Archivio tag | "rifiuti"

Tags: , ,

Rifiuti: Roma punta a zero cassonetti in strada nel 2021

Pubblicato il 18 ottobre 2017 da ansa

Rifiuti in una strada di Roma.

 

 

ROMA. – Zero cassonetti nelle strade si Roma nel 2021. A questo punta l’Ama, la municipalizzata dei rifiuti della Capitale che per voce del suo presidente Lorenzo Bagnacani illustra i progetti futuri della raccolta rifiuti. “Roma ha l’obiettivo di essere tutta porta a porta tra domus ecologiche ed altre raccolte dedicate – ha detto il manager – secondo il piano entro il 2021 al 54%, ma speriamo di poter fare anche di più”.

Nei progetti, anche una riorganizzazione dell’Ama su base municipale, cassonetti intelligenti capaci di identificare l’appartenenza dei rifiuti, una mappatura di tutti gli utenti e la tariffazione puntuale ovvero proporzionale alla quantità e qualità di scarti e materiali post consumo prodotti.

In questo disegno della Roma del futuro – molto diversa da quella attuale in cui ciclicamente il sistema va in tilt con cassonetti straripanti e sacchetti in strada – si inserisce l’inaugurazione della prima Domus Ecologica della Capitale, sul litorale di Ostia.

Si tratta di una struttura chiusa, interamente dedicata alla raccolta differenziata, con contenitori per tutti i tipi di materiali, pensata per servire un determinato bacino di utenza che vi può accedere. La prima viene collocata in una scuola, le prossime (il fine è arrivare a mille in 4 anni con il ritmo di 250 ogni 12 mesi) saranno messe anche nei condomini.

Anche in questo modo “auspichiamo di eliminare i tradizionali cassonetti dalle strade al 2021: quei cassonetti che non sono di nessuno e dove si verificano comportamenti tutt’altro che virtuosi e talvolta criminali”, le parole di Bagnacani. “Quando queste domus ecologiche saranno collocate all’interno del tessuto urbano consegneremo le chiavi ai condomini – ha spiegato la sindaca Virginia Raggi a Ostia per l’inaugurazione -. Ci sarà una rappresentazione di chi fa bene la raccolta differenziata, con un gioco di squadra: se tutti faranno bene la raccolta differenziata tutti avranno sgravi sulla Tari, se qualcuno sbaglia non si avranno. Il principio è si vince o si perde insieme”.

“I 5 Stelle si preoccupano della sparizione dei cassonetti tra quattro anni ma non s’interessano dell’attuale situazione degli stessi, stracolmi in ogni zona della città e problematici da utilizzare soprattutto per gli anziani e per i disabili”, attacca la deputata dem Ileana Argentin.

“I cassonetti potranno anche sparire nel 2021 ma intanto quelli presenti oggi sulle strade andrebbero tenuti in condizioni dignitose, perché lo spettacolo cui sono costretti ogni giorno i cittadini è una vera e propria vergogna – rincara il presidente del Codacons Carlo Rienzi -. A fronte di tale situazione, i romani continuano a pagare una Tari mediamente più cara del 50% rispetto alla media nazionale”.

Il M5S però guarda avanti sostenendo che con la prima Domus Ecologica “prende finalmente il via il nostro ambizioso piano per la riduzione e gestione dei materiali post-consumo adottato dall’ amministrazione capitolina per il quinquennio 2017-2021”. “Il piano non è un sogno ma una realtà che estenderemo”, assicura l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari.

(di Paola Lo Mele/ANSA)

Commenti (0)

Tags: ,

Roma: Atac, il “buco”finisce dal pm. Sui rifiuti rischio caos

Pubblicato il 10 ottobre 2017 da ansa

Maximulta Antitrust ad Atac.

