Archivio tag | "olimpiadi"

olimpiadi italiano

Tags: ,

Aperte le iscrizioni alle Olimpiadi di Italiano

Pubblicato il 05 gennaio 2018 da redazione

olimpiadi italiano

 

CARACAS – È giá disponibile il Regolamento dell’8va. Edizione delle Olimpiadi di Italiano, una gara organizzata dal Ministero dell’Istruzione a livello nazionale e internazionale, con la collaborazione del Comune di Firenze, il Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e gli Uffici Scolastici Regionali, l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la storia della lingua italiana (ASLI), l’Associazione degli Italianisti (ADI) e la partecipazione del Premio Campiello Giovani.

Alla competizione potranno partecipare gli istituti secondari di secondo grado, le finali si svolgeranno nella “Giornata della Lingua Italiana” un evento culturale per valorizzare la lingua e cultura italiana. La Rai in collaborazione con Rai Cultura, Radio3 e Rai Italia si incaricheranno della copertura mediatica dell’evento.

I principali obiettivi di questo evento sono: accrescere il desiderio di studio e conoscenza della lingua e cultura italiana tra gli studenti, incentivare la motivazione e migliorare la padronanza dell’idioma e per ultimo promuovere e dar valore al merito degli studenti, nell’ambito della conoscenza linguistica italiana.

Sono comprese 4 categorie: Junior, Senior, Junior Estero, Senior Estero, in gare individuali dove parteciperanno gli studenti degli istituti secondari di secondo grado italiani, statali e paritari, delle scuole italiane all’estero di pari grado, delle sezioni italiane funzionanti in scuole straniere e internazionali all’estero, e delle scuole straniere in Italia. Sul sito  http://www.olimpiadi-italiano.it, le scuole italiane all’estero possono iscriversi nelle diverse aree formative entro il 23 gennaio 2018.

Modalità di partecipazione:

Per tutte le scuole italiane all’estero e quelle straniere in Italia, la selezione dei finalisti (categorie Junior estero e Senior estero) avverrà in un’unica fase, coincidente con la data delle semifinali, fissata per il giorno martedì 27 febbraio 2018, salvo alcune eccezioni che saranno prese in considerazione dal Maeci, considerando i diversi fusi orari ed esigenze dettate dai diversi calendari scolastici. La competenza si terrà nei singoli istituti scolastici di appartenenza. Saranno 4 gli studenti finalisti: i primi 2 classificati internazionali della cartegoria Junior Estero e gli altri due primi classificati internazionali della categoria Senior Estero.

I 4 vincitori parteciperanno alla finale nazionale stipulata per mercoledì 28 marzo 2018 a Firenze nella “Giornata della lingua italiana”.

Il regolamento si può consultare qui:

Angelo Di Lorenzo TwitterFacebook

 

Commenti (0)

Tags: ,

Olimpiadi, Renzi attacca i grillini: “Abbiamo perso la partita per paura”

Pubblicato il 14 settembre 2017 da ansa

Matteo Renzi

ROMA – “Ci sono dei momenti in cui ciò che non si è fatto fa più male di ciò che si è fatto. Oggi fa male, terribilmente male, la decisione del Cio di assegnare le Olimpiadi a Parigi nel 2024 e a Los Angeles nel 2028. Le due città, un anno fa, erano considerate molto indietro rispetto a Roma, che era la favorita per l’assegnazione. Ma poi il Movimento Cinque Stelle ha deciso di bloccare Roma”.

Lo scrive il segretario del Pd Matteo Renzi nella sua newsletter Enews. “Due miliardi di dollari che potevano essere spesi sulle periferie della città eterna hanno preso la destinazione Parigi. E noi ci ritroviamo con una partita persa per paura, neanche giocata. A me questa scelta fa male. Si può perdere sul campo, non ritirarsi per paura. Dire di no alle Olimpiadi per paura della corruzione ha voluto dire darla vinta ai ladri che, evidentemente, possono ipotecare il futuro di un’intera generazione”, aggiunge.

