Archivio tag | "Mineros"

Tags: , ,

Calcio venezuelano, Andreutti suona la carica: “Pronti per la rimonta”

Pubblicato il 08 dicembre 2017 da redazione

Andreutti si prepara allo scontro con Mineros.

 

CARACAS – Una volta Alessandro Del Piero disse: “Oltre alla condizione fisica occorrono la voglia, la rabbia, la passione, la cattiveria agonistica, la felicità interiore, perché un atleta triste è un atleta che parte sconfitto”.

In questi giorni, la città di Barquisimeto é attorno ai suoi beniamini del Deportivo Lara per dare quella carica in più che gli aiuti a ribaltare l’1-0 subito in casa del Mineros.

Tra i gladiatori che molto probabilmente ci saranno sul campo del Metropolitano di Cabudare c’e l’italo-venezuelano Riccardo Andreutti. Il centrocampista di origine italiana ha parlato su come si sta preparando la sfida all’ombra dell’Obelisco.

“La cosa più importante é che ognuno di noi assuma con responsabilità il suo ruolo in campo. Nel gruppo c’è un ottimo feeling e convinzione che possiamo ribaltare il risultato. Siamo fiduciosi per la gara di domani, dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto finora e saper usare al meglio le armi che ci hanno permesso di essere la miglior squadra del Torneo Clausura. Siamo pronti alla rimonta”.

Nella gara disputata a Puerto Ordaz, la formazione allenata dall’argentino Juan Domingo Tolisano si é imposta per 1-0 contro il Deportivo Lara portandosi avanti nella finale dell’Octagonal. La vittoria é arrivata grazie ad un guizzo vincente di Richard Blanco che al 69º minuto ha tirato fuori dal cilindro un assist perfetto per Nelson Hernández che ha sfruttato al meglio la palla dell’aeroplanino.

Nell’incontro andato in scena sul campo di Cachamay Riccardo Andeutti é subentrato al 75’ al posto di Bernaldo Manzano. Nel ritorno potrebbe essere lui il protagonista: grazie all’esperienza accumulata con le maglie di Deportivo Italia e Caracas sa come affrontare queste gare.

“Personalmente sono convinto che possiamo farcela, nel gruppo si respira un clima tranquillo. Sappiamo che stiamo facendo le cose bene e tutto questo é frutto dell’ottimo lavoro svolto dalla società”.

L’ex Italia e Caracas analiza la situazione in vista del ritorno: “Non possiamo dire che stiamo preparando una gara simile a quella d’andata, in quest’occasione giocheremo in casa e dobbiamo assolutamente lasciare il segno”.

Andreutti ha fatto il punto anche sul Mineros: “Richard Blanco é uno dei migliori attaccanti degli ultimi anni, Charlis Ortiz sta vivendo un momento stellare, Francisco Flores ha tanta esperienza. Tutti stanno giocando molto bene, per cui domani sarà un match dove é vietato sbagliare. Noi siamo fiduciosi di poter mantenere la nostra porta inviolata”.

Il calciatore di origine italica sa che in questo tipo di gare è necessario  sangue freddo. “Bisogna capire che nonostante abbiamo disputato un ottimo campionato, adesso siamo chiamati a dare il massimo. Questa é la gara più importante nella storia di questa società. Il primo scudetto non conta, dato che l’hanno vinto senza lasciare scampo a nessuno”.

L’appuntamento per capire chi sarà il campione del Torneo Clausura é fissato per domani alle 15:00 sul campo del Metropolitano di Cabudare.

(Fioravante De Simone)

 

Commenti (0)

mineros esultanza gol vs lara

Tags: , ,

Calcio venezuelano: Mineros dà il primo passo verso il “biplete”

Pubblicato il 04 dicembre 2017 da redazione

Mineros

E’ festa per i giocatori del Mineros.

 


CARACAS – A Puerto Ordaz, dopo i primi sei mesi di questo 2017 nessuno avrebbe immagino che sarebbe stato un anno da favola. Tra i mesi di gennaio e giugno si é disputato il Torneo Apertura ed il Mineros ha chiuso il primo semestre fuori dalla migliori otto.