 

ROMA. – Le carte sul passato di Atac, sui suoi debiti e sulla sua amministrazione, arrivano in Procura. Uno spartiacque, come sostiene il Campidoglio, che segnerà l’inizio di una nuova vita della municipalizzata “nel segno della legalità”. Ma non è solo lo stato del trasporto pubblico il tema con il quale deve fare i conti l’amministrazione Raggi, alle prese in questi giorni con il rischio caos sui rifiuti.

“Nessuna emergenza, solo alcuni disservizi dovuti alla riorganizzazione del servizio”, puntualizza il presidente della commissione Ambiente in Campidoglio, Daniele Diaco. Da ieri, inoltre, Roma deve far fronte anche al blocco dell’impianto di Aprilia, dove ogni giorno vengono conferite circa 300 tonnellate di rifiuti dalla Capitale. Un blocco, spiega l’Ama, a cui l’azienda è in grado di far fronte perché “in grado di assorbire tali quantitativi nei propri impianti”.

“Continueranno inoltre – spiega l’azienda – ad essere utilizzabili, oltre ai Tmb dell’ Ambito territoriale ottimale (Ato) di Roma, anche altri impianti fuori Roma (Aciam, in Abruzzo; Colfelice a Frosinone già contrattualizzati, nonché l’avvio a recupero presso impianti esteri)”.

L’azienda ha poi allo studio una “rimodulazione delle frequenze e delle modalità della raccolta domiciliare per razionalizzare i conferimenti e liberare risorse da dedicare ai servizi di pulizia e spazzamento. Anche nel caso della raccolta stradale, infine, interverremo per intensificare, laddove necessario, le frequenze di svuotamento dei contenitori della differenziata”.

“Oltre alla riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti – aggiunge Diaco -, entro il 2017 abbiamo previsto l’arrivo di ben 280 nuovi mezzi dell’Ama. In seguito a due bandi arriveranno 130 camion per la raccolta in affitto (100 più piccoli e 30 grandi) e 150 camion di proprietà dell’Ama (90 più piccoli e 60 più grandi)”.

Sul fronte trasporti, invece, oggi in commissione Lavori Pubblici del Senato l’assessore capitolino alla Mobilità, Linda Meleo, ha annunciato l’invio da parte di Atac dei documenti in procura, in concomitanza con l’avvio del concordato preventivo per l’azienda dei trasporti che, al 31 dicembre 2016, registra un debito di “circa 1,3 miliardi di euro”.

“Bisogna interrogarsi in prima battuta sul perché e sul come si è formato questo debito, quindi di chi è la responsabilità di questo debito – ha sottolineato Meleo -. Volevamo uno spartiacque, iniziare una nuova vita per Atac basata su legalità, trasparenza e rispetto delle procedure. Lo strumento del concordato ci consente di riorganizzare l’azienda, di fare un piano di rientro su tempi certi e importi certi e rilanciare il servizio pubblico”.

Rilanciando la proposta di acquisire la proprietà della Roma-Lido, l’assessore non ha perso l’occasione per attaccare la Regione Lazio. “In questi anni – ha sottolineato – la Regione ha preferito evidentemente, a scapito di Atac, investire nella sua azienda di trasporti Cotral”.

Immediata la replica. “Le risorse destinate al Tpl di Roma – spiega una nota – sono state aumentate a 325 milioni di euro l’anno per la Capitale. Si tratta di risorse pari a circa il 60% del fondo destinato alla Regione Lazio”.

Commenti (0)

Emergenza rifiuti

Tags: ,

Tassa rifiuti, per la Cassazione riduzione del 40% in caso di grave disservizio

Pubblicato il 27 settembre 2017 da redazione

Cassazione, la Tarsu va ridotta se ci sono gravi disseervizi

Emergenza rifiuti

ROMA – Tarsu ridotta del 40% per i cittadini e le imprese che per l’emergenza rifiuti, indipendentemente dalla responsabilità o meno dell’amministrazione comunale, subiscono un disservizio «grave e protratto» nella raccolta dei rifiuti. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, chiamata a decidere sul controricorso del Comune di Napoli contro l’hotel Britannique, pronunciandosi favorevolmente per l’hotel che aveva chiesto di pagare un importo inferiore sulla Tarsu, in quanto le disfunzioni nella raccolta avevano fatto scattare l’allarme sanitario.

