Archivio tag | "forza nuova"

Tags: , , ,

Inchiesta sul neofascismo, minacciata cronista dell’Espresso

Pubblicato il 08 dicembre 2017 da ansa

Blitz fascista sotto Repubblica

 

 


MILANO. – Nuovo grave episodio di intimidazione nei confronti della stampa e in particolare di una giornalista che collabora con l’Espresso, Arianna Giunti, autrice di un’inchiesta sul neofascismo sul web, tra cui Facebook, e su Casapound e Forza Nuova (militanti di Fn hanno preso parte a un blitz al quotidiano Repubblica, dello stesso gruppo editoriale, mercoledì scorso) pubblicata dal sito del settimanale.

La cronista è stata “oggetto di una serie di aggressioni verbali e minacce via social” proprio su Fb. L’episodio è stato denunciato dall’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg), nelle parole del presidente Perucchini, e dal presidente del Gruppo cronisti lombardi, Cesare Giuzzi, che hanno espresso la solidarietà della categoria e hanno chiesto che le autorità intervengano a tutti i livelli.

L’inchiesta di Arianna Giunti, che ha annunciato all’ANSA che sporgerà denuncia, riguarda “l’odio e la violenza con cui i fascisti riempiono le pagine di Facebook” e “i gruppi segreti con cui la galassia nera fa proseliti sul web” soprattutto Casapound e Forza Nuova.

“Siamo sconcertati nel leggere (ancora una volta) gli insulti e le minacce nei confronti di una collega: nei messaggi, oltre agli insulti, si fa riferimento alla necessità di ‘trovare il giornalista’, e le viene augurato di essere stuprata ‘dagli amici negri’. Minacce anonime, ma anche con nome e cognome e tanto di inviti ‘a sporgere denuncia’ con l’implicito riferimento non solo allo sprezzo nei confronti delle istituzioni democratiche del nostro Paese ma alle conseguenze spesso (purtroppo) nulle che simili minacce via Facebook ai giornalisti comportano per gli autori di queste vergognose azioni”, hanno sottolineato Giuzzi e Perucchini.

“Quanto sta accadendo ad Arianna – ha affermato ancora il sindacato – conferma come quello del giornalista che informa, e quindi contribuisce alla difesa dei principi democratici del nostro Paese, sia ormai un mestiere pericoloso. L’ondata di odio che emerge in questi ultimi mesi verso chi esercita il diritto di cronaca attesta il delicato momento. Ricordiamo che la collega è stata più volte premiata per le sue coraggiose inchieste e sosterremo in tutti i modi le sue azioni. Arianna sarà lasciata sola”.

Chiediamo, concludono Alg e Gruppo cronisti lombardi, che “simili episodi non siano più bollati dalla magistratura e dalle forze di polizia come ‘goliardate’ o peggio libero sfoggio del pensiero di persone perché mettono in serio pericolo la vita professionale e soprattutto privata dei giornalisti”.

(di Claudio Scarinzi/ANSA)

Commenti (0)

Tags: , ,

Blitz Fn contro la sede di Repubblica. Ministro Minniti: “Atto criminale”

Pubblicato il 06 dicembre 2017 da ansa

Blitz Forza Nuova sotto la sede di La Repubblica (foto twitter La Repubblica)

 

 


ROMA. – Volto coperto, fumogeni e un messaggio chiaro di “guerra”. E’ il blitz dei neofascisti di Forza Nuova sotto la sede di Repubblica, un macabro salto di qualità della formazione di estrema destra che invita esplicitamente a boicottare un giornale. A rivendicarlo il leader del movimento Roberto Fiore che annuncia “guerra al Pd e al Gruppo Espresso (editore del giornale, ndr)”, rei a suo dire di “criminalizzare Fn” con inchieste sulla natura dei suoi fondi.

“Atto criminale e inaccettabile” bolla l’azione il ministro dell’Interno Marco Minniti. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella esprime “solidarietà” ai giornalisti di Repubblica ed Espresso per “i gravi fatti di oggi”. Il premier Paolo Gentiloni chiama il direttore del quotidiano Mario Calabresi.

La spedizione finisce con un denunciato per violenza privata e altri reati. “È il primo atto di una guerra politica contro il gruppo Espresso e contro il PD – dice Fiore -. Stanno portando avanti un’opera di mistificazione e di criminalizzazione che vuole mettere fuori gioco Forza Nuova”. In un post sulla pagina Fb del movimento si rivendica “l’assalto”, “contro le menzogne dei pennivendoli di regime e maschere sul volto: ci siamo presentati così perché oggi rappresentiamo ogni italiano tradito da chi con la penna favorisce Ius soli, invasione e sostituzione etnica. Roma e l’Italia si difendono se necessario a calci e pugni. Questi infami sappiano che non gli daremo tregua”.