Adesso, la società neroazzurra non solo ha chiuso il Torneo Clausura tra le migliori otto, ma potrebbe anche fare l’accoppiata: Coppa Venezuela (vinta mercoledì contro lo Zamora) – Campionato.

Ieri la formazione allenata dall’argentino Juan Domingo Tolisano si é imposta per 1-0 contro il Deportivo Lara portandosi avanti nella finale dell’Octagonal. La vittoria é arrivata grazie ad un guizzo vincente di Richard Blanco che al 69º minuto ha tirato fuori dal cilindro un assist perfetto per Nelson Hernández che ha sfruttato al meglio la palla dell’aeroplanino.

“Grazie ad un’ottima giocata colettiva siamo riusciti a segnare. Durante la stagione abbiamo dimostrato che abbiamo una difesa di ferro, credo che questo é stato uno dei fattori che si ha aiutato in tutto il campionato” ha dichiarato a fine partita Hernández.

Nonostante il ko il Deportivo Lara ha tutte le carte in regola per ribaltare la situazione nella gara di ritorno. A suonare la carica per spronare i suoi compagni ci pensa Lucas Gómez: “Questa storia non é ancora finita, dobbiamo ribaltare la situazione in casa. Per il ritorno tutto é ancora possibile”.

In questa sfida la nostra collettività é stata rappresentata da Giacomo Di Giorgi (ha disputato l’intera partita) e Riccardo Andeutti (subentrato al 75’ al posto di Bernaldo Manzano).

La gara di ritorno é in programma per sabato alle 15:00 sul campo dello stadio Metropolitano di Cabudare. La vincente sfiderà nella finale scudetto il Monagas (campione del Torneo Apertura).

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , ,

Calcio venezuelano: Mineros-Lara, una finale che promette scintille

Pubblicato il 02 dicembre 2017 da redazione

Fasi di gioco nella partita Mineros-Lara

 


CARACAS – Domani sul campo dello stadio Cachamay di Puerto Ordaz ci sarà la gara d’andata della finale del Torneo Clausura tra Mineros e Deportivo Lara.

La gara di Puerto Ordaz metterà a confronto le due squadre più regolari dei questo semestre. I neroazzurri hanno chiuso la fase a gironi al secondo posto con 34 punti frutto di 10 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. Mentre il Deportivo Lara ha chiuso al primo posto con 36 punti dopo aver messo in cassa 10 vittorie, 6 pareggi ed una sconfitta. Questa sarà la prima volta, da quando é stato instaurato il sistema dell’octagonal, che in finale si sfideranno la prima e la seconda della classe della regular season.

La formazione allenata dall’argentino Juan Domingo Tolisano nell’octagonal ha avuto la meglio su Deportivo La Guaira (globale 3-2) e Carabobo (1-0).

In questo periodo i neroazzurri hanno dovuto fare a meno di calciatori come Luis Romero (portiere titolare) e Julio ‘taca’ Machado. Ma per fortuna dei ‘sureños’ i loro sostituti hanno risposto alla perfezione, come l’estremo difensore Mario Santilli ed i difensori Anthonys Matos e José Marrufo.

La caratteristica della squadra allenata da Tolisano é il possesso palla e il cinismo in area avversaria: inoltre Charlis Ortiz ed Argenis Gómez sono in un ottimo stato di forma. Senza dimenticarci dell’aeroplanino Richard Blanco. A loro vanno aggiunti gli assi nella manica Rolando Escobar e Rodderyk Perozo.

I Mineros salteranno sul terreno di gioco dello stadio di Cachamay con il morale alle stelle dopo aver conquistato la Coppa Venezuela. Smaltita la sbornia per quel sucesso, i ragazzi di Tolisano sognano l’accoppiata Coppa-Torneo Clausura.

Sull’altra sponda il Deportivo Lara, che durante tutto il Torneo Clausura ha dimostrato avere tutte le carte in regola per portare a casa la coppa. La finale conquistata dai rossoneri é frutto di un’ottima campagna acquisti, infatti Lucas Gómez, José Caraballo e Carlos Sierra hanno firmato 18 dei 22 gol segnati dal Lara tra le mura del Metropolitano in questo Clausura.

