Archivio tag | "Vinotinto"

Tags: ,

Sudamericano Femminile U20, Vinotinto ko: il Brasile vince 2-0

Pubblicato il 17 gennaio 2018 da redazione

 

CARACAS – Geyse Da Silva Ferreira e Amarelinhia hanno segnato i gol con cui il Brasile ha battuto per 2-0 il Venezuela nel Sudamericano femminile Under 20. Con questo risultato le verdeoro volano in vetta alla classifica del Gruppo B del torneo valevole come fase di qualificazione per il mondiale di categoría.

Nel primo tempo sono state poche le azioni da gol, ma ad andare vicino al gol sono state le brasiliane con Angelina Alonso che con una pennellata su calcio di punizione al 10’ ha impegnato Nayluisa Cáceres. Le guerriere vinotinto si sono fatte sentire al 45’ con Daniuska Rodríguez, ma il suo tiro é finito tra le braccia dell’estremo difensore brasiliano. Si va al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa la prima palla gol capita sulla testa della creola Hilary Vergara il suo tiro ha sfiorato la traversa.

La prima rete del match arriva al 50’ con Geyse Da Silva che ha saputo approfittare un errore della difesa venezuelana per portare in vantaggio la sua nazionale. La reazione della vinotinto non si é fatta attendere, al 53’ sui piedi di Daniuska capita una palla d’oro ma a strozzare il grido di gol ci ha pensato Ferreira con i suoi guantoni. Al 60esimo in un contropiede micidiale arriva il definitivo 2-0 in favore delle verdeoro.

Nonostante il 2-0 le ragazze di Catoya non si sono tirate indietro ed hanno cercato in tutti i modi di accorciare le distante. Ma il risultato non é cambiato. Nell’altra sfida del girone il Cile ha travolto con un netto 5-0 la Bolivia.

Dopo questi risultati la classifica del girone B è la seguente: Brasile al comando con 6 punti, alle sue spalle Cile e Venezuela con 3. Uruguay e Bolivia sono a 0 punti. La vinotinto scenderà nuovamente in campo domani quando sfiderà la Bolivia.

 

Il tabellino

BRASILE – VENEZUELA 2-0

Reti: Geyse Da Silva Ferreira (50’) e Amarelinha (60’)

Brasile (2): Kemeli Ferreira; Tahis Da Silva, Angelina Constantino, Karla Alves; Victoria Kristine, Brenda Woch, Isabella De Almeida, Thais Regnia Da Silva, Andressa Pereira (Tainara De Souza 90´), Geyse Da Silva (Valeria Catuario 65′) e Ana Angelica. CT: Doriva Bueno.

In panchina: Stefane Pereira; Nicole Ramos, Ariane Correia, Ingryd Avancini,Luana Santorio, Juliana Da Silva, Aridna Borges e Luana Grabias.

Venezuela (0): Nayluisa Cáceres; Iceis Briceño, Sandra Luzardo, Hilary Vergara, Gerardine Olivo; Hilaris Villasana, Yerliane Moreno; Jeismar Cabeza (Génesis Florez 75′), Nathalie Pasquel (Camila Pescatore 55′) Daniuska Rodríguez e Deyna Castellanos. CT José Catoya.

In panchina: Alexa Castro, Juliana Gómez; Fátima Lobo, Yailyn Medina, Verónica Herrera, Yulieska Suárez, Naiyerlyn Ropero y Greisbell Márquez.

Arbitro: Salomé Di Lorio (Argentina). Stadio: Olímpico de Ibarra (Ecuador)

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: ,

Calcio femminile: l’U20 sogna il mondiale francese

Pubblicato il 27 dicembre 2017 da redazione

Camila Pescatore in allenamento con la Vinotinto

CARACASLa vinotinto femminile Under 20 sta svolgendo uno stage nella città di Mérida per preparare al meglio le qualificazioni per il mondiale di categoría che si svolgerà in Francia l’anno prossimo.

Fanno parte del gruppo Deyna Castellanos, Verónica Herrera, Sandra Luzardo, Daniuska Rodríguez ragazzine che con i loro piedi hanno incantato tutti durante il mondiale U17. Fa parte di questo gruppo l’italo-venezuelana Camila Pescatore del Secasports.

La vinotinto femminile Under 20 inizierà il suo percorso nel Sudamericano femminile che si svolgerà in Ecuador il prossimo 14 gennaio contro l’Uruguay, due giorni dopo sfiderà il Brasle. Le vinotinto completeranno la sua partecipazione con i match contro Bolivia (18/01) e Cile (20/01).

 

Nell’altro girone ci sono: Ecuador, Colombia, Perú, Paraguay ed Argentina.

Al turno successivo avanzeranno le prime due di ogni girone e da questo quadrangolare usciranno le due qualificate che rappresenteranno la zona Conmebol nel mondiale in Francia.

