Archivio tag | "rifiuti"

Tags: , , , ,

Roma: dai bus ai rifiuti, i cittadini bocciano i servizi

Pubblicato il 11 dicembre 2017 da ansa

Roma: dai bus ai rifiuti, cittadini bocciano i servizi

 

 


ROMA. – Insufficienza conclamata per i trasporti pubblici e la raccolta rifiuti di Roma. Il voto dei romani, emerge dall’ultima indagine dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici. Sul fronte della mobilità si collocano sotto la sufficienza non solo gli autobus e i tram (che incassano un 4,3) ma anche la metropolitana e i taxi (5,9), che negli anni passati erano stati valutati in maniera positiva.

Va ancora peggio il capitolo igiene urbana, con la raccolta dei rifiuti che nel gradimento dei cittadini si è avvicinata molto alla sufficienza nel 2009 e nel 2012 “per poi registrare però una continua perdita di soddisfazione fino al 3,7 del 2017”.

Alla presentazione del documento è presente anche il presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito (M5S) che commenta: “Questa amministrazione sta lavorando per migliorare i servizi ai cittadini e terrà conto dei risultati di questa indagine per intervenire sulle criticità emerse”.

Per quanto riguarda i trasporti, a suo parere “è un’anomalia che i fondi per il trasporto pubblico di Roma Capitale debbano passare per la Regione ed è un’anomalia soprattutto se poi la Regione dà più fondi a Cotral (la compagnia dei trasporti laziali, ndr) che ad Atac”, la municipalizzata romana.

Nell’indagine intanto è messo nero su bianco che negli anni “il drastico calo degli investimenti effettuati in Atac (-66% del 2009) ha provocato l’aumento dell’età media dei veicoli di superficie e, congiuntamente alla riduzione delle risorse destinate alla manutenzione (-20% dal 2009), ha causato anche l’aumento dei guasti che hanno interessato nel 2016 il 36% dei mezzi (tale percentuale era l’8% nel 2007)”.

In questo modo, spiega l’Agenzia, sono state perse circa un milione di corse in un anno. Il servizio delle metropolitane, invece, ®ha sofferto maggiormente delle disfunzioni organizzative (nel 2016 quasi il 30% delle corse sono state perse per mancanza di personale) ma ultimamente anche del deficit di approvvigionamento di materiale di ricambio (che ha provocato la perdita del 37% delle corse)¯.

Motivo per cui, ora, è “imprescindibile un nuovo e robusto piano d’investimenti”. Passando ai rifiuti, l’estensione della raccolta porta a porta e l’aumento della percentuale di raccolta differenziata “non hanno avuto effetti positivi sul voto attribuito dai romani al servizio raccolta rifiuti, che anzi è andato progressivamente calando”.

La pulizia delle strade ha raggiunto l’apice nel 2011 (5) per poi diminuire fino al 3,7 del 2017. In pagella è ancora sufficiente il voto dei romani sull’illuminazione pubblica, benché in calo rispetto al 2012. Il servizio idrico integrato è invece tra i servizi che riscuotono il maggiore apprezzamento, dato ‘da attribuirsi’ soprattutto alla buona qualità e alla ricchezza delle fonti di approvvigionamento. Scende pure il gradimento dei servizi culturali, dal 7,6 del 2016 al 7,2 del 2017. Quanto al servizio degli asili nido, invece, viene definito “di buona qualità” e con “costi inferiori rispetto a quelli della media nazionale”.

(di Paola Lo Mele/ANSA)

Commenti (0)

Tags: , ,

Rifiuti: Roma punta a zero cassonetti in strada nel 2021

Pubblicato il 18 ottobre 2017 da ansa

Rifiuti in una strada di Roma.

 

 

ROMA. – Zero cassonetti nelle strade si Roma nel 2021. A questo punta l’Ama, la municipalizzata dei rifiuti della Capitale che per voce del suo presidente Lorenzo Bagnacani illustra i progetti futuri della raccolta rifiuti. “Roma ha l’obiettivo di essere tutta porta a porta tra domus ecologiche ed altre raccolte dedicate – ha detto il manager – secondo il piano entro il 2021 al 54%, ma speriamo di poter fare anche di più”.