Di fronte alla richiesta della struttura alberghiera, il Comune di Napoli si era rifiutato di concedere l’agevolazione perché il Comune non aveva colpa nel disservizio, verificatosi durante il commissariamento dell’agenzia che si occupava della raccolta.

Nel controricorso, l’amministrazione comunale aveva obiettato che il requisito della «imprevedibilità» del disservizio era evidente dato che «l’intera materia e le connesse competenze decisionali erano in capo al commissario straordinario, articolazione della presidenza del Consiglio dei ministri, e che il Comune di Napoli certamente non avrebbe potuto prevedere che gli impianti di raccolta Rsu, di competenza del commissario straordinario, si sarebbero saturati a causa del mancato completamento del ciclo di lavorazione dei rifiuti alla termovalorizzazione».

Ad avviso della Cassazione, «la tesi non è convincente perché incentrata su un requisito, quello di “non prevedibilità” e “non prevenibilita” dell’evento costituito dalla protratta disfunzione, estraneo alle fattispecie che danno titolo alla riduzione della tassa». «Tanto più che – rileva il verdetto – la Tarsu viene introitata, pur in regime di commissariamento del servizio, dall’amministrazione comunale». Ora il «no» alla mini-Tarsi dovrà essere riesaminato dalla commissione tributaria.

 

 

Commenti (0)

Ultima ora

01:37Razzismo:Sarri,noi non tutelati quando ci gridano ‘terroni’

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - ''Ci sono forme di razzismo che vengono tutelate e a noi, quando ci gridano 'terroni' oppure 'Vesuvio lavali col fuoco' non ci viene concessa la stessa tutela: questo mi fa arrabbiare''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri risponde così ad una domanda sulla sua protesta nei confronti dell'arbitro Irrati nel corso del match del san Paolo contro l'Inter.

00:45F1: Usa, Hamilton in pole, seconda Ferrari Vettel

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - La Mercedes di Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio degli Stati Uniti. Sulla pista di Austin in Texas, il leader del Mondiale ha preceduto la Ferrari di Sebastian Vettel e il compagno di scuderia Valtteri Bottas. Quinta l'altra Ferrari di Kimi Raikkonen. Quarta posizione per la Red Bull di Daniel Ricciardo (stesso tempo di Raikkonen ma stabilito prima), mentre sesto tempo per il compagno di scuderia Max Verstappen che dovrà scontare una penalità di 15 posizioni in griglia per aver sostituito la Power Unit. Settimo crono per la Force India di Ocon davanti alla Renault di Sainz ed alla McLaren di Alonso. Decima l'altra Force India di Perez davanti alla Williams di Massa.

00:30Calcio:Sarri’se io ministro Economia,Spalletti della Difesa’

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Handanovic è straordinario, forse il più forte portiere del mondo in questo momento, ma in generale abbiamo trovato di fronte un'intera squadra molto solida. Sono soddisfatto di quello che ha fatto il Napoli: avere il 75% di supremazia territoriale senza concedere tanto agli avversari sono segnali che il match l'abbiamo giocato su buoni livelli''. Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri valuta così lo 0-0 del San Paolo contro l'Inter: ''Dal punto di vista delle palle gol sono due punti persi, ma se continuiamo con questo genere di prestazioni sarà difficile non fare risultato pieno''. Spalletti mi ha definito Ministro dell'Economia? Allora lui è il Ministro della Difesa".