Il rossoneri arrivano alla finale dopo aver disputato un Torneo Apertura catastrofico, dove erano scivolati dal primo al dodicesimo posto. Per il Clausura società e staff tecnico si sono preparati per lavare l’onta e dimostrare che sono una delle big della Primera División, al momento ci sono riusciti.

Nel Deportivo Lara la nostra collettività sarà rappresentata da Giacomo De Giorgi e Riccardo Andreutti.

Probabili Formazioni

Mineros de Guayana: Santilli; Faría, Mathos, Marrufo, Granados; Pol, Flores; Escobar, A. Gómez; Ortiz e Blanco.

Deportivo Lara: Salazar; Carillo, Pernía, Di Giorgi, Aponte; Sierra, Andreutti; Valderrey, Caraballo; J González e L Gómez.

Stadio: CTE Cachamay en Puerto Ordaz.. Fischio d’inizio: 17:00

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , ,

Mineros vince la Coppa Venezuela, battuto lo Zamora 4-3

Pubblicato il 30 novembre 2017 da redazione

Mineros festeggia la Coppa Venezuela.

 

CARACAS – Mineros de Guayana e il Gremio di Porto Alegre hanno molte cose in comune. Intanto ieri sera entrambe hanno alzato alzato al cielo un trofeo: nel caso dei venezuelani la Coppa Venezuela, mentre i brasiliani si sono aggiudicati la Coppa Libertadores dopo aver battuto il Lanús. Entrambe le formazioni hanno vinto la loro terza coppa. Inoltre le unisce anche un vincolo storico: quando nel 1981 fu fondato il Mineros i colori delle magliette furono scelti proprio in onore del Gremio.

Ieri sera, i Mineros de Guayana si sono aggiudicati la Coppa Venezuela dopo aver battuto per 4-3 lo Zamora.

Durante i primi 60 minuti di gioco i neroazzurri hanno dominato la gara senza lasciare scampo ai llaneros. L’egemonia della squadra allenata da Juan Domingo Tolisano é stata tale che si sono portati sul 4-0. A lasciare il segno per il Mineros ci hanno pensato Rolando Escobar (14’), Richard Blanco (33’) e Charlis Ortiz (46’ e 52’).

Dal 60esimo in poi si é svegliata la furia llanera sfiorando addirittura l’impresa del 4-4. I marcatori zamorani sono stati: Anthony Uribe (64’) e Rodolfo Marcano (74’ e 83’).

E così il Mineros mette in bacheca la sua terza Coppa Venezuela. In precedenza aveva vinto questo torneo nelle edizioni del 1985 quando superò il Deportivo Táchira e nel 2011 il Trujillanos.

“Abbiamo vinto questo trofeo dopo tanti anni di astinenza. Questo trofeo é frutto di tanto lavoro e sacrificio. Adesso dobbiamo subito voltare pagina e pensare alla gara di domenica contro il Lara” ha dichiarato a fine gara Ortíz.

Domenica sul campo dello stadio Cachamay di Puerto Ordaz andrà in scena la gara d’andata della finale del Torneo Clausura tra Mineros e Deportivo Lara. Sette giorni dopo ci sarà la rivincita a Barquisimeto. La vincente di questo doppio confronto sfiderà il Monagas (vincitore del Torneo Apertura) nella finale scudetto.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Zamora-FC_vs_AC-Mineros_Apertura-20172

Tags: , , ,

Mineros o Zamora, chi porterà a casa la Coppa Venezuela?

Pubblicato il 29 novembre 2017 da redazione

Zamora Mineros

In azione nella partita Zamora-Mineros nel Torneo Apertura.

 


CARACAS – Oggi alle 19:00, lo stadio Cachamay di Puerto Ordaz farà da cornice alla gara di ritorno della finale di Coppa Venezuela tra Mineros de Guayana e Zamora. All’andata hanno pareggiato 1-1.

I padroni di casa scenderanno in campo con l’intenzione di aggiudicarsi la Coppa Venezuela e continuare a sognare nell’accoppiata Coppa nazionale-Torneo Clausura.

Dopo la gara d’andata disputata a Barinas, la squadra allenata dall’argentino Juan Domingo Tolisano é stata impegnata nell’octagonal dove ha avuto la meglio su Deportivo La Guaira (globale 3-2) e Carabobo (1-0).