Questa sarà la prima prova di fuoco per il nuovo mister José Catoya che ha preso le redini di questa nazionale dopo l’addio tormentoso di Kenneth Zseremeta. Queste ragazzine hanno sulle spalle l’esperienza di aver vinto il Sudamericano U17 e la partecipazione al torneo iridato di categoria.

In caso di raggiungere la meta di qualificarsi per il mondiale U20 sarebbe la seconda esperienza dopo quella del 2016 quando volarano in Papua Nuova Guinea. Inserite nel girone D dove furono battute da: Germania (3-1), Corea del Sur (3-0) e Messico (3-2).

Sono nove le nazionali che hanno un posto garantito nel torneo che si disputerà in Francia dal 5 al 24 de agosto. Oltre alle padrone di casa ci sono: Inghilterra, Germania, Olanda e Spagna per l’Europa. Per la zona asiatica hanno il loro ticket in mano: Corea del Nord (campionesse in carica), Giappone e Cina. Mentre l’Oceania sarà rappresentata dalla Nuova Zelanda. Restano da assegnare 7 biglietti: due per l’Africa, 2 Sudamerica e tre per il Centroamerica (il torneo si svolgerà a Trinidad & Tobago dal 18 al 28 gennaio).

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , , ,

Calcio femminile: Zsemereta esonerato dalla Vinotinto Under 20

Pubblicato il 29 novembre 2017 da redazione

Zsemereta esonerato dalla vinotinto Under 20

 

CARACAS – “Il panamense Kenneth Zseremeta non sarà più l’allenatore della Vinotinto femminile Under 20, visto che i risultati ottenuti in partite ufficiali ed amichevoli durante il ciclo di preparazione per il campionato sudamericano della categoria, che decide la qualifica per la Coppa del Mondo, non sono stati all’altezza delle aspettative” con queste parole la Federación Venezolana de Fútbol ha annunciato l’esonero del mister panamense.

L’ultimo torneo disputato da Kenneth Zsemereta alla guida della nazionale femminle é stato quello dei Juegos Bolivarianos Santa Marta 2017, dove le ragazze si sono aggiudicate la medaglia di bronzo.

Dopo la gara vinta per 2-0 contro la Bolivia e dove si sono aggiudicate la medaglia, Zsemereta ha dichiarato ai media locali: “Queste ragazze sono delle eroine. Presentano un grado di malnutrizione severo e nonostante tutto hanno vinto”. Stando ai rumors degli esperti in materia queste parole sarebbero state la causa del suo esonero.

La vinotinto U17 é il capolavoro Zsemereta in Venezuela

Ci sono capolavori che per ammirarli devi visitare prestigiosi musei come il Louvre, il Prado o il Palazzo degli Uffizi, ma ci sono altri che per ammirarli devi andare in uno stadio di calcio.

Kenneth Zsemereta, é un tecnico panameño che sin dal suo arrivo in Venezuela ha iniziato ad elaborare un capolavoro con la vinotinto femminile under 17: nazionale che sotto la sua direzione si é qualificata per tre volte consecutive al mondiale ed ha vinto in un paio di occasioni il campionato sudamericano di categoria.

Il primo contatto tra Zsemereta ed il Venezuela é stato quasi 10 anni fa. Allora, Laureano González, che era l’uomo di maggior peso nella Federación Venezolana de Fútbol per il calcio in rosa, invitó il tecnico panameño per uno stage di 2 settimane presso l’Universidad Cátolica Andrés Bello, lí lavorò con l’Ucab Spirit. Quella sua esperienza gli serví per inserirsi tra i candidati alla panchina della nazionale femminile di calcio. In un primo momento Zsemereta lavorò insieme a Rolando Bello, che poi lo postuló come suo sustituto. Due anni dopo, Serafín Boutereira, dirigente della Fvf, gli diede l’incarico di selezionatore della nazionale femminile Under 17.

Durante otto anni alla guida della nazionale Kenneth Zsemereta ha disegnato diversi capolavori: tre qualificazioni per i mondiali U17 (2010, 2013 e 2016): nelle qualificazioni per il torneo iridato ha vinto un bronzo e poi due ori consecutivi; ha vinto i Juegos Centroamericanos y del Caribe nel 2010 ed il secondo posto nei Juegos Bolivarianos (2009).

Da ricordare che nel torneo iridato del 2013, per noi italo-venezuelani ci fu una sorte di derby del cuore: nella finalina per il terzo posto azzurre e vinotinto si sono affrontate e, per la cronaca, le italiche si sono imposte 2-0 dopo i calci di rigore, ma i tempi regolamentari si erano conclusi con uno spettacolare 4-4. Nel mondiale di categoría dell’anno scorso ha chiuso nuovamente al quarto posto.

