Archivio tag | "vaccini"

Tags: , ,

L’Ue contro i no-vax: “Visitino le tombe dei bimbi morti”

Pubblicato il 23 novembre 2017 da ansa

Un momento della protesta del movimento No VAX fuori Montecitorio. ANSA/GIUSEPPE LAMI

 

 


BRUXELLES. – Nuovo affondo dell’Ue nei confronti dei movimenti no-vax: “Bisogna parlare della responsabilità morale di queste persone”, ha attaccato il commissario alla salute Vytenis Andriukaitis, invitando chi non vuole i vaccini a “visitare le tombe dei bambini morti”.

A dare il la a una vera e propria requisitoria, una domanda durante una conferenza sullo stato dei sistemi sanitari dell’Ue. “Questi non sanno ciò che fanno”, ha accusato il commissario lituano, non nuovo a dure prese di posizione contro i movimenti che rifiutano le vaccinazioni e, così facendo, “ci portano decenni indietro, all’età della della pietra”.

Il rapporto pubblicato dalla Commissione europea con l’Ocse, mette in evidenza che in Italia negli ultimi anni c’è stata una riduzione delle vaccinazioni. Per questo, secondo lo studio, nel 2016-2017 “si è verificata una preoccupante epidemia di morbillo”, con un totale di 865 casi nel 2016 e 2.851 casi registrati fino a giugno 2017.

“I vaccini – ha sottolineato Andriukaitis, che è anche medico – sono uno dei più efficaci strumenti di prevenzione, non c’è nessuno che lo metta in dubbio a livello scientifico”. Per questo, “se i genitori non capiscono ciò che fanno, i governi sono obbligati a intervenire per garantire la salute dei bambini”.

Non è mancato un risvolto di polemica politica italiana. Qualcuno ha tentato di mettere in relazione il discorso di Andriukaitis con presunte posizioni del Movimento 5 stelle. Ma lo stesso gabinetto del commissario, in una lettera inviata all’eurodeputato M5s Piernicola Pedicini, ha smentito che Andriukaitis abbia “menzionato o alluso a qualsiasi movimento politico in Italia o in altri Stati membri”.

La discussione ha finito per mettere in secondo piano i risultati peraltro positivi del rapporto sulla sanità nazionale. Una promozione per l’Italia, dove l’aspettativa di vita è tra le più alte dell’Ue e il consumo di tabacco e alcolici inferiore alla media europea. Anche se – tra le note negative – l’obesità infantile è in aumento.

Dallo studio è emerso anche che nel nostro Paese la spesa sanitaria pro-capite è più bassa del 10% rispetto agli altri Paesi e che, sebbene molti servizi siano gratuiti, le spese vive sono più alte soprattutto a causa di farmaci e cure dentistiche.

(di Salvatore Lussu/ANSA)

Commenti (0)

Vaccinazioni obbligatorie

Tags:

Vaccini obbligatori, ancora polemiche. Per i 5Stelle sbagliato escludere bambini dalle scuole, la deputata Pd Fregolent “Vita e salute sono beni da tutelare”

Pubblicato il 09 ottobre 2017 da redazione

Vaccini obbligatori, ancora polemiche tra Pd e Cinque Stelle

Vaccinazioni obbligatorie

ROMA – “La vita e la salute dei bambini sono beni da tutelare”. Lo afferma Silvia Fregolent, deputata del Partito Democratico. “Le parole della consigliera Frediani sono gravi e pericolose. Di fronte al caso di una bambina che potrebbe aver contratto il tetano, il Movimento Cinque Stelle si preoccupa solo di rilanciare le insostenibili argomentazioni contrarie ai vaccini”.

La Fregolent ha aggiunto: “E’ vergognoso provare a coinvolgere la famiglia su una questione che riguarda tutti, i più deboli in particolare. Anziché preoccuparsi del bene comune, i Cinque Stelle cercano di difendere i loro errori anche a scapito della salute delle persone”.

Proprio nella serata di ieri si era svolto al Salone dei Cavalieri di Pinerolo l’incontro organizzato dal Movimento Cinque Stelle sul tema: “Vaccini: obbligo o raccomandazione?». Al tavolo degli oratori si erano succeduti il portavoce del Movimento, Davide Bono, il sindaco di Pinerolo Luca Salvai, la consigliera regionale Francesca Frediani.