Commenti (0)

Tags: , , ,

Doping: presto il verdetto su Pechino 2008

Pubblicato il 19 maggio 2016 da redazione

IOC president, German Thomas Bach, speaks during the presentation of the book 'Presidente Samaranch. Los 21 años de la presidencia que cambiaron el deporte' (lit. President Samaranch. 21 years of Presidency that changed sports) at the Spanish Olympic Committee in Madrid, Spain, 13 May 2016.  EPA/Luca Piergiovanni

IOC president, German Thomas Bach, speaks during the presentation of the book ‘Presidente Samaranch. Los 21 años de la presidencia que cambiaron el deporte’ (lit. President Samaranch. 21 years of Presidency that changed sports) at the Spanish Olympic Committee in Madrid, Spain, 13 May 2016. EPA/Luca Piergiovanni

ROMA. – Il ciclone del doping si abbatte nuovamente sul mondo dello sport, e proprio nell’anno olimpico, e rischia di provocare un notevole danno d’immagine, oltre che quello concreto. Le nuove metodologie di controllo, e la possibilità di effettuare nuovi test fino ad otto anni di distanza, stanno facendo emergere novità inquietanti.

Così è confermato che ai Giochi di Pechino 2008 31 atleti di 12 paesi e 6 diverse discipline gareggiarono dopati e ora, se risulteranno positivi anche alle controanalisi, verranno squalificati e privati delle medaglie nel caso fossero saliti sul podio. I nomi si sapranno nella prima metà di giugno.

Intanto vanno avanti anche i controlli su 250 campioni biologici di Londra 2012, e anche qui sarebbero in arrivo sorprese. Detto che si lavora anche sul fronte degli atleti del Kenya, e archiviato, almeno così sembra, lo scandalo Meldonium, il caso più grave è quello del presunto doping di Stato messo in atto dalla Russia nell’Olimpiade invernale di casa, ovvero Sochi 2014, con tanto di manipolazione o scambio di provette e l’intervento perfino di personaggi dei servizi segreti di Mosca.

Il presidente del Cio Thomas Bach ha parlato di “un livello inimmaginabile di criminalità” per descrivere la gravità della situazione, mentre il New York Times ipotizza l’entrata in scena della magistratura penale americana, che già ha avuto l’effetto di un ciclone sulla Fifa.

In ogni caso, se certe accuse verranno approvate, è in arrivo una pioggia di squalifiche, anche a vita secondo Bach, e si arriva a ipotizzare l’esclusione “in toto” (quindi non solo nell’atletica) della Russia da Rio 2016. Ciò anche se il presidente del Cio ha precisato che l’eventuale bando non riguarderà il comitato olimpico di Mosca ma le singole federazioni.

Da Praga arriva anche il commento di uno che di vittorie alle Olimpiadi se ne intende, ovvero Usain Bolt che gareggerà venerdì nei 100 ad Ostrava. “Quelle riguardanti Pechino 2008 e altre vicende – è il commento della leggenda giamaicana – sono davvero brutte notizie. Però faccio i complimenti alla Wada, l’agenzia mondiale antidoping, che sta facendo un ottimo lavoro riuscendo a rendere più pulito il mondo dello sport. Ora possiamo dire che chi bara poi verrà scoperto”.

Commenti (0)

Tags:

Roma 2024: guida a Montezemolo, ”fantasia e innovazione”