“La comunità civile deve dare un messaggio netto e forte: il Pd continuerà a lavorare contro atti di fascismo”, risponde il leader Pd Matteo Renzi. “Non ci può essere un gruppo organizzato che dichiara guerra alle idee”, ammonisce Minniti. Il presidente del Senato e neo leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso parla di “gravissimo attacco fascista contro la libertà d’informazione”.

“Quando si attacca un giornale si attacca la libertà di stampa”, così la presidente della Camera Laura Boldrini. Per la Federazione nazionale della stampa (Fnsi), sindacato dei giornalisti, e l’Ordine professionale é “un nuovo, intollerabile atto di squadrismo” e “servono risposte urgenti”. “Risorge il neofascismo”, dice la presidente della Comunità ebraica romana Ruth Dureghello. Condanna oltre che dal Pd da Forza Italia, Ap e M5S, tra gli altri, con Beppe Grillo che ritwitta sul “blitz squadrista”.

L’azione a ‘Repubblica’ arriva in un periodo difficile per la stampa nei rapporti con estrema destra, mafie e criminalità. Dalla testata al cronista Rai Daniele Piervincenzi a Ostia da parte di Roberto Spada, che aveva appoggiato CasaPound alle elezioni municipali, all’aggressione alla troupe di ‘Striscia la Notizia’ a San Basilio, a Roma, durante un servizio sulla droga.

L’estrema destra in particolare é in fermento sentendo la possibilità di successi elettorali sui temi dell’immigrazione e della povertà. Il 28 novembre il blitz dei giovani del Veneto Fronte Skinhead con la lettura di un proclama anti-migranti nella sede di una Ong di Como. Sabato sit-in del Pd e contro presidio vietato dal questore. “Ci saremo lo stesso”, dice Fn.

Negli ultimi mesi Forza Nuova ha effettuato in molte parti d’Italia le cosiddette ‘passeggiate per la sicurezza’, poi ha convocato una ‘Marcia dei Patrioti’ nell’anniversario della Marcia su Roma fascista del 1922, il 28 ottobre. Evento quindi spostato e confinato nel quartiere Eur dopo il divieto di Minniti, esponente Pd. Oggi la nuova sfida dei “patrioti” di Fn.

(di Luca Laviola/ANSA)

Commenti (0)

manifestanti

Tags: ,

Manifestazione su Roma, Forza Nuova: “Il 28 ottobre all’Eur”. Minniti dà indicazioni di non autorizzare

Pubblicato il 12 ottobre 2017 da redazione

Manifestazione Forza nuova a Roma, Minniti indica di non autorizzare

manifestanti

ROMA – Non ci sarà né la marcia su Roma né altra manifestazione di Forza Nuova. Lo ribadisce il ministro dell’Interno Marco Minniti. «Con le motivazioni da me già espresse in Parlamento – afferma – ho già dato disposizione al questore di Roma di non concedere l’autorizzazione per la manifestazione promossa da Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre». Forza nuova insiste, ci sarà «la marcia dei patrioti».

Sulla questione è intervenuto anche il presidente romano dell’Associazione nazionale partigiani, Fabrizio De Sanctis, commentando la conferma dell’iniziativa della formazione Forza Nuova il 28 ottobre: «Lo Stato antifascista deve intervenire per bloccare la marcia su Roma. Non si tratta più di semplici boutade ma di un piano eversivo che va sconfitto. Questo Stato dovrebbe essere pienamente antifascista, sorretto da una costituzione antifascista -spiega- Noi come Anpi abbiamo incontrato associazioni e partiti per organizzare una serie di iniziative ma lo Stato deve intervenire».

Commenti (0)

Ultima ora

15:38Iran: Università Novara, ‘Djalali torturato per confessione’

(ANSA) - NOVARA, 18 DIC - "Ma quale confessione! E' stato torturato finché non ha dovuto dire quanto volevano i suoi carcerieri". Il professore Francesco Della Corte, direttore del Credim, il Centro di ricerca interdipartimentale in medicina dei disastri dell'Università del Piemonte Orientale per cui ha lavorato Ahmadreza Djalali, commenta così la confessione del ricercatore iraniano che in televisione ha sostenuto di essere una spia, l'accusa per cui è stato arrestato e condannato a morte. "Non è bastato che venisse condannato a morte dal Tribunale della Rivoluzione di Teheran per reati mai commessi - prosegue Della Corte - ora hanno voluto che pubblicamente si accusasse, in modo da avere una scusa, di fronte all'opinione pubblica, per poterlo uccidere".