I Cinque Stelle avevano spiegato la loro posizione contraria alla legge varata dal governo: «In linea generale non siamo contro i vaccini, ma non siamo d’accordo sull’imposizione fatta ai genitori attraverso l’esclusione dei figli dai nidi e dalle materne». Consigliando poi di seguire le indicazioni di legge per quanto riguarda le dichiarazioni e autocertificazioni richieste dall’Asl.

«Chi non ha ricevuto alcuna comunicazione da parte dell’Asl, stia attento però ad autocertificare di essere in regola se non si ha la certezza» aveva sottolineato la consigliera regionale Francesca Frediani, rivelando poi che intende far vaccinare regolarmente i propri figli .

Commenti (0)

Vaccini

Tags:

Vaccini, commissario Ue: “Dal 2018 acquisti centralizzati”

Pubblicato il 29 settembre 2017 da redazione

Ue, da 2018 acquisti vaccini centralizzati

Vaccini

ROMA – Potrebbe partire “nella prima metà del 2018” il meccanismo centralizzato europeo per l’acquisto dei vaccini. Lo ha affermato il commissario europeo alla Salute e sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, che oggi ha incontrato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, affrontando vari temi di interesse comunitario.

“Il processo – ha spiegato il commissario – è iniziato nel 2014. Stiamo definendo le procedure e pensiamo che nella prima metà del 2018 si potrebbe partire con tale meccanismo, che aiuterebbe anche ad affrontare la problematica legata alle possibili carenze di vaccini in Ue. Ma da considerare – ha aggiunto – è pure l’aspetto dei risparmi che sarebbe legato ad un acquisto centralizzato europeo”.

Andriukaitis ha quindi elogiato l’Italia per la posizione avuta in merito alle politiche vaccinali: “L’Italia ed il ministro Lorenzin – ha detto – hanno fatto un ottimo lavoro rispetto alle vaccinazioni. Dobbiamo infatti lottare contro lo scetticismo intorno alle vaccinazioni. In Europa – ha avvertito – ci sono 30 milioni di persone che si spostano, quindi la situazione deve essere tenuta sotto controllo da tutti i Paesi, che devono essere unti su questo fronte. C’è la necessità infatti di aumentare le coperture vaccinali in tutta Europa e di armonizzare i calendari nazionali”.

Come “ha detto il presidente Juncker – ha rilevato – è inaccettabile che nel 2017 ci siano tanti morti per morbillo, una malattia che dovrebbe già essere debellata da tempo proprio grazie alle vaccinazioni. Questi sono cioè segnali di pericolo e l’azione forte del ministro Lorenzin” a favore dell’obbligo vaccinale per l’iscrizione a scuola “è un esempio lodevole”. L’obbligo di vaccinazione “per alcune malattie è sicuramente indispensabile e in 16 paesi – ha concluso Andriukaitis – è già attuato”.

Commenti (0)

Ultima ora

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

00:54Calcio: Donadoni’C’è tanta rabbia, ci manca sempre qualcosa’

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Abbiamo preso il secondo gol nel momento in cui il Milan era forse nel peggior momento: siamo stati ingenui ed è un peccato, perché in più di un'occasione siamo andati vicini al gol''. A Premium Sport l'allenatore del Bologna Roberto Donadoni non nasconde l'amarezza le occasioni sprecate: ''C'è tanta rabbia, prestazioni come questa non possono equivalere a zero punti, ma ci manca sempre qualcosa. Non c'è nessun complesso nei confronti delle big: forse a volte siamo eccessivamente preoccupati di quello che possono creare, ma se andiamo a vedere le partite che abbiamo giocato con le grandi non mi sembra ci siano state situazioni di superiorità da parte loro. Dobbiamo lavorare sul profilo mentale e anche su quello tecnico: un controllo fatto bene o fatto male si traduce in un'occasione colta o sprecata e quindi in una partita vinta o persa. Dobbiamo essere più centrati su noi stessi''.

