Archivio | Analisi Venezuela

A chi giova la violenza? Pdvsa svende

Pubblicato il 30 maggio 2017 da Mauro Bafile

La guerra dei “libertarios” e la violenza nelle manifestazioni. Carta straccia, quasi una liquidazione, un “saldo di fine stagione”. Come altro si potrebbe definire l’operazione realizzata da Pdvsa che ha ceduto i propri titoli con scadenza al 2022 alla Goldman Sachs per l’irrisoria cifra di 865 milioni di dollari quando il loro prezzo nominale era di 2.800 milioni di dollari?

Commenti (0)

La debacle economica dopo vent’anni di “chavismo”

Pubblicato il 22 maggio 2017 da Mauro Bafile

Sebbene non si possa negare che anche tra i nostri industriali non sia mancato chi ha fatto fortuna muovendo le leve della politica e della corruzione, la stragrande maggioranza dei nostri imprenditori, specialmente i proprietari dei laboratori artigianali a conduzione familiare e delle piccole e medie industrie, hanno costruito il proprio patrimonio con onestà e tanto lavoro

Commenti (0)

Assemblea Costituente, inganno o necessità?

Pubblicato il 08 maggio 2017 da Mauro Bafile

La proposta del presidente Maduro eviterebbe al governo di misurarsi con l’Opposizione nelle elezioni regionali e forse anche nelle presidenziali e neutralizzerebbe avversari scomodi come Parlamento e Procura Generale

Commenti (0)

La Costituente “Comunale” del Presidente Maduro

Pubblicato il 01 maggio 2017 da Mauro Bafile

Il capo dello Stato, che giorni fa aveva rivelato che avrebbe sorpreso con un annuncio storico, ha informato che consegnerà al Consiglio Nazionale Elettorale il decreto con il quale convocherà una “Costituente Comunale”. Il ritiro dall’Osa. Repressi con violenza i cortei del Primo Maggio organizzati dall’Opposizione. Il Tavolo dell’Unità assicura che non abbandonerà le piazze

Commenti (0)

Entrano in scena i “colectivos”

Pubblicato il 19 aprile 2017 da Mauro Bafile

Pesante il bilancio della protesta organizzata dal Tavolo dell’Unità Democratica: due morti, 400 arresti e decine di feriti. Il presidente della Repubblica accusa i partiti dell’Opposizione, e in particolare il presidente del Parlamento, Julio Borges, di cospirazione

Commenti (0)

Dalle “baby-gang” alla violenza di Stato. Le minacce del presidente ai leader di PJ

Pubblicato il 18 aprile 2017 da Mauro Bafile

Rabbia e costernazione in seno alla nostra Collettività per la morte del giovane connazionale Gruseny Antonio Canelòn Scirpatempo, assassinato durante una protesta a Barquisimeto. La manifestazione del 19 aprile. Primero Justicia prossimamente fuorilegge?

Commenti (0)

Venezuela, il Governo alle strette “ghettizza” la protesta

Pubblicato il 10 aprile 2017 da Mauro Bafile

Il governo del presidente Maduro, nel reprimere violentemente ogni manifestazione di protesta ha stabilito una ben precisa “linea Maginot”, che divide la capitale tra Est e Ovest, e che l’Opposizione non può varcare

Commenti (0)

Venezuela, rientrato il “Golpe” ma resta la repressione

Pubblicato il 04 aprile 2017 da Mauro Bafile

Dietro front parziale della Corte che cancella i decreti attraverso i quali usurpava il ruolo del Parlamento e dava poteri illimitati al presidente Maduro. La Polizia e la Guardia Nazionale reprimono con violenza il corteo dell’Opposizione che cercava di arrivare al Parlamento. Presidente di Copei arrestato con l’accusa di “tradimento alla Patria”

Commenti (0)

“Mozione Almagro”, il governo del presidente Maduro all’esame dell’Osa

Pubblicato il 20 marzo 2017 da Mauro Bafile

Il Segretario Generale dell’Osa, nel presentare l’aggiornamento del Dossier reso noto lo scorso maggio, ha chiesto ai membri dell’Organizzazione di Stati Americani la sospensione, non l’espulsione, del Venezuela dall’organizzazione internazionale, se al termine perentorio di 30 giorni il governo non convoca elezioni generali