In questo periodo la formazione allenata dal mister argentino ha dovuto fare a meno di calciatori come Luis Romero (portiere titolare) e Julio ‘taca’ Machado. Ma per fortuna dei neroazzurri i loro sostituti hanno risposto alla perfezione, come l’estremo difensore Mario Santilli ed i difensori Anthonys Matos e José Marrufo.

La caratteristica della squadra allenata da Tolisano é il possesso palla e il cinismo in area avversaria: inoltre Charlis Ortiz ed Argenis Gómez sono in un ottimo stato di forma. Senza dimenticarci dell’aeroplanino Richard Blanco. A loro vanno aggiunti gli assi nella manica Rolando Escobar e Rodderyk Perozo.

“Sappiamo che sarà una gara difficile, però partiamo con il leggero vantaggio del risultato ottenuto a Barinas. Durante questo torneo abbiamo capito che ottenendo 4 punti contro le nostre avversarie avanzaviamo di turno. Cercheremo di vincere la gara senza speculazioni e vogliamo che tutto si risolva a nostro favore” ha spiegato il mister Juan Domingo Tolisano

Con il supporto dei suoi tifosi Mineros de Guayana tenterà di mettere in bacheca la sua terza Coppa Venezuela. In precedenza aveva vinto questo torneo nelle edizioni del 1985 e 2011. Per riuscire in questa impresa dovrà pareggiare 0-0 o vincere. In caso che il match finisse 1-1 si andrà ai supplementari.

Come piccolo aneddoto troviamo che Mineros non ha mai perso una gara di ritorno interna nella Coppa Venezuela.

Sull’altra sponda c’è lo Zamora che dal 2013 ha sempre messo in bacheca almeno un trofeo, in questo 2017 l’unica chance di allungare questa scia positiva é vincendo la Coppa Venezuela.

Per preparare la gara di Cachamay, la formazione allenata da José Alí Cañas ha avuto a disposizione sedici giorni. Ricordiamoci che è stata eliminata dal Deportivo Lara nei quarti di finale dell’Octagonal del Torneo Clausura.

“Questi giorni ci sono serviti per riprenderci nell’aspetto físico. Stavamo affrontando i due tornei con una rosa ridotta e ciò ha pesato alla fine. Adesso affronteremo questa gara con molto ottimismo” ha dichiarato il centrocampista Luis Merlo.

Dal canto suo, il mister Cañas ha confessato: “Le finali sono diverse, sono match molto intensi. Bisogna essere molto concentrati, ci sono più contrasti e bisogna cercare di commettere pochi errori. Chi riuscirà ad essere più preciso porterà a casa la coppa. Io ho a disposizione una rosa molto giovane, per molti di loro sarà la prima finale in carriera. Ma questo non rappresenta uno svantaggio, anzi i ragazzi scenderanno in campo con la voglia di vincere. Vogliono mettersi in mostra. Avremo una bella occasione per fare storia”.

Lo Zamora cercherà di mettere in bacheca la sua seconda Coppa Venezuela, in precedenza aveva vinto questo trofeo nel 1980 sotto il nome di Atlético Zamora.

E’ vero che il Mineros può fidare in uno score positivo giocando le gare di ritorno in casa, ma hanno in contro la cabala del 29 novembre. Durante la loro storia i neroazzurri hanno disputato 6 gare in questa data e hanno subito soltanto ko: Caracas-Mineros 3-2 (1987), Mineros-Anzoátegui 0-1 (1995), Nacional-Mineros 2-0 (1998), Guaros-Mineros 3-1 (2007), Estudiantes de Mérida 3-1 (2009) e Mineros-Zamora 2-3 (2015).

Tra novanta minuti o qualcosa in più scoprimero chi porterà a casa la Coppa e se si aggiungeranno nuovi episodi agli almanacchi del calcio venezuelano.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , , , ,

Calcio venezuelano: Monagas batte il Lara e sogna la finale

Pubblicato il 20 novembre 2017 da redazione

L’esultanza di Anthony Blondell dopo il gol.

 

CARACAS – Questo fine settimana nelle città di Maturín e Valencia sono andate in scena le semifinali dell’Octagonal del Torneo Clausura.