Nei progetti, anche una riorganizzazione dell’Ama su base municipale, cassonetti intelligenti capaci di identificare l’appartenenza dei rifiuti, una mappatura di tutti gli utenti e la tariffazione puntuale ovvero proporzionale alla quantità e qualità di scarti e materiali post consumo prodotti.

In questo disegno della Roma del futuro – molto diversa da quella attuale in cui ciclicamente il sistema va in tilt con cassonetti straripanti e sacchetti in strada – si inserisce l’inaugurazione della prima Domus Ecologica della Capitale, sul litorale di Ostia.

Si tratta di una struttura chiusa, interamente dedicata alla raccolta differenziata, con contenitori per tutti i tipi di materiali, pensata per servire un determinato bacino di utenza che vi può accedere. La prima viene collocata in una scuola, le prossime (il fine è arrivare a mille in 4 anni con il ritmo di 250 ogni 12 mesi) saranno messe anche nei condomini.

Anche in questo modo “auspichiamo di eliminare i tradizionali cassonetti dalle strade al 2021: quei cassonetti che non sono di nessuno e dove si verificano comportamenti tutt’altro che virtuosi e talvolta criminali”, le parole di Bagnacani. “Quando queste domus ecologiche saranno collocate all’interno del tessuto urbano consegneremo le chiavi ai condomini – ha spiegato la sindaca Virginia Raggi a Ostia per l’inaugurazione -. Ci sarà una rappresentazione di chi fa bene la raccolta differenziata, con un gioco di squadra: se tutti faranno bene la raccolta differenziata tutti avranno sgravi sulla Tari, se qualcuno sbaglia non si avranno. Il principio è si vince o si perde insieme”.

“I 5 Stelle si preoccupano della sparizione dei cassonetti tra quattro anni ma non s’interessano dell’attuale situazione degli stessi, stracolmi in ogni zona della città e problematici da utilizzare soprattutto per gli anziani e per i disabili”, attacca la deputata dem Ileana Argentin.

“I cassonetti potranno anche sparire nel 2021 ma intanto quelli presenti oggi sulle strade andrebbero tenuti in condizioni dignitose, perché lo spettacolo cui sono costretti ogni giorno i cittadini è una vera e propria vergogna – rincara il presidente del Codacons Carlo Rienzi -. A fronte di tale situazione, i romani continuano a pagare una Tari mediamente più cara del 50% rispetto alla media nazionale”.

Il M5S però guarda avanti sostenendo che con la prima Domus Ecologica “prende finalmente il via il nostro ambizioso piano per la riduzione e gestione dei materiali post-consumo adottato dall’ amministrazione capitolina per il quinquennio 2017-2021”. “Il piano non è un sogno ma una realtà che estenderemo”, assicura l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari.

(di Paola Lo Mele/ANSA)

Commenti (0)

Tags: ,

Roma: Atac, il “buco”finisce dal pm. Sui rifiuti rischio caos

Pubblicato il 10 ottobre 2017 da ansa

Maximulta Antitrust ad Atac.

 

ROMA. – Le carte sul passato di Atac, sui suoi debiti e sulla sua amministrazione, arrivano in Procura. Uno spartiacque, come sostiene il Campidoglio, che segnerà l’inizio di una nuova vita della municipalizzata “nel segno della legalità”. Ma non è solo lo stato del trasporto pubblico il tema con il quale deve fare i conti l’amministrazione Raggi, alle prese in questi giorni con il rischio caos sui rifiuti.

“Nessuna emergenza, solo alcuni disservizi dovuti alla riorganizzazione del servizio”, puntualizza il presidente della commissione Ambiente in Campidoglio, Daniele Diaco. Da ieri, inoltre, Roma deve far fronte anche al blocco dell’impianto di Aprilia, dove ogni giorno vengono conferite circa 300 tonnellate di rifiuti dalla Capitale. Un blocco, spiega l’Ama, a cui l’azienda è in grado di far fronte perché “in grado di assorbire tali quantitativi nei propri impianti”.