15:37Pyeongchang: Fontana, Corea? Nel villaggio saremo protetti

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Per la situazione in Corea del Nord sono abbastanza tranquilla, perchè una volta entrati al villaggio olimpio saremo come in un bolla. Ci sentiremo, e saremo protetti, e saremo concentrati sulle gare. Quel che succede al di fuori, nei limiti, ci coinvolgerà relativamente". Arianna Fontana, portabandiera dell'Italia tra 53 giorni ai Giochi di PyeongChang, non si dice preoccupata per le tensioni internazionali caudate dalle minacce del regime di Pyeongyang. L'atleta, dopo aver ricevuto la bandiera al Quirinale dalle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ribadito il suo dispiacere per il bando imposto dal Cio agli atleti russi per il doping: "Non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Ci sono molti atleti puliti che. Una ragazza russa che ho sentito - ha aggiunto - mi ha detto che sapranno solo a fine gennaio se potranno gareggiare. Mi dispiace, sono momenti non molto semplici".

15:36Turchia: 822 arresti per terrorismo in una settimana

(ANSA) - ISTANBUL, 18 DIC - Continuano in Turchia gli arresti di massa sotto lo stato d'emergenza post-golpe. Nell'ultima settimana, sono 822 le persone finite in manette con accuse di terrorismo. Lo rende noto il ministero degli Interni. La maggior parte (575) è sospettata di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Altre 148 sono state arrestate per supposti collegamenti con il Pkk curdo. Nelle operazioni contro il Pkk sono inoltre stati "neutralizzati" 28 combattenti, 9 dei quali uccisi. Detenuti anche 75 sospetti affiliati all'Isis e 24 a gruppi illegali di estrema sinistra. Dal tentato putsch dello scorso anno, in Turchia gli arresti per presunti reati di terrorismo sono più di 50 mila.

15:32Germania: Schulz chiede ministero finanze, Merkel frena

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - I media tedeschi affermano che Martin Schulz rivendicherebbe il ministero delle finanze per l'Spd, nel caso in cui si arrivasse a un governo di Grosse Koalition. Ma Angela Merkel, sollecitata in materia, frena. "Parlare di una distribuzione dei ministeri, non avendo ancora neppure la certezza di costruire insieme un governo, non mi sembra la sequenza giusta", ha affermato, rispondendo alle domande dei giornalisti, in conferenza stampa, rispetto a possibili desiderata dei socialdemocratici. È stato il giornale economico Handelsblatt a scrivere oggi, in prima pagina, che il leader dei socialdemocratici vorrebbe per il suo partito il ministero delle finanze.

15:25Calcio: Coppa Italia, Pasqua arbitra Napoli-Udinese

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Questi gli arbitri, gli assistenti, i IV Ufficiali, i Var e gli assistenti Var per le partite valide per gli ottavi di finale di Coppa Italia in programma da domani: Napoli-Udinese (19/12 ore 21): Pasqua di Tivoli Mondin-Bellutti/Di Paolo/Pairetto-Fiorito); Atalanta-Sassuolo (20/12 h.15): Ghersini di Genova (Rocca-La Notte/Minelli/Giacomelli-Ranghetti); Roma-Torino (20/12 ore 17.30): Calvarese di Teramo(Paganessi-Prenna/Abbattista/Banti-Di Vuolo); Juventus-Genoa (20/12 ore 20.45): Maresca di Napoli (La Rocca-Bindoni/Marini/Mariani-Alassio).

15:20Migranti: ok a progetto per impiego in Scavi Pompei e Reggia

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Una migliore distribuzione dei migranti sul territorio attraverso anche l'impiego sperimentale nei servizi sociali, in particolare in alcune realtà turistiche di grande pregio come gli Scavi di Pompei e la Reggia di Caserta. É il senso del protocollo d'intesa siglato oggi a Napoli con il ministro degli Interni Marco Minniti da 265 sindaci della Campania (il 70% del territorio) per l'accoglienza dei richiedenti asilo. "Un progetto bello e straordinario - ha sottolineato il ministro - che mette in campo una visione comune basata su accoglienza, umanità, integrazione e sicurezza e che se dovesse avere successo renderà migliore non solo la Campania ma l'Italia intera".

15:16Assad, 400 mld dollari di danni materiali dalla guerra

(ANSA) - MOSCA, 18 DIC - I danni materiali del conflitto in Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari: è la stima fatta dal controverso presidente siriano Bashar al Assad e riportata oggi dal vice premier russo Dmitri Rogozin. "Secondo le stime del presidente siriano - ha detto Rogozin - i danni provocati da questa aggressione contro la Siria ammontano a circa 400 miliardi di dollari".

Archivio Ultima ora