Il Monagas ha approfittato del fattore campo per iniziare a spianare la strada verso la finale battendo per 1-0 il Lara. Il gol della formazione orientale é arrivato grazie al rigore trasformato da Anthony Blondell al 46esimo del primo tempo. Per Blondell é la 23esima rete stagionale e si conferma in vetta alla classifica dei goleador.

Questa vittoria serve non solo per dare un leggero vantaggio ai guerreros de Guarapiche, ma anche per allungare la scia positiva di Alain Baroja che vanta il primato di 20 gare consecutive senza sconfitte in Primera División. In questo periodo di tempo ha uno score di 14 vittorie e 6 pareggi. L’ultimo ko risale all’otto marzo 2015 ai tempi del Caracas, allora la sua squadra fu battuta dal Deportivo Lara.

Da segnalare anche che le ultime sconfitte del Lara sono arrivate proprio sul campo di Maturín: 2-0 l’undici maggio 2017 e quella di sabato.

A fine gara Jhonny Ferreira, mister del Monagas, ha dichiarato: “Siamo molto motivati per il fatto di poter raggiungere un’ennesima finale. Ma al momento non abbiamo ancora vinto nulla, ed abbiamo questo molto chiaro”.

A Maturín hanno rappresentato la nostra collettività Giacomo Di Giorgi (in campo l’intera partita) e Riccardo Andreutti (subentrato all’83 al posto di Jesús González).

Nell’altra semifinale sul campo del Misale Delgado della città di Valencia Carabobo e Mineros hanno pareggiato 0-0. Dopo il triplice fischio dell’arbitro il portiere granata Edixon González raggiunge quota 357 minuti senza subire reti nell’octagonal. Il record attuale é di Luis Rojas con la maglia del Deportivo La Guaira stabilito nel 2015.

Mentre il Mineros non vince in trasferta, in una gara valevole per l’octagonal, da cinque giornate. Il primato é del Táchira con sei.

La settimana prossima appuntamento a Barquisimeto e Puerto Ordaz rispettivamente per Deportivo Lara-Monagas e Mineros-Carabobo.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: ,

Calcio venezuelano: Mineros sogna l’accoppiata Clausura-Coppa Venezuela

Pubblicato il 01 novembre 2017 da redazione

Gioia in campo nelle fila del Mineros.

 

CARACAS – Occasione d’oro per il Mineros di mister Juan Domingo Tolisano che vuole confermare il suo ottimo momento in campionato (34 punti in 17 gare disputate) dove ha chiuso la stagione regolare al secondo posto e  ad un passo dalla capolista Deportivo Lara (36).

Stasera nello stadio Brigido Iriarte (calcio d’inizio ore 19.00) Richard Blanco e compagni proveranno a strappare il pass per la finale di Coppa Venezuela, competizione che, se vinta, spalanca le porte della Coppa Suramericana.

Avversario di turno l’Estudiantes de Caracas che per il secondo anno di fila si presenta in semifinale. L’anno scorso gli accademici arrivarono fino in finale dove furono battuti per 2-0 dallo Zulia, ma nonostante il ko parteciparono alla manifestazione continentale al posto dei lagunari che, grazie alla vittoria nel Clausura, si qualificarono per la prestigiosa Coppa Libertadores.

I tifosi del Mineros sognano la grande impresa: quella di emulare la prestazione dello Zulia che l’anno scorso riuscì nell’accoppiata Clausura-Coppa Venezuela.

Sul campo dello stadio Brigido Iriarte il Mineros si presenterà con un vantaggio di 2 gol grazie alla vittoria 2-0 ottenuta la scorsa settimana a Puerto Ordaz. Dal canto suo, l’Estudiantes spera di poter ribaltare la storia e di giocare per il secondo anno di fila la finale della Coppa Venezuela.

Nell’altra semifinale, sul campo La Carolina di Barinas, si sfideranno Zamora ed Ureña. I bianconeri si presenteranno a questa sfida con il morale alle stelle dopo aver ottenuto a sopresa la qualificazione per l’Octagonal del Torneo Clausura. Il risultato in campionato é la dimostrazione che la cura Alí Cañas é servita per far rinascere i llaneros.