“Continueranno inoltre – spiega l’azienda – ad essere utilizzabili, oltre ai Tmb dell’ Ambito territoriale ottimale (Ato) di Roma, anche altri impianti fuori Roma (Aciam, in Abruzzo; Colfelice a Frosinone già contrattualizzati, nonché l’avvio a recupero presso impianti esteri)”.

L’azienda ha poi allo studio una “rimodulazione delle frequenze e delle modalità della raccolta domiciliare per razionalizzare i conferimenti e liberare risorse da dedicare ai servizi di pulizia e spazzamento. Anche nel caso della raccolta stradale, infine, interverremo per intensificare, laddove necessario, le frequenze di svuotamento dei contenitori della differenziata”.

“Oltre alla riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti – aggiunge Diaco -, entro il 2017 abbiamo previsto l’arrivo di ben 280 nuovi mezzi dell’Ama. In seguito a due bandi arriveranno 130 camion per la raccolta in affitto (100 più piccoli e 30 grandi) e 150 camion di proprietà dell’Ama (90 più piccoli e 60 più grandi)”.

Sul fronte trasporti, invece, oggi in commissione Lavori Pubblici del Senato l’assessore capitolino alla Mobilità, Linda Meleo, ha annunciato l’invio da parte di Atac dei documenti in procura, in concomitanza con l’avvio del concordato preventivo per l’azienda dei trasporti che, al 31 dicembre 2016, registra un debito di “circa 1,3 miliardi di euro”.

“Bisogna interrogarsi in prima battuta sul perché e sul come si è formato questo debito, quindi di chi è la responsabilità di questo debito – ha sottolineato Meleo -. Volevamo uno spartiacque, iniziare una nuova vita per Atac basata su legalità, trasparenza e rispetto delle procedure. Lo strumento del concordato ci consente di riorganizzare l’azienda, di fare un piano di rientro su tempi certi e importi certi e rilanciare il servizio pubblico”.

Rilanciando la proposta di acquisire la proprietà della Roma-Lido, l’assessore non ha perso l’occasione per attaccare la Regione Lazio. “In questi anni – ha sottolineato – la Regione ha preferito evidentemente, a scapito di Atac, investire nella sua azienda di trasporti Cotral”.

Immediata la replica. “Le risorse destinate al Tpl di Roma – spiega una nota – sono state aumentate a 325 milioni di euro l’anno per la Capitale. Si tratta di risorse pari a circa il 60% del fondo destinato alla Regione Lazio”.

Commenti (0)

Emergenza rifiuti

Tags: ,

Tassa rifiuti, per la Cassazione riduzione del 40% in caso di grave disservizio

Pubblicato il 27 settembre 2017 da redazione

Cassazione, la Tarsu va ridotta se ci sono gravi disseervizi

Emergenza rifiuti

ROMA – Tarsu ridotta del 40% per i cittadini e le imprese che per l’emergenza rifiuti, indipendentemente dalla responsabilità o meno dell’amministrazione comunale, subiscono un disservizio «grave e protratto» nella raccolta dei rifiuti. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, chiamata a decidere sul controricorso del Comune di Napoli contro l’hotel Britannique, pronunciandosi favorevolmente per l’hotel che aveva chiesto di pagare un importo inferiore sulla Tarsu, in quanto le disfunzioni nella raccolta avevano fatto scattare l’allarme sanitario.

Di fronte alla richiesta della struttura alberghiera, il Comune di Napoli si era rifiutato di concedere l’agevolazione perché il Comune non aveva colpa nel disservizio, verificatosi durante il commissariamento dell’agenzia che si occupava della raccolta.

Nel controricorso, l’amministrazione comunale aveva obiettato che il requisito della «imprevedibilità» del disservizio era evidente dato che «l’intera materia e le connesse competenze decisionali erano in capo al commissario straordinario, articolazione della presidenza del Consiglio dei ministri, e che il Comune di Napoli certamente non avrebbe potuto prevedere che gli impianti di raccolta Rsu, di competenza del commissario straordinario, si sarebbero saturati a causa del mancato completamento del ciclo di lavorazione dei rifiuti alla termovalorizzazione».