00:28Csm:Davigo non scende in politica e critica politici e toghe

(ANSA) - SIENA, 21 OTT - Piercamillo Davigo non sarà candidato alle prossime elezioni politiche, né intende "assumere incarichi di governo". Lo ha detto oggi zittendo le voci che lo davano in lizza con i 5 stelle. "I magistrati - ha detto non sono capaci di fare politica, tantomeno lo sarei io". Davigo pero' è poi passato a dure critiche sia per i politici che il Csm. Al Parlamento contesta "di non prendere decisioni nemmeno quando per legge dovrebbe allontanare persone condannate per reati anche gravi come l'abuso d'ufficio, incidendo negativamente sulla fiducia dei cittadini".Poi del Csm critica le corsie preferenziali nell'occupare posti dirigenziali per magistrati che hanno avuto incarichi in ministeri o sono rientrati dalla politica. "Fate passare davanti quelli che hanno fatto politica. Non voglio delegittimare il Csm - ha aggiunto - ma quando sono stati arrestati i docenti che si spartivano nelle università incarichi ho sentito colleghi dire in mail che questa cosa la fa il Csm tutti i giorni, 'uno a me e uno a te'".

23:54Calcio: Spalletti, vera fortuna è allenare questi ragazzi

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "A questi calciatori vanno fatti i complimenti: continuate a dirci che siamo fortunati, ma la mia vera fortuna è allenare questi ragazzi. Sanno fare il loro mestiere, sanno dove vogliono andare e oggi sono venuti qui a giocare una buonissima partita''. Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, risponde così a chi continua a definire la sua squadra fortunata. ''Che poteva anche essere giocata anche meglio. A volte i giocatori del Napoli sembrano i figli di Goldrake, per le cose quasi incredibili che fanno, e giocare contro di loro non è facile. Dobbiamo ancora imparare tanto, perché in alcune situazioni potevamo anche fare gol, ma abbiamo anche fatto dei passi in avanti importanti''. ''Ci vuole del tempo - aggiunge Spalletti -e noi dobbiamo essere bravi ad accorciarlo. Se poi mi continuate a chiedere se lotteremo per lo Scudetto, vi rispondo di sì, lo vinceremo (ironico, ndr)".

23:45Basket: Serie A, Venezia-Cremona 92-81

(ANSA) - VENEZIA, 21 OTT - I Campioni d'Italia dell'Umana Reyer Venezia mantengono l'imbattibilità in campionato, piegando nell'anticipo della quarta giornata la Vanoli Cremona 92-81 e allungando così in testa alla classifica in solitaria per almeno 24 ore. Gli ospiti, guidati dal CT della Nazionale Sacchetti, affrontano l'incontro a viso aperto, partendo meglio degli avversari (12-20 al 5') e riuscendo poi più volte a rientrare in partita dopo il sorpasso veneziano. Decisivo il terzo quarto, in cui l'Umana Reyer serra le fila in difesa, prendendo il largo dopo il 56-52 al 23'. Venezia sfrutta la maggior profondità, trovando proprio dalla panchina le cose migliori (50 punti dei giocatori non partiti in quintetto sui 92 totali, mentre Cremona trova solo 13 punti dalle riserve), con Watt mvp (20 punti in 13', con 27 di valutazione) e Orelik ancora una volta micidiale nel tiro da 3. Nelle file cremonesi, il migliore è ancora una volta Johnson-Odom, autore di 27 punti, ma non basta, così come l'apporto sotto le plance di Sims

23:23Calcio: Inter, Vecino “stasera un punto importante”

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Abbiamo fatto una partita importante, sapevamo che sarebbe stato difficile contro quella che al momento è la squadra più forte. Nel secondo tempo abbiamo sofferto un po', ma questo punto è importante per la classifica e per il morale". Queste le parole del centrocampista dell'Inter Matias Vecino dopo il pareggio senza reti al San Paolo di Napoli. "Inter da scudetto? Noi ci sentiamo forti, ma abbiamo ancora molto da crescere: dobbiamo guardare partita dopo partita", ha concluso Vecino.

Archivio Ultima ora