Jesse Chacón: Allanamientos también se producen por denuncias sobre armas

Allanan Club Hebraica en Los Chorros

Pubblicato il 29 novembre 2004 da redazione


Un grupo de funcionarios de la Disip y el Cuerpo de Investigaciones Científicas, Penales y Criminalísticas allanaron en horas de la mañana de ayer el Club Hebraica, ubicado en la urbanización Los Chorros de Caracas.


La información fue confirmada por el Presidente de la comunidad hebrea en Venezuela, Daniel Snimack, quien criticó que el procedimiento se hiciera cuando más de 1.000 niños acudían a la escuela ubicada en ese centro.


Dijo que el allanamiento es un proceso “respetable y tenía que cumplirse”, pero que “pudo haberse hecho de otra manera”.


Aunque no existe un pronunciamiento oficial, el procedimiento estaría vinculado con las investigaciones por el asesinato del fiscal Danilo Anderson, pues está siendo ejecutado por los funcionarios a cargo del caso y fue ordenado por el tribunal 34 de control, a cargo del juez Mikel Moreno, quien lleva la causa.


Por otro lado, el ministro de Interior y Justicia, Jesse Chacón, dijo no tener detalles sobre las causas que llevaron a las autoridades a hacer un allanamiento ayer en el Club Hebraica, considera que este tipo de inspecciones se realizan no sólo para buscar personas, sino “movimientos de armamentos”.


– Eso se realizó y entiendo que es parte de la investigación – dijo -. No sé de la investigación, ni qué se estaban buscando. Sé que forma parte de la investigación que llevan los fiscales con el Cuerpo de Investigaciones Científicas, Penales y Criminalísticas, dentro del caso Danilo Anderson, pero por qué fueron, no lo manejo. El allanamiento a veces tiene que ver no sólo con personas, sino por información que llega por movimiento de armamento.


El ministro Chacón declaró desde el retén La Planta, donde hizo entrega de 140 unidades que serán destinadas a 30 penales de todo el país, para agilizar el traslado de los reos a los tribunales.


Indicó que aún se desconoce que el atentado contra el fiscal Danilo Anderson, forma parte de un hecho aislado o de una escalada de violencia.


– A estas alturas yo no estaría para decir que es un caso aislado. Estamos haciendo los análisis para este caso y el atentado que se le iba a perpetrar al ministro de la Defensa, Jorge Luis García Carneiro, para ver si había vinculación de uno y otro caso – señaló -. De la información de los allanamientos se desprende que eran varios casos que se estaban montando, pues recuerden que en la casa de los López Castillo se consiguieron cuatro kilos de C-4 , se consiguió una mina antitanque.


Finalmente hizo un llamado a los medios para que hagan un “tratamiento serio de la noticia».


– Uno ve las tendencias en algunos medios, de tratar de banalizar el caso, a tratar de convertir víctimas en victimarios y victimarios en víctimas, yo no creo que eso no  beneficie a la sociedad venezolana – comentó.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:06Monaco: Ali non hackerò account Facebook

(ANSA) - BERLINO, 24 LUG - L'assassino di Monaco non ha hackerato un account di Facebook di un'altra persona, ma ha usato un falso account, alimentato da foto e dati di altri account. Lo ha detto la Polizia criminale di Monaco aggiungendo che Ali era "un provetto giocatore di giochi di sparatorie online", e che esiste una chat che "prova l'acquisto della pistola su darknet".

16:58Turchia: al via manifestazione a piazza Taksim a Istanbul

(ANSAmed) - ISTANBUL, 24 LUG - Ha iniziato a riempirsi di persone la zona di piazza Taksim a Istanbul, in vista della grande "manifestazione per la democrazia" organizzata per le 18 di oggi (le 17 in Italia) dal principale partito di opposizione, il socialdemocratico Chp, dopo il fallito golpe in Turchia. Il raduno è stato autorizzato dal governo, che ha anche annunciato la sua partecipazione con alcuni esponenti del partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan, mentre il Comune ha assicurato la gratuità dei trasporti per le decine di migliaia di persone attese in piazza. Nel primo pomeriggio, Taksim è stata evacuata dalla polizia per effettuare una bonifica di possibili ordigni e altre minacce alla pubblica sicurezza.

16:56Brexit: università Gb rischiano uscita anche da Erasmus

(ANSA) - LONDRA, 24 LUG - La Gran Bretagna dopo aver scelto l'addio all'Europa rischia di vedere anche i suoi studenti e le università esclusi dal celebre programma Erasmus. E' l'allarme lanciato sulle pagine dell'Observer da Ruth Sinclair-Jones, che dirige nel Regno Unito l'interscambio degli studenti europei e parla di un ''momento di grande incertezza''. Non solo i giovani britannici potrebbero venir esclusi da importanti periodi di formazione all'estero ma gli atenei del Regno finirebbero col subire cospicui tagli di fondi alle loro finanze, fondamentali ad esempio per la ricerca. Al momento, sempre stando a Sinclair-Jones, non ci sono ancora conseguenze dirette, ma ''sul lungo periodo, la situazione è del tutto incerta'', e già dall'anno prossimo ci potrebbero essere drastici cambiamenti. Secondo i dati diffusi dall'Observer, si contano 120 mila studenti dai Paesi Ue nelle università del Regno e di questi 27.400 appartengono al programma Erasmus che paga attraverso borse di studio le loro rette.

16:50Filadelfia: Obama,Hillary candidata più preparata di sempre

(ANSA) - NEW YORK, 24 LUG - "Non c'e' un candidato nella storia moderna più preparato di Hillary Clinton per diventare presidente": lo afferma in una intervista alla Cbs Barack Obama, che mercoledì interverrà sul palco della convention di Filadelfia. "Conosce i problemi di politica nazionale e di politica estera meglio di chiunque altro - aggiunge Obama - e capisce che nella nostra democrazia le cose non avvengono sempre velocemente come vorremmo, ma richiedono un compromesso, e la capacita' di realizzarlo".

16:43Rio: doping, il Cio non esclude la Russia

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Niente esclusione per la Russia ai Giochi di Rio. E' questa la decisione presa dal Cio in merito allo scandalo doping che ha investito lo sport di Mosca.

16:31Calcio: accordo Higuain-Juventus il 13 luglio a Madrid

(ANSA) - NAPOLI, 24 LUG - Gonzalo Higuain ha detto sì alla Juventus lo scorso 13 luglio a Madrid. È uno dei retroscena della vicenda Higuain di cui l'Ansa è venuta a conoscenza. L'intesa economica che ha sancito l'accordo - un quadriennale da 7,5 milioni di euro a stagione - è stata formalizzata nel corso di un incontro nella capitale spagnola tra il fratello-procuratore del calciatore Nicolas e il ds bianconero Fabio Paratici, artefice dell'operazione. Il Pipita - che a giugno, da quanto risulta all'Ansa, aveva detto no alla prima proposta bianconera - avrebbe dato il suo ok al progetto Juve un paio di giorni prima da Ibiza dove si trovava in vacanza dopo aver disputato la Coppa America con l'Argentina.

16:29Turchia: Erdogan, arresti saliti a 13.165

(ANSAmed) - ISTANBUL, 24 LUG - È salito a 13.165 il numero delle persone arrestate in relazione al tentativo di golpe in Turchia. Tra queste, 5.863 sono quelle di cui è stato già convalidato l'arresto. Lo ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan, specificando che si tratta di 8.838 militari (tra cui 123 generali e ammiragli), 2.101 magistrati, 1.485 poliziotti, 52 autorità amministrative e 689 civili.

Archivio Ultima ora