Jolita Butkeviciene, direttrice per America Latina e Caraibi della Cooperazione Ue.

Il governo colombiano e l’Unione europea hanno convenuto che 6,3 milioni di euro andranno allo sviluppo rurale con un approccio territoriale, e i restanti 5,2 milioni andranno al settore lattiero-caseario. L’Unione europea ha creato un Fondo fiduciario di 95 milioni di euro per la pace in Colombia.

Commenti (0)

Tags: ,

Colombia: avviata la tregua tra governo e Eln. La Chiesa protagonista della pace

Pubblicato il 02 ottobre 2017 da redazione

Colombia: avviata tregua governo-Eln

 

CITTA’ DEL VATICANO. – “Aiutare a trovare la via che assicura la pace, una pace solida e completa, questo è lo scopo della nostra partecipazione ai dialoghi”, ha affermato mons. Juan Carlos Barreto, vescovo di Quibdo e membro della Commissione della Chiesa cattolica per il dialogo fra governo colombiano e gruppo di guerriglia Eln (Esercito di Liberacion Nacional).

Barreto si è così espresso alla fine dell’incontro, svoltosi a Bogotà, degli operatori di riconciliazione e di pace promosso dalla Commissione per la Conciliazione Nazionale, alla quale appartengono i Vescovi delle diocesi il cui territorio si trova nelle zone di conflitto.

“La Colombia cerca la pace per poter dare alle comunità della zona una prospettiva nuova, una speranza di pace e costruire un mondo diverso da quello che per anni hanno avuto”, ha ribadito mons. Barreto, citato da Fides.

E’ iniziato a mezzanotte del primo ottobre il cessate il fuoco bilaterale tra il Governo colombiano e l’Eln, concordato per tre mesi, fino al 9 gennaio, ma con la prospettiva di essere esteso in base alle valutazioni della Commissione per la sorveglianza, la verifica e la prevenzione.

Tale Commissione è composta da una delegazione delle Nazioni Unite, dai 20 Vescovi delle diocesi coinvolte, nonché dai generali dell’esercito e della polizia, dai membri del governo e dai guerriglieri. La sorveglianza sul rispetto del cessate il fuoco bilaterale sarà fatta nei 33 comuni in cui è presente l’Eln.

I negoziati con l’Eln a Quito potrebbero essere più rapidi di quelli dell’Avana, data l’esperienza già acquisita nel processo con le Farc. La Chiesa cattolica, protagonista al tavolo del dialogo, presenta una organizzazione ben strutturata anche a livello locale.

Secondo quanto ha detto Mons. Barreto, in ognuna delle 20 diocesi coinvolte, i vescovi possono costituire una Commissione con persone preparate per questo compito. Ci sono 3 livelli di verifica, ha poi spiegato: uno a livello nazionale, presieduto dal Presidente della Conferenza Episcopale, il secondo a livello regionale e il terzo in ogni diocesi.

Commenti (0)

Papa Bergoglio

Tags: , , , , , ,

Papa Francisco no se reunirá con la oposición venezolana durante su viaje a Colombia

Pubblicato il 01 settembre 2017 da redazione

Papa Francisco viajará a Colombia en visita pastoral

Papa Francisco viajará a Colombia en visita pastoral

 

CARACAS – Ni guerrilleros de las FARC, ni miembros de la oposición de Venezuela, ni obispos venezolanos están en la agenda de Papa Francisco I, en su inminente arribo a Colombia, del 6 al 10 de septiembre. La información fue divulgada por el portavoz de la Santa Sede, Greg Burke, quien subrayó que Bergoglio –un jesuita de 81 años, cuyo pontificado ha estado marcado por la austeridad más estricta- “va a Colombia en viaje pastoral para anunciar el Evangelio”.

Se supo que el Papa podría –eventualmente- hacer algunas alusiones al proceso de paz en el país latinoamericano, pero se descarta que la visita sea empañada por un tinte político. Burke recordó que se trata del 29º viaje internacional del pontífice argentino y que “Pancho” –como las masas de todo el orbe han preferido llamarlo- ya estuvo en dos ocasiones en Colombia. La Conferencia Episcopal Latinoamericana y del Caribe (CELAM) fue el motivo de su primera visita, y luego recorrió Bogotá, Medellín y La Ceja, siendo un cura de 42 años.

Desde mediados del año pasado, el Vaticano –con una extensa y solvente trayectoria como mediador en conflictos políticos, a escala mundial- ha tenido presencia en Venezuela. Los esfuerzos que se han hecho, incluso con la instalación de una mesa de diálogo, que terminó por disolverse, han sido infructuosos, por desgracia. El año pasado, Su Santidad incluyó una mención a Venezuela -muy emotiva- en su tradicional mensaje de Pascua de Resurrección, URBI ET ORBE.