Ad avviso della Cassazione, «la tesi non è convincente perché incentrata su un requisito, quello di “non prevedibilità” e “non prevenibilita” dell’evento costituito dalla protratta disfunzione, estraneo alle fattispecie che danno titolo alla riduzione della tassa». «Tanto più che – rileva il verdetto – la Tarsu viene introitata, pur in regime di commissariamento del servizio, dall’amministrazione comunale». Ora il «no» alla mini-Tarsi dovrà essere riesaminato dalla commissione tributaria.

 

 

Commenti (0)

Ultima ora

10:53Atletica: Atleticom we run Roma a -20

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - È iniziato il conto alla rovescia per gli amanti del runninig, pronti a esibirsi il 31 dicembre nel consueto appuntamento podistico con l'Atleticom we run Rome, giunta alla 7/a edizione. La corsa su strada competitiva si disputerà sulla distanza dei 10 km, quella non competitiva sui 5. E' la manifestazione fiore all'occhiello dell'Atleticom Asd. L'edizione 2016 ha certificato lo straordinario successo, con oltre 10.000 iscritti. A tagliare per primo il traguardo nella We run Rome 2016 fu l'atleta del Burundi, Olivier Irabaruta, che superò in volata il grande favorito della vigilia, Stanley Biwott, il keniano già trionfatore nella maratona di New York. In campo femminile si registrò un'altra sorpresa: la vittoria della francese Cassandre Beaugrande, classe 1997, davanti all'azzurra Valeria Straneo. Anche quest'anno verranno ripercorsi i luoghi più ricchi di storia e di fascino della Capitale. Le iscrizioni si potranno effettuare fino al 30 dicembre, online sul portale www.werunrome.com.

10:52Droga: Gdf sequestra elicottero che trasportava cocaina

(ANSA) - CAGLIARI, 12 DIC - C'è anche un elicottero "Alouette", che veniva utilizzato per trasportare la cocaina dal continente alla Sardegna, tra i 500mila euro di beni sequestrati dalla Guardia di finanza di Cagliari a Loris Sabatucci, 41 anni, emiliano. L'uomo, secondo quanto accertato dagli investigatori, era coinvolto nel traffico di droga smantellato proprio dalla Finanza nel luglio scorso con il sequestro di 11,5 chili di cocaina e l'arresto di tre persone. Sarebbe stato proprio lui a fornire l'elicottero per trasportare la cocaina in Sardegna. "L'impiego del mezzo aereo doveva servire per evitare i controlli operati dalle Fiamme gialle negli scali portuali ed aeroportuali, ordinarie ed obbligate vie di comunicazione con il continente - spiegano dalla Guardia di finanza - ma le incisive e complesse attività investigative hanno vanificato questa 'nuova frontiera' criminale, individuando l'elicottero adibito all'illecito trasporto, atterrato e decollato, non autorizzato, fuori da sedimi consentiti". Proprio sul 41enne emiliano si sono concentrate le attività investigative condotte dal Gico della Finanza di Cagliari e in particolare una serie di verifiche patrimoniali che oggi hanno portato al sequestro preventivo di beni per 500mila euro, tra i quali, oltre all'elicottero, schermato tramite un trust registrato nello stato americano del New Mexico, tre auto e quote di due società di capitali, peraltro fraudolentemente intestate a prestanome. Il provvedimento d'urgenza è stato emesso perché tre settimane fa il 41enne è stato arrestato in provincia di Pavia in quanto coinvolto nel contrabbando di sigarette. L'uomo, assieme a due moldavi, aveva creato una fabbrica di sigarette di contrabbando. Sono state sequestrate 35 tonnellate di "bionde". (ANSA).

10:49Basket: Nba, vola Houston in testa, inatteso ko per Boston

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Vincono ancora i Rockets, per loro decimo successo di fila, e consolidano il primato nella Western Conference. Nella notte Nba si sono giocate sei partite e la formazione di Houston ha superato con il punteggio di 130.123 i New Orleans Pelicans, con il solito Harden a fare da padrone sotto canestro, con 26 punti e 17 assist. Vittoria anche peri campioni in carica, dei Golden State Warriors che passano contro Portland con il punteggio di 111-104 e inseguono da vicino i battistrada. Ancora una grande serata per Damian Lillard del Portland, che mette a segno ben 39 punti. Fra gli altri risultati della nottata va segnalata la sconfitta inattesa dei Boston Celtics per 108-85 sul campo dei Chicago Bulls. I Clippers, ancora senza Gallinari infortunato, hanno battuto i Raptors di Toronto per 96-91. Infine due sconfitte casalinghe, per Memphis a opera di Miami per 107-82 e per Oklahoma battuto dagli Hornets 116-103. (ANSA).