Da segnalare che quando Zsemereta prese le redini della nazionale, trovò uno scenario poco incoraggiante: la vinotinto era una squadra che per ogni gol che segnava, minimo ne subiva cinque. Se prendiamo in considerazione il periodo di tempo tra il 1991 e 2006 la nazionale aveva vinto solo una gara. Senza dimenticarci del fallimentare campionato femminile che si disputó tra il 2004 e 2007.

Kenneth Zseremeta, laureato in ingegneria, ha applicato le sue nozioni in materia per costruire e calibrare una macchina perfetta come la sua vinotinto. La sua nazionale non perde da 15 gare nel torneo Sudamericano. Hanno segnato 78 reti in 25 incontri, per una media gol 3,12.

Commenti (0)

Tags: , , , ,

Sudamericano U15: la Vinotinto sfiderà il Brasile e la Croazia

Pubblicato il 17 ottobre 2017 da redazione

 

CARACAS – Nella città di San Juan, in Argentina, sono stati sorteggiati i gironi del Campionato Sudamericano Under 15. La manifestazione sportiva si disputerà a Mendoza e San Juan dal 5 al 19 novembre e parteciperanno le 10 nazionali della Conmebol, ovvero: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Peru, Uruguay e Venezuela. Per l’edizione 2017 sono state invitate due nazionali provenienti dall’Uefa: Croazia e Repubblica Ceca.

La Vinotinto é stata inserita nel girone B insieme a: Bolivia, Brasile, Croazia, Ecuador e Perù.

Stando alle dichiarazioni del mister Frank Tamanaco Piedrahita, i ragazzi della nazionale venezuelana vivono la preparazione di questo torneo con molto entusiasmo. “Noi dello staff tecnico abbiamo preparato la squadra per affrontare qualsiasi formazione sudamericana. Questi tornei si devono affrontare come se fossero un mondiale. Affrontare nazionali del calibro di Uruguay, Argentina, Brasile, Cile e Paraguay é come essere in una kermesse iridata”.

La vinotinto giocherà tutte le gare del primo turno nello stadio Malvinas Argentinas che ha una capienza di 42.500 spettatori.

I ragazzi di Frank Tamanaco Piedrahita affronteranno nell’ordine Ecuador (lunedì 6 novembre), Croazia (mercoledì 8), Perù (venerdì 10), Brasile (domenica 12) e Bolivia (martedì 14).

Il selezionatore della baby vinotinto ha fatto il punto sulla Croazia, avversaria che affronterà durante la seconda giornata del Sudamericano U15. “È un’ottima nazionale che ha detto sempre la sua nelle ultime edizioni dei mondiali Under 17 ed Under 15. E’ una nazionale molto metodica, ordinata e che pianifica bene le cose. Ma il Venezuela ha le idee chiare su come affrontarla”.

Alla fase successiva si qualificheranno le prime due di ogni girone: il primo del girone B sfiderà il secondo del girona A a Mendoza, e  la vincente del girone A se la vedrà con la seconda del B a San Juan. Entrambe le gare sono in programma il 17 novembre. La finale si giocherà due giorni dopo a San Juan.

La vincente del Sudamericano Under 15 si qualificherà per la terza edizione dei Giochi olimpici giovanili estivi che si svolgeranno a Buenos Aires dal 6 al 18 ottobre 2018.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Vinotinto_entrenamiento_101017

Tags: , , , ,

Russia 2018: la Vinotinto sfida un Paraguay che ancora sogna il mondiale

Pubblicato il 10 ottobre 2017 da redazione

vinotinto

La Vinotinto in allenamento.

 

CARACAS – L’attesa é finita, oggi alle 19:30, si disputerá l’ultima giornata del girone Conmebol delle qualificazioni verso il mondiale Russia 2018.

Allo stadio Defensores del Chaco di Asunción la giovane vinotinto cercherà di mandare in fumo le minime speranze del Paraguay di partecipare alla kermesse iridata.

L’Albiroja fino al minuto 85 della gara contro la Colombia era ufficialmente fuori dal mondiale.

Tuttavia le speranze qualificazione per i guaraní sono davvero minime:si dovrebbe verificare il miracolo che vinca la sua sfida contro il Venezuela, per poi sperare che il Brasile batta il Cile e contemporaneamente l’Argentina non vinca, ma anche che Perù-Colombia finisca in parità.

La nazionale di Dudamel, nonostante non abbia nulla da chiedere a queste qualificazioni, si è fatta rispettare negli ultimi turni contro Colombia, Argentina e Uruguay, strappando ben tre pareggi, l’ultimo giovedì a San Cristóbal contro Cavani e Suarez. La vinotinto vuole chiudere in bellezza le qualificazioni per iniziare a preparare le qualificazioni verso il mondiale Qatar 2022.

Se guardiamo i precedenti l’ago della bilancia favorisce nettamente il Paraguay con 7 vittorie, un pareggio e due sconfitte.