El pasado 04 de agosto, el Vaticano invitó al gobierno de Nicolás Maduro a suspender la Asamblea Nacional Constituyente (ANC) bajo el alegato de que la misma fomenta “un clima de tensión” y tienda a “hipotecar el futuro”.

La Secretaría de Estado del Vaticano condenó la “radicalización y el agravamiento de la crisis” y garantizó que el Vicario de Cristo “sigue de cerca” la situación de Venezuela y “sus implicaciones humanitarias, sociales, políticas, económicas e incluso espirituales”. En un comunicado, se expresa que “la Santa Sede manifiesta nuevamente su profunda preocupación por la radicalización y el agravamiento de la crisis en la República Bolivariana de Venezuela, por el aumento de los muertos, de los heridos y de los detenidos”.

Cada día del viaje de Bergoglio a Colombia –explicó el portavoz vaticano- tiene un argumento y el mismo inspirará las misas, donde será acogido por un grupo que represente este lema. De la misma manera, cada tarde a su llegada a la Nunciatura bendecirá a personas que lo representen.

Burke destacó –finalmente- que todos los actos serán multitudinarios y que al arribo del pontífice se espera una concurrencia cercana a los 700.000 colombianos, los cuales se acercarán a los bordes de la carretera para ver pasar al Papa, quien recorrerá 15 kilómetros desde el aeropuerto a la Nunciatura.

Commenti (0)

Ultima ora

01:12E.League: Montella, ora testa a rimonta Milan in campionato

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Conquistata la qualificazione ai sedicesimi di Europa League al primo posto del girone, Vincenzo Montella ora pensa alla rimonta che attende il Milan in Serie A. "E' stata una serata positiva, ora abbiamo più tempo per concentrarci meglio sul campionato dove dobbiamo necessariamente recuperare. La squadra vale più della classifica che ha", ha spiegato l'allenatore rossonero, convinto che la squadra "nelle ultime 4-5 partite abbia dimostrato una crescita". Dopo il 5-1 rifilato all'Austria Vienna, Montella ha sottolineato di avere apprezzato "che la squadra non si è fatta prendere dalla frenesia dopo lo svantaggio". Fra le note positive, la doppietta di André Silva, il primo nella storia rossonera a segnare otto gol in Europa League. "Sono felicissimo e spero di avere più opportunità, vedremo - ha detto il portoghese -. Pesa giocare poco in campionato? Per me è uguale. In Europa League, però, ho più opportunità, sono più concentrato e riesco a dare il meglio di me stesso, ma spero di giocare di più in Serie A".

01:09E.League: Gasperini, importante esserci anche nei 16/i

(ANSA) - LIVERPOOL, 23 NOV - "Sono molto contento per la felicità che ho visto sugli spalti, più di 3 mila a Liverpool e tanti anche a Reggio Emilia, sono contento per la famiglia Percassi: siamo dentro le coppe fino a febbraio, poi vedremo per il primo posto e il sorteggio". Gian Piero Gasperini è raggiante, dopo la cinquina all'Everton, che proietterebbe l'Atalanta al primo posto con un pari casalingo col Lione, ma intanto si gode la qualificazione negli ottavi di Europa League. "Cristante è in grande evoluzione dopo un po' di apprendistato, stavolta è partito forte e ha prospettive notevoli - spiega il tecnico nerazzurro soffermandosi sul migliore in campo -. Cornelius i ha dato tantissimo in un settore dove abbiamo bisogno di crescere. Rooney? Per me rimane un giocatore importante, tornerà sui suoi livelli abituali". Il 'Gasp' elogia i giovani: "Ne abbiamo alcuni che potranno diventare fondamentali anche per la Nazionale, ma non è che sarà per nostro merito che potrà rinascere tutto il calcio italiano".

00:32Calcio: Europa League, Milan e Atalanta a suon di cinquine

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Milan e Atalanta travolgono i rispettivi avversari e si qualificano per i sedicesimi di finale dell'Europa League. I rossoneri sono primi nel proprio girone (D), i bergamaschi devono aspettare l'ultima partita, in casa contro il Lione. Di 5-1 il successo della squadra di Montella in casa sull'Austria Vienna, andata in vantaggio con Monschein al 21'. Il pari è arrivato con 27' grazie a Ricardo Rodriguez, mentre Andrè Silva ha firmato il 2-1 al 36'. Il tris è arrivato al 42', grazie a Cutrone, lo stesso Silva ha calato il poker al 25' della ripresa e Cutrone ha realizzato anche nel finale. Stesso punteggio anche dell'Atalanta, 5-1, a Liverpool contro l'Everton (prima vittoria italiana a Goodison park). La squadra di Gasperini è andata avanti con una doppietta dell'ottimo Cristante (12' pt e 19' st) e, dopo il gol della bandiera di Ramirez al 26' st, è arrivato il tris di Gonens al 41'. Cornelius al 43' e al 49' st ha chiuso i conti. Da segnalare un errore dal dischetto di Gomez.