Commenti (0)

La povertà sconfigge il “chavismo”

Pubblicato il 21 febbraio 2017 da Mauro Bafile

Dall’ “Encuesta de Condición de Vida (Encovi 2016)”, realizzata da tre delle più prestigiose università del Paese emerge una nazione in cui l’82 per cento delle famiglie vive in condizione di povertà. Il calvario del Tavolo dell’Unità Democratica

Commenti (0)

In Venezuela si muore di denutrizione

Pubblicato il 13 febbraio 2017 da Mauro Bafile

Mentre nell’ambito politico pare si sia orientati a riprodurre le condizioni che hanno portato al trionfo del comandante Daniel Ortega in Nicaragua, in quello sociale si assiste all’incremento dei casi di decesso per denutrizione e al ritorno di malattie endemiche come la malaria, la difterite e la turbercolosi

Commenti (0)

Verso il tramonto del “madurismo”?

Pubblicato il 09 gennaio 2017 da Mauro Bafile

Mentre il capo dello Stato annuncia un incremento del salario minimo pari al 50 per cento e l’economia del paese vive la peggiore crisi economica dell’era democratica, la designazione di Tareck El Aissami a vicepresidente della Repubblica è interpretata come l’inizio della decadenza del “madurismo” in seno al partito di Governo

Commenti (0)

Le banconote da 100 bs fuori corso, si paralizza l’economia

Pubblicato il 12 dicembre 2016 da Mauro Bafile

Con le istituzioni finanziarie chiuse, per la festività stabilita dal calendario bancario, e con i negozi contrari ad accettare qualunque pagamento con banconote da 100 bs, l’economia del Paese, già tanto provata dalla crisi economica, ha sofferto un’ulteriore brusca frenata. La sfida delle amministrative

Commenti (0)

Archiviato il referendum, Jp Morgan irrita il presidente Maduro

Pubblicato il 28 novembre 2016 da Mauro Bafile

E’ ormai inutile sperare, ma lo era anche prima, nella consulta popolare o nelle elezioni presidenziali anticipate. Le amministrative e l’Opposizione. Pdvsa in difficoltà

Commenti (0)

Il “Tavolo dell’Unità” scricchiola, smarrito nel suo labirinto

Pubblicato il 14 novembre 2016 da redazione

L’aver privilegiato il Referendum revocatorio piuttosto che le elezioni amministrative pare oggi una cattiva decisione. Le Governazioni e i comuni, d’altronde, rappresentano il vero potere politico: quello che permette ai partiti e ai leader di stare accanto agli elettori, di conoscere le necessità dei cittadini e interpretarne gli umori

Commenti (0)

Tra Governo e Opposizione dialogo tra sordi?

Pubblicato il 08 novembre 2016 da redazione

La polemica tra i protagonisti della politica è sempre più accanita nonostante la preghiera dell’emissario del Vaticano di moderare i toni del confronto. Mons. Claudio Maria Celli ammette al quotidiano La Nación che la situazione nel Paese è “molto brutta”

Commenti (0)

Parlamento senza poteri, il Venezuela come il Perù di Fujimori o il Nicaragua di Ortega?

Pubblicato il 17 ottobre 2016 da redazione

La Corte ha autorizzato il presidente Maduro a non sottoporre al dibattito dell’Assemblea Nazionale il bilancio preventivo per il 2017. Mentre prosegue la diatriba politica, sul fronte dell’economia, il governo, obbligato dalle circostanze, allenta il controllo sui prezzi e sui prodotti

Commenti (0)

Né referendum né “amministrative”. Venezuela, tra l’incudine e il martello

Pubblicato il 10 ottobre 2016 da Mauro Bafile

Manca solo una manciata di settimane ma il Consiglio Nazionale Elettorale tace sulle elezioni per rinnovare le amministrazioni locali. Il pericolo di default e dell’esplosione sociale

Commenti (0)

Referendum in Colombia, un esempio di democrazia

Pubblicato il 04 ottobre 2016 da Mauro Bafile

In Colombia la consulta elettorale si è svolta a poche settimane dalla fine delle conversazioni e a una settimana dalla firma degli accordi di pace tra Farc e governo di Juan Manuel Santos. In Venezuela da mesi il Tavolo dell’Unità cerca di superare tutti gli ostacoli posti dal Cne alla realizzazione del “revocatorio”