La nazionale venezuelana non vince in trasferta da 11 gare. Sii dà il caso che l’ultima volta che ha portato a casa i tre punti é stato proprio contro i guaraní, vittoria per 0-2 con doppietta di Salomón Rondón.

Per la gara di stasera, Rafael Dudamel riavrà a disposizione il difensore Rolf Feltscher ed i centrocampisti Arquímedes Figuera e Yangel Herrera che nella gara pareggiata 0-0 contro l’Uruguay hanno scontato il turno di squalifica. Tra i titolari per la gara di stasera dovrebbe esserci l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana senza dimenticarci degli “italiani” Tomás Rincón e Josef Martínez.

Questa la classifica ad oggi. Brasile 38, Uruguay 28, Cile 26, Colombia 26, Perù 25, Argentina 25, Paraguay 24, Ecuador 20, Bolivia 14, Venezuela 9.

Per questa delicatissima gara é stato designato l’arbitro brasiliano Wilton Sampaio.

Probabili formazioni

PARAGUAY (3-4-2-1): Silva; Valdez, Gómez G., Balbuena; Moreira, Piris, Ortiz, Samudio; O. Romero, A. Romero; Sanabria. Allenatore: Francisco Arce

VENEZUELA (4-4-2): Fariñez; García, Chancellor, Villanueva, Quijada; Córdova, Moreno, Rincón, Murillo; Martínez, Rondón. Allenatore: Rafael Dudamel

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , , ,

Russia 2018: il Venezuela rimanda la festa dell’Uruguay

Pubblicato il 06 ottobre 2017 da redazione

Russia 2018: Il Venezuela rimanda la festa dell’Uruguay

 

CARACAS – Nello stadio Pueblo Nuevo della città di San Cristóbal pareggio a reti bianche fra Venezuela e Uruguay. il risultato maturato dopo i novanta minuti di gioco é più che giusto. Tra le due nazionali ha predominato la parità, basta controllare le statistiche dei tiri in porta: 6-6.

Questo risultato impedisce alla nazionale allenata da Oscar Washington Tabárez di chiudere la pratica qualificazione. Comunque la festa per la celeste é solo rimandata a martedì quando nello stadio Centenario ospiterà la Bolivia (già eliminata come il Venezuela). A Cavani e compagni basterà anche un pareggio per timbrare il biglietto per Russia 2018.

Dopo la gara contro l’Uruguay la Vinotinto, che non ha nulla da perdere, si conferma come guasta feste del girone Conmebol: ne sanno qualcosa Argentina, Colombia e Perù in piena lotta per un ticket per la kermesse iridata. Adesso il Paraguay trema e non sarà facile martedì nel Defensores del Chaco.

Il tecnico dell’Uruguay Oscar Tabárez ha commentato a fine gara il pareggio contro il Venezuela: “Siamo venuti qua per vincere, se non ci siamo riusciti è perché l’avversario ha fatto bene le cose. È stata una partita difficile, ce la immaginavamo così. Bentancur ha dimostrato quello che può fare in campo. Cambiano i nomi, cambiano le situazioni, forse era ora che arrivasse qualche giocatore giovane. Non si può esaminare questa gara allo stesso modo di una partita di un campionato europeo”.

Dal canto suo, Rafael Dudamel ha elogiato il lavoro svolto dai suoi ragazzi: “E’ stata una gara perfetta su tutti gli aspetti. Questo gruppo ha capito in poco tempo che bisogna saper gestire le circostanze delle gare. Sono molto ottimista riguardo il futuro di questa nazionale”.

Con la maglia della vinotinto ha giocato l’intera partita l’italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana. L’ex Caracas è stato protagonista in diverse azioni offensive della nazionale creola. Tra i titolari schierati da Dudamel c’erano alcuni volti noti nella nostra serie A come il granata Tómas Rincón che ha indossato la fascia da capitano disputando i novanta minuti e l’ex Torino Josef Martínez (uscito al 69’, al suo posto é entrato Romulo Otero).

Mentre per l’Uruguay sono scesi in campo gli “italiani” Fernando Muslera, Martín Cáceres, Matías Vecino, Rodrigo Betancur, Edinson Cavani giocatori che militano o hanno giocato nella nostra serie A.

(Fioravante De Simone)

 

 

Commenti (0)

Tags: ,

Russia 2018: Vinotinto guastafeste dell’Uruguay?

Pubblicato il 05 ottobre 2017 da redazione

Venezuela-Uruguay

 

CARACAS – Oggi alle 17:00 sul campo dello stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal andrá in scena Venezuela –Uruguay, gara valevole per le qualificazioni verso il Mondiale Russia 2018.

La vinotinto é il fanalino di coda di queste qualificazioni, ma scenderà sul campo del “templo sagrado” con l’intenzione di guastare la festa all’Uruguay.