00:48Calcio: Gattuso “strada ancora lunga, difesa da migliorare”

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Dobbiamo ancora migliorare, specie in difesa, perché il Bologna ci ha messo in difficoltà. Ma devo ringraziare i ragazzi per la vittoria, per la mentalità e per lo spirito di sacrificio: mi tengo la prestazione e il risultato, ma dobbiamo ben tener presente che la strada è ancora lunga". Così l'allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, dopo la vittoria a San Siro sul Bologna. Il tecnico ha elogiato il match winner Bonaventura: "Ha grandissima qualità. Sa fare gol, si sa inserire. Credo sia uno dei centrocampisti migliori d'Italia, deve migliorare un pochino sul fisico". Una battuta sul suo comportamento a bordo campo: "Le partite le sento tantissimo, pure quando gioco a calcio balilla con mio figlio, ma certo su questa di panchina è ancora più emozionante. Il Milan è la mia seconda pelle".

00:32Calcio: Spagna, Suarez-Messi, Barcellona sbanca a Villarreal

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Il Barcellona torna alla vittoria in Liga dopo due pareggi superando 2-0 in trasferta il Villarreal, alla terza sconfitta di fila. Restano cinque i punti di vantaggio della capolista sul Valencia, vittorioso ieri sul Celta Vigo, e sei sull'Atletico Madrid, che in un altro incontro domenicale della 15/a giornata è andato a vincere 1-0 a Siviglia sul campo del Betis. A Villarreal, i blaugrana hanno sbloccato il risultato solo nella ripresa, con le reti di Luis Suarez al 27' e Messi al 38', con l'argentino che porta così a 14 centri il bottino personale in campionato. Il Barcellona ha ancora un vantaggio di 8 punti sul Real Madrid, che prima del Clasico del 23 dicembre, forse l'ultima occasione per rientrare in corsa per il titolo, andrà in trasferta in settimana negli Emirati per la semifinale, e probabilmente la finale, del Mondiale per club.

00:23Basket: Serie A, Torino-Milano 71-59

(ANSA) - TORINO, 10 DIC - La Fiat Torino batte 71-59 l'EA7 Milano e aggancia in classifica i milanesi. Una vittoria di carattere quella conquistata dalla squadra dell'ex milanese Banchi, passata a condurre nella prima frazione per poi non lasciare più il comando della partita. Se all'inizio le percentuali di Milano hanno favorito la fuga torinese (32-27 al 20'), nella ripresa la difesa di Torino ha fatto la differenza. Washington ha chiuso le falle in difesa, Mbakwe ha fatto impazzire sotto canestro i lunghi milanesi, caricando di falli Tarczewski e Gudaitis. Un parziale di 17-6 a metà terzo quarto (51-33), propiziato da Mbakwe e Vujacic ha indirizzato la partita: Milano ha provato nel finale a riavvicinarsi, ma la Fiat ha controllato senza patemi il risultato. Ottima prova di Patterson (16), Mbakwe (15) e Vujacic (10) per Torino, mentre sulla sponda milanese il solo Jerrels è riuscito ad andare in doppia cifra chiudendo con 10 punti.

00:21Calcio: Bonaventura, vittoria sia punto di partenza Milan

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Era importante vincere e ce l'abbiamo fatta. Siamo felici, venivamo da un periodo in cui seminavamo tanto e raccoglievamo poco''. A Premium Sport, il centrocampista del Milan Giacomo Bonaventura racconta il suo match da protagonista contro il Bologna: ''Dovevamo tenere un po' più la palla una volta andati in vantaggio, ci servirà da lezione per le prossime. Sperando che questa vittoria possa essere un punto di partenza. Io sto meglio, piano piano sto arrivando al cento per cento e cerco sempre di dare tutto me stesso per la squadra''.

00:08Serie A: il Milan batte il Bologna 2-1 nel posticipo

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Una doppietta di Jack Bonaventura fa respirare il Milan di Rino Gattuso alla sua prima vittoria da quando ha preso il posto in panchina di Vincenzo Montella. In un Meazza congelato con fiocchi di neve a sprazzi, i rossoneri battono il Bologna 2-1 (1-1) nel posticipo della 16/a giornata della Serie A. Apre le marcature Bonaventura al 10' pt, bel pari di Verdi al 23' pt, decide di nuovo Bonaventura al 31' st. Con i tre punti conquistati questa sera il Milan si porta al settimo posto a quota 24 punti.

Archivio Ultima ora