Commenti (0)

Delegazione del parlamento italiano in Venezuela per puntellare l’AN

Pubblicato il 26 settembre 2016 da redazione

Il senatore Casini sostiene che all’Assemblea del Venezuela deve essere riconosciuta la sua autorevolezza. Referendum: disposizioni del Cne, cronaca di una decisione annunciata

Commenti (0)

Non allineati, cala il sipario “sin pena ni gloria”. Referendum, la Mud attende

Pubblicato il 19 settembre 2016 da redazione

Le prove di dialogo, erroneamente interpretate come una manifestazione di debolezza del Tavolo dell’Unità, dovrebbero assicurare la sopravvivenza del “chavismo” per tutelare l’alternabilità al potere e un equilibrio istituzionale che oggi manca al Paese e che giustifica l’esistenza del Tavolo dell’Unità e la richiesta di un Referendum revocatorio

Commenti (0)

“Cumbre” dei non-allineati, la scommessa di Maduro

Pubblicato il 13 settembre 2016 da redazione

Il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro spera di rilanciare la propria immagine a livello internazionale e, probabilmente, dipingerà, ai partecipanti all’evento, un panorama assai diverso da quello che, in precedenza, Ambasciate e Consolati avranno illustrato ai propri governi con dovizia di particolari. La MUD tra l’incudine e il martello

Commenti (0)

“Toma de Caracas”, l’Opposizione mostra i muscoli

Pubblicato il 05 settembre 2016 da redazione

La popolarità del capo dello Stato messa duramente in discussione da un “cacerolazo” a Villa Rosa, nell’Isola di Margarita. Volo di “droni”, arrestato un connazionale

Commenti (0)

Primo settembre, Caracas militarizzata

Pubblicato il 29 agosto 2016 da redazione

Governo e opposizione si affrontano in una guerra di dichiarazioni che non concede spazio al dialogo, mentre nella capitale ci si prepara a ciò che potrebbe accadere giovedì prossimo.

Commenti (0)

La sfida del Primo settembre

Pubblicato il 22 agosto 2016 da redazione

Per governo e opposizione il primo settembre sarà il giorno dell’esame: si giocano credibilità e futuro. Nei ministeri, nell’holding petrolifera nazionale, nelle imprese dello Stato si respira un clima da inquisizione. Il governo scommette in una ripresa del prezzo del greggio per affrontare la grave crisi

Commenti (0)

Salari, un salto del 50 per cento. Osa, la carica dei 15

Pubblicato il 15 agosto 2016 da redazione

Il presidente della Repubblica, NicolásMaduro, ha annunciato un congruo aumento del salario minimo. Mercosur: prosegue la polemica. 15 paesi dell’Osa esortano il governo a rispettare il diritto dei venezuelani al Referendum Revocatorio

Commenti (0)

Caccia alle streghe in Venezuela. La polemica del Mercosur

Pubblicato il 08 agosto 2016 da redazione

Il deputato Diosdado Cabello ha assicurato che nessun incarico, all’interno dell’Amministrazione Pubblica sarà occupato da chi non professa la fede “chavista”. L’Operazione Condor e la presidenza del Venezuela nel Mercosur

Commenti (0)

Torna la schiavitù in Venezuela?

Pubblicato il 01 agosto 2016 da redazione

Il provvedimento N. 9855, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, autorizza il governo, qualora lo considerasse necessario o una ditta glielo chiedesse, a trasferire operai da un’azienda all’altra senza che né l’operaio né il datore di lavoro possano opporsi. Il Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolìn, ha assicurato che il Vaticano non è stato ancora invitato ufficialmente a partecipare ad un tavolo tra Governo e Opposizione. La polemica in seno al Mercosur

Commenti (0)

La spina nel fianco della famiglia presidenziale venezuelana

Pubblicato il 25 luglio 2016 da redazione

La confessione di Antonio Campo Flores, figlioccio del presidenteMaduro, e Francisco Flores de Freitas, nipote di Cecilia Floresrappresenta un altro duro colpo per il governo e mette in luce la convivenza dei “narcos” con le alte sfere politiche. Referendum revocatorio, il Cne temporeggia e l’Opposizione pigia sull’acceleratore