23:31Europa League: Lazio, Inzaghi “ko Nani unica nota stonata”

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Dopo la sconfitta nel derby, la Lazio non riesce a invertire la rotta e impatta sul Vitesse. Pareggio indolore, visto che i biancocelesti erano già qualificati da primi del girone: "Stasera con la classifica già raggiunta era più difficile, ma sono contento perché i ragazzi hanno saputo reagire. Ora ci prepariamo per giocare al meglio contro la Fiorentina", ha spiegato a caldo Simone Inzaghi, secondo il quale "l'unica nota stonata è l'infortunio di Nani". Il portoghese ha giocato circa un'ora senza incidere, poi si è arreso per un dolore alla coscia: "Sembrava tutto a posto e invece oggi si è fermato, peccato perché stava per entrare nei meccanismi. Speriamo di non perderlo per molto ma per un paio di settimane non sarà con noi".

22:58Flash mob precari ricerca, non uccideteci, assumeteci

(ANSA) - FIRENZE, 23 NOV - Uomini in abito e maschera bianca, in ginocchio a terra, simbolicamente uccisi con un colpo di pistola alla testa: questo il flash mob 'non sparate alla ricerca', portato 'in scena' nella centralissima piazza della Repubblica a Firenze dai precari di alcuni dei più importanti istituti del settore italiani, come Indire, Cnr, Iss, Ispra, Crea. Obiettivo della manifestazione, chiedere a Governo e Parlamento di avviare subito un percorso certo di stabilizzazione, "perché questa situazione anomala, che riguarda quasi 9000 persone in Italia, si concluda e possa finalmente iniziare un nuovo ciclo che indirizzi il Paese verso una visione più lungimirante per noi e per le generazioni che verranno. Non uccideteci, assumeteci", hanno spiegato oggi alcuni degli organizzatori della protesta. Solo l'Indire, racconta uno dei manifestanti, tra i suoi "400 lavoratori, tra ricercatori, collaboratori tecnici, amministrativi, ha solo il 30% degli addetti a tempo indeterminato. Gli altri collaboratori, ben 230 tra tempi determinati e cococo, nonostante anni di esperienza e idoneità in concorsi pubblici nazionali, sono rimasti fino ad oggi in una situazione di precariato che si fa sempre più instabile e fosca, mese dopo mese". (ANSA).

22:45Aggredita e palpeggiata da ragazzini tra 8 e 12 anni

(ANSA) - PALERMO, 23 NOV - A Palermo una giovane è stata aggredita da una mezza dozzina di ragazzini tra gli 8 e i 12 anni, secondo quanto lei stessa ha riferito alla polizia, mentre si trovava alla fermata del bus in via Basile, nei pressi dell'università. Accerchiata, è stata spintonata, palpeggiata e insultata; ha urlato, ma nessuno è arrivato in suo soccorso. Quando i ragazzini, forse per gli strepiti della giovane, sono fuggiti, la ragazza ha trovato riparo nell'edificio 19 nella cittadella universitaria, da dove ha chiamato gli agenti. L'aggressione è avvenuta quando stava cominciando a fare buio. La giovane, una studentessa, ha detto ai poliziotti che faceva avanti e indietro alla fermata, in attesa dell'autobus, quando i ragazzini (forse 8, secondo quanto la ragazza ha riferito agli agenti), l'hanno accerchiata e molestata. La vittima ha spiegato ai poliziotti di aver saputo di altre ragazze prese di mira dalla banda di ragazzini, sempre nella stessa zona.

22:35Calcio: Mirabelli,dubbi su Milan?Se ne scrive di ogni colore

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - "Non è questione di dare una posizione ufficiale: dal pre-closing al closing a oggi se ne sentono e se ne scrivono di tutti i colori". Così il ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, a proposito dei dubbi sulla proprietà cinese sollevati dalla stampa, anche internazionale, e sull'intervista del presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, che intervistato da Repubblica a proposito del voluntary agreement chiesto dal club si è detto "preoccupato". "Come ha twittato il presidente Berlusconi - ha continuato Mirabelli, poco prima della partita di Europa League contro l'Austria Vienna -, atteniamoci ai fatti e i fatti dicono che abbiamo una proprietà che fino ad adesso ha rispettato tutte le scadenze. Bando alle chiacchiere, pensiamo alle cose concrete. Abbiamo altro a cui pensare, abbiamo un problema diverso: dobbiamo metterci sul binario e fare cose importanti a livello sportivo".

Archivio Ultima ora