In questo lungo cammino iniziato l’otto ottobre 2015 la nazionale venezuelana ha raccolto soltanto 8 i punti, frutto di 1 vittoria, 5 pareggi e ben 10 sconfitte: troppo poco per cercare di staccare il pass per Russia 2018. Ciononostante la squadra di Dudamel si è fatta rispettare negli ultimi due turni contro Colombia e Argentina, portando a casa addirittura un 1-1 in casa dell’Albiceleste. L’unica vittoria dei creoli è arrivata contro la Bolivia per 5-0.

Per le gare che chiuderanno il girone Conmebol il selezionatore nazionale Rafael Dudamel ha convocato nove giocatori dell’Under 20 che pochi mesi fa hanno sono arrivati secondi nel mondiale di categoria. Le giovani promesse che sono chiamate ad essere i perni della nazionale nelle qualificazioni verso il Mondiale Qatar 2022 sono: il portiere Wuilker Fariñez, i difensori Ronald Hernández e José Hernández, i centrocampisti Herrera, Ronaldo Lucena, Sergio Córdoba, Yeferson Soteldo e Samuel Sosa e l’attaccante Ronaldo Chacón.

Rondón contrastato da due avversari

“Ci troveremo di fronte una delle nazionale che affronta nel migliore dei modi le gare di qualificazione. Noi scenderemo in campo con la voglia di disputare un’ottima gara” – ha dichiarato Rafael Dudamel in conferenza stampa, aggiungendo – “Sono felice perché siamo in una fase di transizione durante la quale possiamo darci il lusso di provare giovani giocatori, ma dobbiamo puntare sullo zoccolo duro per iniziare a costruire la nazionale del futuro. Noi stiamo lavorando per affrontare la Coppa America che si disputerà in Brasile nel 2019. Ho chiesto in federazione di pooter disputare almeno cinque amichevoli nel 2018”.

Dal canto suo l’Uruguay si appresta a vivere la trasferta più importante di sempre, quella che potrebbe permettere alla selezione di Oscar Washington Tabarez di preparare le valigie per la Russia con una giornata di anticipo rispetto alle altre (ovviamente dopo il Brasile).

Per la nazionale allenata dall’ex Cagliari e Milan é un traguardo che sarebbe ampiamente meritato. Malgrado le difficoltà riscontrate in quest’ultimo periodo con tre k.o consecutivi, è riuscita a rifarsi pareggiando 0-0 con l’Argentina e sbancando 1-2 il Defensores del Chaco.

Contrasto Betancurt-Soteldo

Oscar Tabarez, ct della Nazionale uruguayana, ha già bene in mente la formazione titolare da schierare stasera a San Cristobal per la sfida contro il Venezuela. Pare sicuro un posto anche l’interista Matias Vecino a centrocampo, in compagnia di Nahitan Nández, Federico Valverde e Cristian Rodríguez.

Per questo doppio confronto, in cui  l’Uruguay affronterà prima il Venezuela e poi la Bolivia, é stato convocato per la prima volta in nazionale maggiore Rodrigo Betancur. Il centrocampista della Juventus ha parlato in conferenza stampa di questa nuova esperienza con la casacca della Celeste: “Era un sogno ricevere la convocazione da parte della Nazionale e devo dire grazie anche alla Juventus se si è trasformato in realtà. Adesso voglio solo cogliere questa grande opportunità che mi è stata concessa dando il massimo, con la speranza di poter scendere in campo. Anche solo per pochi minuti”.

Dal ritiro della celeste che si é svolto nel club Puerto Azul ha parlato della sfida contro la vinotinto anche l’ex stella del Palermo e del Napoli Edinson Cavani.

Per Cavani e compagni – secondi in classifica con 27 punti, frutto di 8 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte – bastano soltanto 3 punti, quei punti che potrebbero maturare contro una nazionale che non ha nulla da perdere.

I precedenti dicono che queste due nazionali si sono affrontate in 16 occasioni con un bilancio di 9 vittorie per i charrúas, 5 pareggi e 2 trionfi vinotinto.

Nelle ultime cinque gare disputate in Venezuela il bilancio é di due vittorie per parte ed un pareggio.

Probabili formazioni

Venezuela (4-4-2): Wuilker Faríñez; Ronald Hernández, Jhon Chancellor, Wilker Ángel, José Hernández; Sergio Córdova, Tomás Rincón, Juan Colina, Junior Moreno; Salomón Rondón e Josef Martínez. All: Seleccionador: Rafael Dudamel.

Uruguay (4-4-2): Fernando Muslera; Maxi Pereira, José María Giménez, Diego Godín, Martín Cáceres (o Gastón Silva); Nahitan Nández, Federico Valderde, Matías Vecino, Cristian Rodríguez; Luis Suárez e Edinson Cavani. All: Oscar Washington Tabárez.

