Archivio tag | "Di Francesco"

Tags: , ,

C’è l’Atalanta, Di Francesco mette Nainggolan in castigo

Pubblicato il 05 gennaio 2018 da ansa

 

ROMA. – Senza Nainggolan e senza De Rossi. Sarà un centrocampo sicuramente meno muscolare quello che la Roma metterà in campo all’Olimpico per la prima uscita del 2018. Per motivi diversi sia il belga sia il capitano (entrambi diffidati) marcheranno visita contro l’Atalanta. Il primo è stato escluso con un provvedimento disciplinare dopo i video a base di alcol, sigarette e bestemmie diffusi via social la notte di capodanno, mentre il capitano non ci sarà a causa del riacutizzarsi del problema muscolare al polpaccio.

Ovviamente a fare più rumore è l’assenza del ‘Ninja’, già redarguito e multato per il suo comportamento. Il terzo provvedimento si è concretizzato con la mancata convocazione su impulso della dirigenza. “Con la linea guida dettata sempre dalla società e pienamente condivisa da me e condivisa e accettata da Radja, il calciatore non sarà convocato – l’incipit della conferenza stampa di Di Francesco -.

Questo si lega a un modo di fare che deve essere continuativo per chiunque della Roma o che rappresenti la Roma commetta determinati errori, cose che sono prima di tutto inaccettabili e che non saranno più accettate. Chiunque minimamente sbaglierà pagherà nello stesso modo. Questa è la linea, perché la partita non si prepara oggi, ma con quello che si fa durante la settimana, anche fuori dal campo, da quello che si fa a casa. È determinante per arrivare a fare prestazioni importanti. Non bisogna trascurare nulla, pensando che poi la domenica si corre. Non è così. Stiamo cercando di dare una mentalità vincente, anche nei comportamenti e nel modo di porsi”.

E’ un altro capitolo del ‘romanzo’ Nainggolan, energia in campo e sregolatezza fuori: e forse anche per questo spesso al centro di voci di trasferimento, finora non concretizzate. In settimana a parlare di mentalità vincente con toni piuttosto duri all’interno dello spogliatoio era stato in primis il ds Monchi. “Condivido pienamente il discorso fatto dal direttore, ma la mentalità non si costruisce solo attraverso i momenti positivi, si acquisisce anche in quelli negativi come questo – spiega l’allenatore -.

Ora dobbiamo avere ancora più forza perché può essere che anche inconsciamente abbiamo mollato qualcosina dal punto di vista emotivo, e dobbiamo essere bravi a riportare questa squadra ad avere quella applicazione e attenzione che aveva in precedenza”.

La prima occasione per rimettersi in carreggiata arriverà all’Olimpico con l’Atalanta. “Sicuramente è la squadra peggiore da trovare in questo momento dove facciamo fatica a trovare gol e a fare risultati positivi. Loro hanno fatto un’impresa col Napoli e ritrovato grandissimo entusiasmo, ma lo dobbiamo avere anche noi visto che c’è la possibilità di essere a sei punti dalla vetta considerando la gara che dobbiamo recuperare. Dobbiamo essere determinati per conquistare i tre punti e portare avanti il nostro cammino, possono inciampare anche le altre – aggiunge Di Francesco -.

È nostro dovere affrontare questa partita per vincerla. Siamo in un momento di difficoltà, è il periodo peggiore per quanto riguarda i risultati da quando sono arrivato, ma non dobbiamo buttare tutto all’aria quanto di buono abbiamo fatto”.

Insomma Di Francesco predica calma, e chiede pazienza anche per Schick che domani si accomoderà in panchina. “Sicuramente non giocherà in coppia con Dzeko. Domani giocherà o l’uno o l’altro – evidenzia -. Abbiamo dato tutti quanti troppo peso a questo giocatore, bisogna farlo crescere e maturare dal punto di vista mentale, deve capire realmente dove è arrivato. È un patrimonio del calcio, ha grandissimi mezzi. Deve essere umile nel lavorare e dimostrare di essere il giocatore che è stato nella Sampdoria. Sul giocatore ci puntiamo eccome”.

Commenti (0)

Ultima ora

14:06Prof arrestato a Roma al Gip: ero innamorato, chiedo scusa

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "E' tutto vero quello che è successo, ma io ero innamorato di lei. Una cosa del genere non mi era mai successa in 25 anni di insegnamento. E' stato un rapporto consenziente". Così il professore Massimo De Angelis, arrestato a Roma per violenza sessuale ai danni di una sua alunna di 15 anni, si è difeso davanti al gip nel corso dell'interrogatorio di garanzia. Il docente del liceo privato 'Massimo' della capitale é accusato di aver abusato di una studentessa di 15 anni. "Chiedo scusa a tutti, a cominciare dai genitori della ragazza. Ho tradito me stesso, gli studenti, i miei colleghi e l'istituto", ha detto De Angelis, difeso dall'avvocato Fabio Lattanzi. Il professore, rispondendo alle domande del magistrato, ha ammesso i fatti che gli sono stati contestati dalla Procura di Roma.