Commenti (0)

Venezuela, tutto il potere ai militari

Pubblicato il 18 luglio 2016 da redazione

I militari, con la creazione della “Gran Misión Abastecimiento Seguro” avranno la responsabilità di gestire i porti, attraverso i quali giungono al paese le importazioni, e di distribuire i prodotti in modo tale da permetterne l’acceso alla popolazione

Commenti (0)

“Colectivos” come le Sturmabteilung. L’influenza cubana nelle Forze Armate

Pubblicato il 04 luglio 2016 da redazione

L’intervista della collega Aymara Lorenzo al Vice-Ammiraglio, Pedro Miguel Pérez Rodríguez, segnala due temi inquietanti che ricordano la storia del passato recente. La perdita di popolarità del presidente Maduro. Il paese torna ad essere appetibile per gli investitori che prevedono un incremento nel prezzo del barile di petrolio

Commenti (0)

L’Osa prende tempo sul caso Venezuela. Referendum, convalidate le firme

Pubblicato il 28 giugno 2016 da redazione

I Paesi membri dell’Organizzazione degli Stati Americani, dopo aver ascoltato il rapporto del Segretario Generale, Luis Almagro, non hanno preso alcuna decisione

Commenti (0)

In attesa del 23 giugno, si firma per il Referendum

Pubblicato il 20 giugno 2016 da redazione

Il 23 giugno, giovedì prossimo, sarà una data importante per l’Europa, che affronterà uno degli esami più difficili dalla fondazione ad oggi e per il Venezuela, la cui realtà politico–istituzionale, economica e sociale sarà analizzata dall’Organizzazione degli Stati Americani. Crescono la violenza frutto dei saccheggi e la repressione delle Forze dell’Ordine. File interminabili di elettori alle porte degli uffici del Cne per convalidare le firme del Referendum

Commenti (0)

Referendum Revocatorio in Venezuela, il Cne si arrende all’evidenza

Pubblicato il 13 giugno 2016 da redazione

Per l’Opposizione si apre un nuovo capitolo. I venezuelani le cui firme per il Revocatorio sono state ritenute valide dal Cne, infatti, avranno due settimane per ratificare la propria volontà. Cresce il dissenso nel Psuv

Commenti (0)

Osa, il riconoscimento della crisi in Venezuela

Pubblicato il 07 giugno 2016 da redazione

Luis Almagro, nell’ultima sessione dell’OSA ha chiesto l’applicazione della “Carta Democratica” per il Venezuela. Nonostante sia assai difficile che l’organismo applichi il provvedimento, il dibattito che avrà luogo nella prossima riunione analizzerà a fondo la crisi del Paese

Commenti (0)

Tags: , , , , , ,

Venezuela: Consiglio Nazionale Elettorale proibito all’opposizione

Pubblicato il 24 maggio 2016 da redazione

Proibita la protesta nel centro storico della capitale, sede delle istituzioni democratiche. Nel chavismo in corso un dibattito interno che ha fatto emergere importanti correnti di dissenso che non si riconoscono con il Governo del presidente Maduro. L’Opposizione, ritrova l’unità grazie ad un obiettivo comune: il Referendum Revocatorio

Commenti (0)

Tags: , , , ,

Un “Decreto di Emergenza” che potrebbe limitare le libertà dei venezuelani

Pubblicato il 17 maggio 2016 da redazione

Il concetto di emergenza verrebbe ampliato coinvolgendo anche l’ambito delle libertà del cittadino. Al presidente Maduro sarebbe riconosciuta la potestà di limitare la libertà di protesta, di transito, e di stabilire paletti ben precisi a quelle di stampa e di opinione

Commenti (0)

Venezuela: Referendum sì, referendum no

Pubblicato il 09 maggio 2016 da redazione

Per il momento, si attende il risultato della verifica delle firme consegnate che, per norma di legge, avrebbe già dovuto essere stato reso noto. Ma la burocrazia e la lentezza del Cne hanno fatto slittare i tempi. Nei prossimi giorni è attesa in Venezuela la missione di mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati del Vaticano

Commenti (0)