Arbitro: Anderson Daronco (Brasile). Assistenti: Alessandro Rocha e Fabricio Vilarinho.. Stadio: Polideportivo Pueblo Nuevo, de San Cristóbal. Fischio d’inizio: 17:00

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Tags: , , ,

Russia 2018, Cavani parla della Vinotinto: “E’ sempre un rivale ostico”

Pubblicato il 04 ottobre 2017 da redazione

Edinson Cavani con la maglia dell’Uruguay

 

CARACAS – Domani alle 17:00 sul campo dello stadio Pueblo Nuevo di San Cristóbal si affronteranno Venezuela ed Uruguay in una gara valevole per le qualificazioni per il mondiale Russia 2018.

Il ritiro della Celeste per preparare la delicatissima gara contro la Vinotinto si é svolto a nel club Puerto Azul dello stato Vargas. Tra i protagonisti c’è l’ex Palermo e Napoli Edinson Cavani che ha fatto il punto della situazione. “Le gare contro il Venezuela sono sempre difficili”.

La nazionale venezuelana é ultima in classifica con otto punti ed una sola vittoria senza possibilità di andare al Mondiale. Mentre i charrúas arrivano nella terra di Bolívar con l’intenzione di chiudere la pratica qualificazione ed affrontare l’ultima giornata tranquilli.

“Il ritmo delle gare di qualificazioni sudamericane é completamente diverso da quello che abbiamo durante le gare di campionato. Dobbiamo approfittare di questa occasione, siamo ad un passo dal nostro obiettivo e non vogliamo deludere i nostri tifosi” ha dichirato il Matador.

La gara d’andata, disputata nello stadio Centenario di Montevideo, si é conclusa con il risultato di 3-0 in favore della Celeste. Quel giorno l’ex Palermo e Napoli segnó una doppietta, ma per la sfida di domani non si fida.

“Il Venezuela ha portato a casa ottimi risultati nelle ultime giornate (0-0 con la Colombia e 1-1 con l’Argentina in trasferta, ndr). La nazionale é cambiata molto sotto la direzione del nuovo allenatore e questo fa sì che siano più motivati. Stanno facendo le cose per bene, però la cosa più importante é che noi dobbiamo portare a casa un risultato favorevole”.

I precedenti dicono che queste due nazionali si sono affrontate in 16 occasioni con un bilancio di 9 vittorie per i charrúas, 5 pareggi e 2 trionfi vinotinto.

Nelle ultime cinque gare disputate in Venezuela il bilancio é di due vittorie per parte ed un pareggio.

Domani Edinson Cavani potrebbe eguagliare un record di Diego Forlán, quello di più gol contro il Venezuela. L’ex Inter durante la sua carriera ha segnato 5 reti contro la vinotinto, mentre Cavani é a quota tre.

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

savarino fvf

Tags: , , ,

Russia 2018: Dudamel perde l’attaccante Savarino

Pubblicato il 02 ottobre 2017 da redazione

Russia 2018

L’attaccante italo-venezuelano Jefferson Savarino

 

CARACAS – La Federación Venezolana de Fútbol ha annunciato che per le gare di qualificazione contro Uruguay e Paraguay non ci sarà l’attaccante italo-venezuelano Jefferson Savarino.

Stando al referto medico diramato dalla federazione il calciatore nato 20 anni fa a Maracaibo, attualmente in forza al Real Salt Lake della Major League Soccer, potrebbe aver riportato una lesione al legamento della coscia destra e una distorsione alla caviglia.

Il calciatore di origine italiano si è infortunato al 69’ della gara pareggiata (1-1) sabato contro i Los Angeles Galaxy.

La zona qualificazioni è ormai troppo lontana, e alla Vinotinto non resta che onorare fino all’ultimo la competizione in vista di Russia 2018. Per questo motivo sono stati chiamati tanti giovani per iniziare a costruire la nazionale per le qualificazioni per il mondiale Qatar 2022. Sicuramente farà parte di questo gruppo l’italo-venezuelano Savarino una volta recuperatosi dall’infortunio. Il calciatore di origine italiana fino a questo momento ha disputato 21 gare nella MLS dove ha messo a segno 6 reti.

Nelle gare di qualificazione Russia 2018 la Vinotinto affronterà l’Uruguay (il 5 ottobre alle 17:00 a San Cristóbal) ed il Paraguay (il 10 ottobre alle 20:30 nel Defensores del Chaco).

Nel ritiro della nazionale Rafael Dudamel ha iniziato a ricevere i suoi campioni a San Cristóbal. I primi ad aggregarsi sono stati l’ex difensore di Parma e Padova Rolf Feltscher ed i centrocampista Yohandry Orozco, Junior Moreno, Arquímides Figuera, Juan Colina e Jhon Murillo.

Questa la lista completa dei convocati:

Portieri: Wuilker Fariñez (Caracas), José Contreras (Deportivo Táchira), Carlos Olses (Deportivo La Guaira).