14:05Giù da vagone per biglietto irregolare, capotreno condannato

(ANSA) - VENEZIA, 18 GEN - E' polemica in Veneto dopo la condanna a 20 giorni inflitta dal Tribunale di Belluno ad un capotreno per tentata violenza privata. L'uomo aveva fatto scegliere dal convoglio nel 2014 alla stazione di Santa Giustina un nigeriano, all'epoca residente nel padovano ma ora lontano dall'Italia perché espulso, ritenendo che non avesse obliterato il biglietto. "Piena e totale solidarietà al capotreno coinvolto in una vicenda incomprensibile per la gente comune, e a tutti i lavoratori delle Ferrovie dello Stato" viene espressa dal governatore Luca Zaia.

13:50Russia: Navalni presenta ricorso a ‘presidium’ Corte Suprema

(ANSA) - MOSCA, 18 GEN - Alexei Navalni ha presentato ricorso al 'presidium' della Corte Suprema russa per contestare la sua esclusione alle presidenziali russe del prossimo 18 marzo. "Abbiamo presentato un ricorso in cui chiediamo al presidium della Corte Suprema di invertire le decisioni prese dai tribunali di grado inferiore", ha detto a Interfax Ivan Zhdanov, avvocato di Navalni. La Corte Suprema ha dichiarato a Interfax che il tribunale ha ricevuto il ricorso ma la data in cui sarà preso in considerazione non è stata fissata. Il 25 dicembre scorso la Commissione Elettorale Centrale russa ha deciso di non registrare il gruppo di elettori creato per sostenere la candidatura di Alexei Navalni alle presidenziali (escludendolo di fatto dalla corsa al Cremlino). Il 30 dicembre la Corte Suprema ha respinto l'appello di Navalni contro la decisione della Commissione.

13:41Moscovici, solo auspicio è che governo italiano sia pro-Ue

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Siamo sempre stati attenti ai bisogni dell'Italia perché sappiamo che è un grande Paese, un Paese al cuore della zona Euro. Il solo auspicio che ho, sul piano politico, è che il prossimo governo italiano, qualsiasi esso sia, perché sono gli italiani che votano, sia un governo pro-europeo". Così il commissario europeo Pierre Moscovici rispondendo ad una domanda.

13:34Lega: Sollecito, Bongiorno? spero che ce la faccia

(ANSA) - PERUGIA, 18 GEN - "Giulia Bongiorno può dare un contributo importante per una giustizia che dia fiducia": ne è certo Raffaele Sollecito, difeso dalla penalista, ora candidata per la Lega alle prossime elezioni, nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher terminato con l'assoluzione dell'ingegnere informatico. Il quale ha commentato con l'ANSA la notizia. "Sono contento della sua candidatura, spero che ce la faccia" ha detto Sollecito parlando dell'avvocato Bongiorno. "Certo - ha aggiunto -, se avrò la possibilità le darò il mio voto". Il giovane parla del legale come di "una persona oculata". "Non prende mai - ha proseguito - decisioni a caso ma le sue azioni sono sempre ponderate. E' una persona corretta - ha concluso Sollecito - che non dà mai adito a sorprese". (ANSA).

13:34Maltempo, l’aeroporto di Amsterdam sospende tutti i voli

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - L'aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta che si abbatte in queste ore sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi "fino a nuovo avviso" in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell'arrivo della tempesta.

13:27Siria: Ong, 110.000 bambini in fuga da Idlib

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Nelle ultime settimane "oltre 110.000 bambini sono stati costretti ad abbandonare le proprie case a causa dei combattimenti in corso a Idlib, nel nord della Siria, in un nuovo grave movimento di sfollati interni". Lo denuncia Save The Children in un comunicato. "L'escalation dei combattimenti nella parte meridionale di Idlib - su legge nel testo - ha dato luogo a uno dei più gravi spostamenti di massa ai quali si è assistito in Siria dall'inizio del conflitto". Oltre 7.000 persone "in media, si spostano ogni giorno. I bombardamenti hanno portato alla chiusura centinaia di scuole e raso al suolo case e ospedali. Molti hanno trovato rifugio all'aperto, dove sono esposti a temperature gelide, o in edifici abbandonati".

Archivio Ultima ora