“Non possiamo farci prendere dall’emozione. Dobbiamo giocare gara dopo gara ed affrontare le situazioni che si presenteranno. Contro l’Ureña dobbiamo mantenere la stessa attitudine che abbiamo mostrato fino ad ora per qualificarci per la finale”.

Sull’altra sponda c’é l’Ureña che per poter continuare a sognare dovrà vincere o pareggire con più di due gol.

I gialloverdi sono una delle soprese della Coppa Venezuela: per arrivare in semifinale ha eliminato formazioni del calibro di Deportivo Táchira, Estudiantes de Mérida e Zulia.

Il fischio d’inizio nella città di Barinas é previsto per le 19:30.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , , , , , , ,

Calcio venezuelano: Al via l’Octagonal del Torneo Apertura

Pubblicato il 10 maggio 2016 da redazione

octagonal-final

CARACAS – Si torna in campo nel Torneo Apertura con l’Octagonal. Zamora, Deportivo Táchira, Deportivo Anzoátegui, Deportivo La Guaira, Caracas, Mineros, Aragua e Trujillanos lotterano fino alla fine del mese per mettere in bacheca il trofeo di campione. La squadra che riuscirá ad alzare la coppa il prossimo 29 maggio avrà garantito un posto nella fase a gironi della Coppa Libertadores 2017 ed uno dei due posti per la finale scudetto che si disputerá a fine anno.

In questa sorta di play off si sfideranno la prima contro l’ottava, la seconda contro la settima, la terza contro la sesta ed infine la quarta contro la quinta. Vale a dire: Zamora-Trujillanos, Deportivo Táchira-Aragua, Deportivo Anzoátegui-Mineros e Deportivo a Guaira-Caracas.

Nello stadio Giuseppe Antonelli, l’Aragua sfida il Deportivo Táchira. La formazione di Maracay ha inanellato quattro vittorie consecutive: prestazione che gli ha permesso di timbrare il biglietto per l’Octagonal. Dal canto suo il ‘carrusel aurinegro’, nello stesso numero di gare ha racimolato due vittorie, un pari ed un ko (proprio contro i rivali di oggi).

I precedenti tra queste due squadre sono 26, con un bilancio di 4 vittorie per i giallorossi, 8 pareggi e 14 succesi per i gialloneri. Nella cosidetta ‘ciudad jardín’ si sono sfidati in 14 opportunitá con un saldo di 4 vittorie per i padroni di casa, 7 pari ed in tre occasioni il Táchira ha espugnato il campo di Maracay. L’ultima volta che si sono affrontati l’incontro é stato vinto per 2-0 dall’Aragua, ma c’é da segnalare che i gialloneri sono scesi in campo con una squadra rabberciata, con diversi giocatori della primavera, a causa dell’impegno in Coppa Libertadores.

A Puerto Ordaz, il Danz andrá a far visita al Mineros. Si prevede un must del calcio da degustare dal fischio d’inizio fino al novantesimo. La formazione orientale ha avuto un’andatura costante durante la Regular Season del Torneo Apertura, mentre il percorso dei neroazzurri é stato in crescendo. Durante la loro storia, si sono affrontati in 24 occasioni, con 10 vittorie per il Mineros, 5 pareggi e 9 successi per l’Anzoátegui.

Durante la stagione regolare, la vittoria é andata nella casella dei neroazzurri, dopo i 90’ la gara si é chiusa sul 4-1. Ma c’é da dire, che il Danz é un rivale ostico per il Mineros: negli ultimi precedenti in match ad eliminazione diretta ha avuto la meglio la formazione orientale. Il vincitore di questo incrocio sfiderá nella fase successiva una tra Aragua e Táchira.

Lo stadio Olímpico della Ucv, sará lo scenario dell’incontro tra Caracas e Deportivo La Guaira. Il Clásico capitalino é andato in scena in 18 occasioni con un bilancio di 11 vittorie per i ‘rojos del Ávila’, 3 pareggi e 4 sucessi per la ‘maquinaria naranja’. Giocando come squadra di casa, il Caracas ha portato a casa i tre punti in 6 occasioni ed é stato sconfitto in 2 opportunitá. Nella stagione regolare, la gara tra queste due formazioni si é chiusa sullo 0-0.