Difensori: Víctor García (Vitória, Portogallo), Ronald Hernández (Stabaek, Norvegia), Pablo Camacho (Deportivo Táchira), Jhon Chancellor (Delfín, Ecuador), José Manuel Velázquez (Tiburones, Messico), Wilker Ángel (Terek Grozny, Russia), Mikel Villanueva (Cádiz, Spagna), Rolf Feltscher (senza squadra), José Hernández (Caracas), Rubert Quijada (Al Gharafa, Qatar).

Centrocampisti: Juan Colina (Carabobo), Yangel Herrera (New York City, USA), Júnior Moreno (Zulia), Ronaldo Lucena (Atlético Nacional, Colombia), Tomás Rincón (Torino, Italia), Arquímedes Figuera (Universitario, Perú), Yohandry Orozco (Zulia), Sergio Córdova (Augsburgo, Germania), Jhon Murillo (Kasimpasa, Turchia), Yeferson Soteldo (Huachipato, Cile), Rómulo Otero (Atlético Mineiro, Brasile), Samuel Sosa (Deportivo Táchira).

Attaccanti: Salomón Rondón (West Bromwich Albion, Inghilterra), Josef Martínez (Atlanta United, USA), Edder Farías (Once Caldas, Colombia), Ronaldo Chacón (Caracas), Anthony Blondell (Monagas).

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

betancurt uruguay

Tags: , , ,

Russia 2018: tre “italiani” tra i convocati dell’Uruguay per sfidare la Vinotinto

Pubblicato il 29 settembre 2017 da redazione

Russia 2018

Betancurt (Uruguay)

 

CARACAS – Oscar Tabárez, selezionatore della nazionale uruguaiana, ha annunciato la lista dei convocati per il doppio confronto delle qualificazioni Russia 2018 che vedrà i charrúas impegnati contro Venezuela (il 5 ottobre a San Cristóbal) e Bolivia (il 10 a Montevideo). Fanno parte del gruppo tre giocatori che militano nella nostra Serie A: Martín Cáseres (Verona), Matías Vecino (Inter) e Rodrigo Betancourt (Juventus). Tra i convocati ci sono anche l’ex Lazio Fernando Muslera (attualmente in forza al Galatasaray) e l’ex Napoli Edinson Cavani (attualmente al PSG).

Nella lista di Tábarez spiccano i nomi di campioni del calibro di Luis Suarez (Barcellona) e Diego Godín (Atlético Madrid).

La Celeste si trova al momento al secondo posto con 27 punti dietro al già qualificato Brasile (37) e, per strappare il pass per la Russia, dovrà ottenere la vittoria già nel primo match contro la Vinotinto per non dover aspettare gli esiti degli altri incontri. Mentre la nazionale creola userà questo confronto per testare giocatori da usare nelle prossime qualificazioni, quelle per il Qatar.

Questo l’elenco dei convocati di Tabárez:

Portieri: Fernando Muslera (Galatasaray, Turchia), Martín Silva (Vasco da Gama, Brasile) e Martín Campaña (Independiente, Argentina).

Defensori: José María Giménez (Atlético de Madrid, Spagna), Martín Cáceres (Hellas Verona, Italia), Maximialiano Pereira (Porto, Portogallo), Diego Godín (Atlético de Madrid, Spagna), Mauricio Lemos (Las Palmas, Spagna), Gastón Silva (Independiente, Argentina) e Sebastián Coates (Sporting, Portogallo).

Centrocampisti: Mathías Corujo (Peñarol), Cristian Rodríguez (Peñarol), Jonathan Urretaviscaya (Pachuca, Messico), Gastón Pereiro (PSV, Olanda), Giorgian De Arrascaeta (Cruzeiro, Brasile), Álvaro González (Nacional), Matías Vecino (Inter, Italia), Rodrigo Bentancur (Juventus, Italia), Federico Valverde (Deportivo la Coruña, Spagna), Egidio Árevalo Ríos (Racing, Argentina), Nicolás Lodeiro (Seattle Sounders, Stati Uniti), Carlos Sánchez (Monterrey, Messico), Nahitan Nandez (Boca Juniors, Argentina).

Attaccanti: Maximiliano Gómez (Celta de Vigo, Spagna), Luis Suárez (Barcelona, Spagna), Cristhian Stuani (Girona, Spagna) e Edinson Cavani (PSG, Francia).

(Fioravante De Simone)

Commenti (0)

Ultima ora

14:18Migranti:Minniti e Pigliaru,integrare per garanzia sicurezza

(ANSA) - NUORO, 18 GEN - "Il nostro compito non è bloccare il flusso migratorio verso le nostre coste ma governare il processo". Lo ha detto il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, incontrando a Nuoro, con il ministro dell'Interno Marco Minniti, i ragazzi dell'istituto superiore Francesco Ciusa e un gruppo di migranti provenienti dai 13 centri di accoglienza presenti in provincia dove sono ospitate in tutto 500 persone. "Cito il ministro Minniti - ha aggiunto il governatore sardo - 'per vivere la sicurezza dobbiamo integrare'".