10:39Maltempo: acqua alta a Venezia, 102 cm sul medio mare

(ANSA) - VENEZIA, 12 DIC - Acqua alta stamane a Venezia, dove la punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 102 cm alle 6.15 secondo le rilevazioni del centro previsioni maree del comune. Con questo livello - marea sostenuta pari a codice 'giallo' - è stato interessata la parte più bassa del suolo cittadino a partire da piazza San Marco. Le prime previsioni della giornata davano una massima di marea a 105 centimetri, poi il vento di scirocco che ha interessato la città per tutta la notte, è calato facendo ridurre l'altezza dell'acqua rispetto al medio mare.

10:36Sci nordico: tutto pronto a Dobbiaco per tappa cdm

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - E' arrivata tanta neve a Dobbiaco (Bolzano) ed ora è davvero tutto pronto in ogni dettaglio per l'appuntamento di Coppa del Mondo di sci nordico di sabato 16 e domenica 17 dicembre. Le piste, ora immacolate, della 'Nordic Arena' ospiteranno una 10 km per le donne e una 15 per gli uomini, da percorrere in skating nella prima giornata con partenze "interval start" e in classico (inseguimento) nella giornata successiva. Una formula che da tempo mancava nel fondo che conta, su una pista rinnovata che propone erte impegnative fino al 18% di pendenza. A Dobbiaco saranno presenti 200 atleti suddivisi in 29 nazioni, con presenze quasi certe delle stelle di Coppa Dyrhaug, Haagen Krogh e Johnsrud Sundby. La nazionale azzurra proporrà Noeckler, De Fabiani, Rastelli, Salvadori, Bertolina, Gardener, Pasini, Rigoni, Fanton e Muller. Tra le donne, Debertolis, Comarella, Ganz, Scardoni, Stürz, De Martin Topranin, Brocard e Pellegrini se la vedranno con campionesse del calibro di Oestberg, Haga e Weng.

09:46Maltempo: in Liguria fa ancora paura il Magra

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - I fiumi Entella a Chiavari (Genova), Vara e Magra, nello Spezzino, sorvegliati speciali perché a rischio esondazione dopo le piogge di domenica e di ieri, non hanno creato problemi ingenti nella notte, ma il Magra continua a far paura. L'Entella, che ieri aveva tracimato alla foce, senza particolari conseguenze, è calato di livello. La forza della mareggiata in diminuzione favorisce il deflusso delle acque. E' calato anche il fiume Vara, che ieri aveva superato il secondo livello di guardia nel Comune di Sesta Godano. E' sempre a livello di guardia il Magra che fa paura a Bocca di Magra, nel Comune di Ameglia, dove le acque sono cresciute di 3,7 metri. Strade, giardini e cantieri nautici allagati, senza particolari danni. Nella notte una famiglia di S. Stefano Magra è stata sfollata con gommoni. La piena del Magra si esaurirà intorno alle 10. Nello spezzino restano sfollate una trentina di famiglie. Allerta rossa in tutta la provincia spezzina, e in parte di quella di Genova fino alle 13. Il meteo migliora.

07:33New York: governo Bangladesh condanna attentato

DACCA (BANGLADESH) - Il governo del Bangladesh ha condannato l'attentato fallito a New York, il cui autore e' un immigrato di 27 anni dal paese del sud-est asiatico. ''Il Bangladesh e' impegnato nella sua conclamata politica di 'tolleranza zero' contro il terrorismo, e condanna il terrorismo stesso e l'estremismo violento in ogni forma o manifestazione ovunque nel mondo, compreso l'incidente di lunedi' mattina a New York'', ha comunicato il governo in una nota.

Archivio Ultima ora