Nel Fortino del José Alberto Pérez, il Trujillanos ospita lo Zamora. ‘Guerreros de la Montaña’ e ‘Llaneros’ si sono affrontati in 30 occasioni con un bottino di 8 trionfi per la squadra di Valera, 7 pareggi e 15 successi per i bianconeri. Nella stagione regolare, la squadra allenata dall’italo-venezolano Francesco Stifano si é imposta per 3-1. Ma c’é da segnalare, che nelle sfide ad eliminazione diretta, il Trujillanos ha un’ottima performance, con un bilancio di 4 qualificazioni ed una eliminazione, e proprio contro lo Zamora.

Zamora, Deportivo Táchira, Deportivo Anzoátegui e Deportivo La Guaira, che hanno chiuso la stagione nelle prime quattro posizioni avranno l’opportunitá di chiudere la pratica qualificazione tra le mura amiche.

(Fioravante De Simone/Voce)

Commenti (0)

Ultima ora

23:26Vino adulterato: pm chiede rinvio a giudizio per 9 persone

(ANSA) - FIRENZE, 23 GEN - Commercializzavano vino di bassa qualità, adulterato con l'aggiunta di alcol, che poi veniva venduto come Chianti doc, Brunello di Montalcino o Sassicaia. Al termine dell'inchiesta condotta dai carabinieri del Gruppo tutela della salute di Roma e del Nas di Firenze e coordinata dalla Dda fiorentina, il pm Giulio Monferini ha chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone. Il gip Fabio Frangini ha fissato la prima udienza il 5 aprile. L'inchiesta, avviata nel 2015, portò all'arresto di 3 persone (poi ai domiciliari) mentre altre 7 vennero iscritte nel registro degli indagati. Le accuse vanno dall'associazione per delinquere per frode in commercio alla contraffazione di marchio e origine del vino, dalla frode in commercio alla vendita di sostanze non genuine e riciclaggio. Il vino dopo essere adulterato veniva imbottigliato in un'azienda di Empoli, dove poi erano apposte false etichette prima di inviarlo a dei depositi in Lazio e Emilia Romagna. Da qui partiva per l'estero, in particolare per il Costa Rica.

23:15Fotografia: ‘Sangue bianco’,leucemia raccontata con immagini

(ANSA) - SIENA, 23 GEN - Immagini in mostra, accompagnate dalle parole di un libro, per raccontare la vita con la leucemia. E' 'Sangue bianco', esposizione della fotografa Marta Viola al via dal 2 febbraio alla galleria Seipersei di Siena. Poco più di un anno dopo il trapianto, Viola ha documentato con una serie di scatti la sua esperienza con la malattia, componendo una sorta di personale diario visivo, arricchito da pensieri messi nero su bianco. "La fotografia e la scrittura sono stati i mezzi utilizzati per vivere le mie giornate dopo la diagnosi di leucemia acuta mieloide - spiega Marta -. Inizialmente l'idea di fotografare si è imposta a causa di un disturbo visivo: tra i vari effetti della malattia c'erano anche fluorescenze e sfocature. Ho pensato di fare foto ogni volta che intravedevo qualcosa che mi incuriosiva, così avrei avuto modo di vederlo bene quando sarei stata meglio". Fotografa professionista, classe 1986, Viola lavora per cooperative sociali e associazioni, oltre che nel campo della comunicazione.

21:56Consiglio Liguria unito nel dire sì all’autonomia

(ANSA) - GENOVA, 23 GEN - Il Consiglio regionale della Liguria ha approvato all'unanimità dei votanti (Rete a sinistra /LiberaMente Liguria, gruppo di opposizione, non ha partecipato al voto) una risoluzione per chiedere una maggiore autonomia della Liguria dallo Stato. Il documento, sottoscritto da maggioranza e opposizione, impegna la Giunta Toti a "proseguire il confronto con il Governo per definire i contenuti di un'intesa, con il coinvolgimento del Consiglio regionale". "Abbiamo approvato all'unanimità il documento sull'autonomia - dice il governatore Giovanni Toti - Siamo in marcia, tutti insieme, verso un futuro di maggiore efficienza, libertà e vicinanza della politica ai cittadini". "Prendiamo atto della mancanza di volontà da parte di Toti a dare la parola ai cittadini attraverso un referendum sull'autonomia", commenta il M5S. Il Pd ha espresso soddisfazione per "l'approvazione all'unanimità di una sua mozione sull'autonomia finanziaria dei porti liguri che consentirà di finanziare opere infrastrutturali strategiche".