Pubblicato il 10 febbraio 2015 da redazione

Roma 2024:è ufficiale,Montezemolo presidente comitato

ROMA. – L’annuncio era nell’aria ma oggi è stato reso ufficiale: Luca Cordero di Montezemolo guiderà la squadra che cercherà di riportare a Roma i Giochi Olimpici del 2024. Dopo l’incontro di ieri al Foro Italico, è stato il n.1 del Coni, Giovanni Malagò a comunicare, a margine della Giunta, l’ingaggio “a titolo gratuito” del presidente dell’Alitalia ed ex di Ferrari. “Mi metto a disposizione con grande entusiasmo, questa è una sfida che si vince con l’innovazione e la creatività”, commenta all’Ansa il neo presidente del comitato promotore. A motivare il suo arruolamento è lo stesso Malagò: “credo che in Italia non esista nessuno all’estero con la sua popolarità, una considerazione della persona alta e significativa. Non è stato mai preso in considerazione nessun altro nome. Può dare una mano al Paese, per un fine così importante per le nuove generazioni”. E Montezemolo è pronto alla sfida: “Mi metto a disposizione con grande entusiasmo per contribuire e portare in Italia il più grande ed importante avvenimento sportivo del Mondo, chiamando a raccolta le straordinarie eccellenze e l’orgoglio del nostro Paese”. Mancano una-due figure per chiudere la squadra (“vorrei una donna”, l’auspicio di Malagò), ma il suo vice si sa che è Luca Pancalli, n.1 del Cip, che curerà i rapporti con gli enti locali. “Era un impegno che avevo preso con Marino – spiega Malagò -. Esordirà domani con un incontro in Campidoglio, dove si sta allestendo una task force”. “Questo ruolo mi onora – dice Pancalli -, mi dà modo di ricordare una responsabilità di default che mi porto istituzionalmente sulle spalle, che è quella del mondo paralimpico. Candidarci significa, infatti, anche organizzare le paralimpiadi”. “Montezemolo e Pancalli, un buon inizio di gara per Roma2024” twitta il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio che poi aggiunge: “Montezemolo è e sarà un ottimo ambasciatore a livello internazionale di un’Italia innovativa e a cui dare fiducia, così come merita fiducia l’Italia rappresentata da Luca Pancalli, quella dello sport, dei diritti, occasione di maggiore vivibilità delle nostre città”. Plaude il sindaco Ignazio Marino: “è una occasione straordinaria per il Paese, per lo sport e per Roma. Vogliamo affrontare questa sfida avendo a cuore innanzitutto l’idea di una città che progetta il suo futuro con il trasporto urbano via ferro, la ricucitura di ferite come le vele di Calatrava e con investimenti in beni e servizi nelle nuove centralità, fuori dalle Mura Aureliane. La squadra già individuata è all’altezza di questa sfida e io lavoro con il governo perché, nel completarla, siano mobilitate le migliori energie del Paese”. Ma da Matteo Salvini, contrario ai Giochi, e dal M5S piovono critiche sulla scelta dell’ex dg del comitato organizzatore dei Mondiali Italia ’90. “E’ un sospiro di sollievo per la Lega e per gli italiani che non vogliono altri sprechi: è certo che le Olimpiadi si faranno altrove”, dice il primo. “Il nostro giudizio è una bocciatura, senza appello – scrive il gruppo grillino -. Scegliere Montezemolo significa non voler contrastare i mali dell’Italia per voltare pagina. Vigileremo in tutte le sedi opportune per evitare nuovi scempi e sperperi”. Ma al Coni c’è poco spazio per le polemiche: stasera Malagò, Montezemolo e una delegazione del Comitato Olimpico volano a Losanna per incontrare domani i vertici del Cio, e il n.1 Thomas Bach. “Dobbiamo entrare nella dovuta confidenza con queste persone con le quali dobbiamo andare a braccetto fino al 2017”, spiega un fiducioso Malagò: “sono pieno di entusiasmo sono convinto che la sfida è molto complicata ma che saremo in grado di vincere”.

Commenti (0)

Ultima ora

21:55Doping: avvocato Lucioni, “nessuna responsabilità atleta”

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - "Il collegio ha riconosciuto tutte le attenuanti previste dalla normativa, ma non si è sentito di applicare la norma sull'assoluta mancanza di responsabilità, che era quello che chiedevamo in via principale". L'avvocato di Fabio Lucioni, Saverio Sticchi Damiani, ha commentato così la sentenza del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia che ha comminato al difensore del Benevento una squalifica di un anno (4 anni di inibizione per il medico sociale Walter Giorgione) per l'uso del Clostebol. "Dispiace, perché si poteva arrivare a una decisione del genere in tempi meno lunghi e senza illudere il ragazzo - aggiunge il legale - che è rientrato in campo e ora è stato squalificato. Era opportuna una gestione più attenta dei tempi del processo". Sicuro il ricorso in appello: "Andremo avanti, perché questo è uno dei pochi casi nei quali si può davvero escludere completamente la responsabilità dell'atleta".

21:52Incidente Milano: i morti salgono a tre, quarto gravissimo

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - Sale a tre morti il bilancio dell'incidente avvenuto oggi pomeriggio in una fabbrica di materiali ferrosi alla periferia di Milano, in via Rho. In serata è deceduto infatti all'ospedale San Raffaele un altro dei 6 dipendenti che sono rimasti intossicati nello stabilimento dopo aver inalato gas tossici. Un quarto lavoratore è in condizioni gravissime. Sono rimasti intossicati da esalazioni tossiche durante le operazioni di pulizia di un forno. All'arrivo del 118 le loro condizioni erano già disperate.