14:06Prof arrestato a Roma al Gip: ero innamorato, chiedo scusa

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "E' tutto vero quello che è successo, ma io ero innamorato di lei. Una cosa del genere non mi era mai successa in 25 anni di insegnamento. E' stato un rapporto consenziente". Così il professore Massimo De Angelis, arrestato a Roma per violenza sessuale ai danni di una sua alunna di 15 anni, si è difeso davanti al gip nel corso dell'interrogatorio di garanzia. Il docente del liceo privato 'Massimo' della capitale é accusato di aver abusato di una studentessa di 15 anni. "Chiedo scusa a tutti, a cominciare dai genitori della ragazza. Ho tradito me stesso, gli studenti, i miei colleghi e l'istituto", ha detto De Angelis, difeso dall'avvocato Fabio Lattanzi. Il professore, rispondendo alle domande del magistrato, ha ammesso i fatti che gli sono stati contestati dalla Procura di Roma.

14:05Giù da vagone per biglietto irregolare, capotreno condannato

(ANSA) - VENEZIA, 18 GEN - E' polemica in Veneto dopo la condanna a 20 giorni inflitta dal Tribunale di Belluno ad un capotreno per tentata violenza privata. L'uomo aveva fatto scegliere dal convoglio nel 2014 alla stazione di Santa Giustina un nigeriano, all'epoca residente nel padovano ma ora lontano dall'Italia perché espulso, ritenendo che non avesse obliterato il biglietto. "Piena e totale solidarietà al capotreno coinvolto in una vicenda incomprensibile per la gente comune, e a tutti i lavoratori delle Ferrovie dello Stato" viene espressa dal governatore Luca Zaia.

13:50Russia: Navalni presenta ricorso a ‘presidium’ Corte Suprema

(ANSA) - MOSCA, 18 GEN - Alexei Navalni ha presentato ricorso al 'presidium' della Corte Suprema russa per contestare la sua esclusione alle presidenziali russe del prossimo 18 marzo. "Abbiamo presentato un ricorso in cui chiediamo al presidium della Corte Suprema di invertire le decisioni prese dai tribunali di grado inferiore", ha detto a Interfax Ivan Zhdanov, avvocato di Navalni. La Corte Suprema ha dichiarato a Interfax che il tribunale ha ricevuto il ricorso ma la data in cui sarà preso in considerazione non è stata fissata. Il 25 dicembre scorso la Commissione Elettorale Centrale russa ha deciso di non registrare il gruppo di elettori creato per sostenere la candidatura di Alexei Navalni alle presidenziali (escludendolo di fatto dalla corsa al Cremlino). Il 30 dicembre la Corte Suprema ha respinto l'appello di Navalni contro la decisione della Commissione.

13:41Moscovici, solo auspicio è che governo italiano sia pro-Ue

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Siamo sempre stati attenti ai bisogni dell'Italia perché sappiamo che è un grande Paese, un Paese al cuore della zona Euro. Il solo auspicio che ho, sul piano politico, è che il prossimo governo italiano, qualsiasi esso sia, perché sono gli italiani che votano, sia un governo pro-europeo". Così il commissario europeo Pierre Moscovici rispondendo ad una domanda.

13:34Lega: Sollecito, Bongiorno? spero che ce la faccia

(ANSA) - PERUGIA, 18 GEN - "Giulia Bongiorno può dare un contributo importante per una giustizia che dia fiducia": ne è certo Raffaele Sollecito, difeso dalla penalista, ora candidata per la Lega alle prossime elezioni, nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher terminato con l'assoluzione dell'ingegnere informatico. Il quale ha commentato con l'ANSA la notizia. "Sono contento della sua candidatura, spero che ce la faccia" ha detto Sollecito parlando dell'avvocato Bongiorno. "Certo - ha aggiunto -, se avrò la possibilità le darò il mio voto". Il giovane parla del legale come di "una persona oculata". "Non prende mai - ha proseguito - decisioni a caso ma le sue azioni sono sempre ponderate. E' una persona corretta - ha concluso Sollecito - che non dà mai adito a sorprese". (ANSA).

13:34Maltempo, l’aeroporto di Amsterdam sospende tutti i voli

(ANSA) - BERLINO, 18 GEN - L'aeroporto Schiphol di Amsterdam ha sospeso oggi tutti i voli e le ferrovie nazionali olandesi hanno bloccato tutti i treni a causa della violenta tempesta che si abbatte in queste ore sul Paese. Lo scalo ha annunciato in un tweet che i voli sono sospesi "fino a nuovo avviso" in seguito al maltempo. La Klm aveva giù annullato oltre 200 voli prima dell'arrivo della tempesta.

Archivio Ultima ora