21:48Strage bus ungherese su A4:presentata denuncia contro ignoti

(ANSA) - VERONA, 23 GEN - Una piastra di ferro in disuso, con pezzi sporgenti, che sarebbe stata presente sull'autostrada al di la' del guardrail, è l'elemento che ha portato l'Associazione Italiana familiari vittime della strada a presentare in Procura a Verona una denuncia contro ignoti, per disastro colposo, in relazione all'incidente del 20 gennaio 2017 che vide 16 studenti ungheresi morire nel rogo del loro pullman. Basandosi su un documento redatto da esperti ungheresi, sarebbero state individuate - sostiene l'Aifvs - presunte responsabilità "da parte del gestore del tratto autostradale, dei progettisti e dei manutentori". Stando a questa ipotesi, la piastra di ferro in disuso, presente sul luogo dell'incidente, potrebbe aver causato l'esplosione degli pneumatici del bus, che contribuì a modificarne la traiettoria in uscita di strada, portandolo a schiantarsi contro il pilone della A4 e incendiandosi. Per quel disastro è indagato per omicidio stradale l'autista del pullman, un 52enne ungherese, che sopravvisse all'incidente.

21:42Tramvia: Firenze, tratto nuove linee da rifare, già smontato

(ANSA) - FIRENZE, 23 GEN - Un tratto dei binari delle nuove linee tramviarie in corso di realizzazione a Firenze nell'area vicina alla stazione, dovrà essere smontato e ricostruito da capo: ne dà notizia Tram spa, la società che sta curando i lavori, spiegando che lo "smontaggio, iniziato oggi, si è reso necessario perché le procedure di qualità hanno verificato difformità rispetto al progetto nell'esecuzione dei lavori". Si tratta di un segmento di circa 25 metri tra via Valfonda, Villa Vittoria e piazza Bambine e Bambini di Beslan. La difformità riscontrata, informa Tram spa, "consiste in un dislivello di circa 10 centimetri che dovrà essere riportato alla quota di progetto. In concreto i binari saranno smontati, si procederà alla demolizione puntuale della soletta che poi sarà rifatta alla giusta quota". Le operazioni dureranno due settimane. Per l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti: "ci preoccupa molto. Ma abbiamo chiesto e ricevuto rassicurazione sul rispetto dei tempi dei lavori".

21:29Uccide moglie e si spara: giorno dopo paese sotto choc

(ANSA) - CASERTA, 23 GEN - Conflitti in famiglia con radici lontane, ma anche un lavoro che non c'era più e che rendeva il futuro sempre più grigio. Questo avrebbe spinto il 48enne Davide Mango, ex attivista di Forza Nuova, a rendersi protagonista ieri di un pomeriggio di terrore a Bellona, nel Casertano. L'uomo, una ex guardia giurata, ha ucciso la moglie Anna Carusone e ferito alcune persone sparando dal balcone della sua abitazione; si è poi barricato in casa e dopo 4 ore di trattative con i carabinieri si è sparato un colpo alla testa ed è morto. Oggi la comunità del piccolo paesino ubicato nella campagna attorno a Capua, mai toccato da vicende di cronaca così clamorose e poco coinvolto anche in episodi di microcriminalità, è sotto choc. "E' una tragedia di cui nessuno sa spiegare i motivi - dice il sindaco Filippo Abbate - anche perché non c'è nessuna denuncia penale a carico di Mango, né segnalazioni ai servizi sociali del nostro Comune per quanto riguarda l'unica figlia minore della coppia che è riuscita a salvarsi".

21:25Sparatoria in scuola Kentucky, 2 morti e 19 feriti

(ANSA) - WASHINGTON, 23 GEN - Due morti e 19 feriti, di cui 14 per colpi d'arma da fuoco: è l'ultimo bilancio fornito dal governatore del Kentucky Matt Bevin sulla sparatoria in una scuola superiore di Benton. La persona arrestata è uno studente di 15 anni.

Archivio Ultima ora