21:38Prostituzione: deputato Sicilia,se regolamentata porta soldi

(ANSA) - PALERMO, 16 GEN - "In Sicilia le città, soprattutto quelle metropolitane, sono diventate luoghi dove la criminalità organizzata sfrutta la prostituzione. Non dà la misura della civiltà un Paese che si volta dall'altro lato rispetto a un fenomeno come la prostituzione che se regolamentato porterebbe gettito fiscale e garantirebbe anche verifiche sanitarie". Lo dice in deputato regionale dell'Udc, Vincenzo Figuccia, assessore per un mese nel governo Musumeci, prima delle dimissioni a causa di uno scontro con la maggioranza sugli elevati stipendi dei dipendenti dell'Assemblea siciliana. "Faccio appello al parlamento regionale affinché si intesti una battaglia per una legge nazionale sull'esercizio della prostituzione che riporti decoro nelle nostre città, togliendo dalle grinfie della malavita migliaia di persone - conclude - Paesi cattolici dell'Ue hanno fatto passi importanti per tutelare chi sceglie di prostituirsi. Non è ammissibile che alla criminalità si diano vantaggi incredibili per lucrare anche su questo".

21:08Calcio: Verdi dice no, Napoli vira su Deulofeu e Lucas

(ANSA) - NAPOLI, 16 GEN - Deulofeu, Lucas, Politano, Inglese. Ricomincia da capo il mercato del Napoli dopo il no di Simone Verdi che ha spiazzato il club azzurro. L'ipotesi tenuta in caldo in questi giorni è quella di Gerard Deulofeu, chiuso al Barcellona, che già conosce la serie A grazie ai sei mesi giocati al Milan. Deulofeu si può strappare ai catalani per circa 18 milioni di euro. Poi c'è Lucas Moura, 25 anni, brasiliano, esterno destro che può giocare anche a sinistra. Più complicata la trattativa con il Sassuolo che ha già detto diverse volte no al Napoli e all'Inter per la cessione di Matteo Politano in questa sessione di mercato. Ma il Napoli potrebbe anche tornare su Roberto Inglese, centravanti in prestito al Chievo. Il no di Verdi ha scatenato una bufera social con tanto di insulti dei tifosi partenopei sui profili del calciatore del Bologna e repliche a distanza dei tifosi emiliani, molti anche a sfondo razzista nei confronti de napoletani.

21:08Calcio: Fiorentina, giovedì test coi dilettanti del Grassina

(ANSA) - FIRENZE, 16 GEN - La Fiorentina prosegue la preparazione della trasferta di domenica contro la Samp. Una partita importante per testare le ambizioni europee dei viola e allungare ulteriormente la striscia positiva che dura in campionato da otto partite, due vittorie e sei pareggi di cui due consecutivi al Franchi con Milan e Inter. Raggiungendo contro i blucerchiati il nono risultato utile di fila consecutive, la Fiorentina eguaglierebbe un primato centrato l'ultima volta nel febbraio 2012. Pioli dovrà provarci però senza due pedine importanti quali il capitano David Astori e il centrocampista Jordan Veretout, fermi per squalifica. Il tecnico dei viola sta valutando il modo migliore per sostituirli e non a caso ha fissato per giovedì una partitella a porte chiuse con i dilettanti del Grassina: servirà a testare le varie possibili soluzioni. Sul fronte mercato, in Francia accostano la Fiorentina ad Aguilar del Montpellier, ma si tratta solo di rumors. La società viola è ancora a caccia di una squadra per Sanchez.

21:03Doping: Nado Italia, un anno di stop a Lucioni

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - La prima sezione del Tribunale nazionale antidoping di Nado Italia ha squalificato per un anno il difensore del Benevento, Fabio Lucioni, e per 4 anni il medico del club sannita, Walter Giorgione, per l'utilizzo non consentito della sostanza Colostebol, accogliendo integralmente le richieste della Procura antidoping di Nado Italia. Entrambi i tesserati hanno annunciato ricorso.

20:40Baby gang: Minniti, individuati responsabili ultimi atti

(ANSA) - NAPOLI, 16 GEN - "Possiamo dire di essere sulla buona strada o di aver già individuato i responsabili delle violenze inaccettabili di questi giorni a Napoli. Questo grazie all'aumento dell'efficienza dei mezzi di contrasto, in particolare la videosorveglianza" ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, al termine del vertice con le forze dell'ordine che si è tenuto in prefettura a Napoli. "Non dico che le baby gang siano terroristi, ma usano metodiche di carattere terroristico: quella di colpire perché si è casualmente in un posto. Abbiamo un'assimilazione di metodiche tipiche di altre attività criminali. C'è una violenza nichilista che non ha alcun rispetto per il valore della vita, ed è ancora più drammatico se impatta con dei giovanissimi" ha aggiunto il ministro.

Archivio Ultima ora