Venezuela: Referendum revocativo, prova di forza tra Governo e Opposizione

Pubblicato il 03 maggio 2016 da redazione

L’Opposizione aveva 30 giorni di tempo per raccogliere le 195mila 721 firme necessarie per avviare la consulta diretta. Ne ha rastrellate 2 milioni e mezzo in poche ore. Ormai si sta camminando sull’orlo dell’abisso

Commenti (0)

La cultura in Venezuela tra oscurantismo e illuminismo

Pubblicato il 26 aprile 2016 da redazione

Con l‘Octavo Festival de Lectura de Chacao, la Piazza Altamira si è trasformata in un’immensa vendita dell’usato. Passeggiare tra le bancarelle permette di riconoscere le due anime che oggi convivono nel Paese. Referendum, la sfida del Tavolo dell’Unità. La denuncia di cospirazione del ministro della Difesa

Commenti (0)

L’iperinflazione distrugge l’economia venezuelana

Pubblicato il 18 aprile 2016 da redazione

Il Venezuela è precipitato nella voragine dell’iperinflazione. Le proiezioni del Fondo Monetario Internazionale sono state corrette e adeguate alla nuova realtà del Paese. L’organismo con sede a Washington prevede per il 2016 un’inflazione del 2.200 per cento. Questa cifra potrebbe duplicarsi e raggiungere il 4.600 per cento nel 2017

Commenti (0)

Una transizione negoziata per riscattare il Venezuela

Pubblicato il 11 aprile 2016 da redazione

Mentre i Panama Papers promettono nuove ed eclatanti rivelazioni che potrebbero scuotere il mondo politico ed economico nazionale e, speriamo che non avvenga, anche la nostra collettività, e la delinquenza si organizza in mega-bande che dominano interi Stati del Paese, prende sempre più forza la convinzione della necessità di un accordo tra le forze moderate del Tavolo dell’Unità e del chavismo

Commenti (0)

L’industria dell’automobile e le promesse del presidente Maduro

Pubblicato il 21 marzo 2016 da redazione

Mentre “El Carabobeño” e i quotidiani dello Stato Barinas interrompono l’edizione cartacea per mancanza di materie prime, il governo del presidente Maduro rilancia l’industria dell’automobile. Il capo dello Stato assicura che il Toyota Corolla 2015 avrà un prezzo “accessibile ai giovani, alla classe media, agli operai, alla famiglia venezuelana”

Commenti (0)

Venezuela: Collettività in lutto. Libertà di stampa in pericolo

Pubblicato il 15 marzo 2016 da redazione

Giovani connazionali di origine abruzzese sono stati uccisi da delinquenti ancora a piede libero. Delude il nuovo schema di controllo dei cambi. La condanna a 4 anni di prigione del Direttore del Correo del Caroní, un duro colpo alla libertà di stampa e al giornalismo d’inchiesta che in altri paesi ha portato alla luce casi di corruzione e l’intreccio tra politica e malaffare

Commenti (0)

Venezuela: Inflazione, “bestia nera” dell’economia

Pubblicato il 07 marzo 2016 da redazione

Stando al Cenda, una famiglia di 5 persone ha bisogno di 16 stipendi per acquistare il carrello della spesa. Sempre senza freno l’inflazione. Il Tavolo dell’Unità esplora la possibilità di promuovere il Referendum Revocatorio e l’Emendamento alla Costituzione per favorire un cambio politico e un giro di boa dell’economia

Commenti (0)

Ultima ora

18:09Ambasciatore Qatar, continua impegno economico con Italia

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "L'Italia non ha mai interrotto il dialogo con il Qatar e le importanti attività intraprese non hanno subito blocchi o sospensioni. Proprio in questi giorni si stanno definendo joint venture importanti per i due Paesi e per la prosecuzione di un'intesa avviata negli anni scorsi. Nessuno più dell'Italia, Paese dove il nostro impegno economico e sociale riveste aspetti di assoluta rilevanza, può testimoniare l'impegno del Qatar a favore della giustizia sociale, al supporto dei poveri e degli ammalati e allo sviluppo di un sostenibile sistema industriale sorretto anche da scambi bilaterali che hanno creato e creeranno benessere e ricchezza per i due paesi". Lo scrive in merito alla crisi diplomatica che ha isolato il Qatar l'ambasciatore dell'emirato in Italia, Abdulaziz Bin Ahmed Al Malki, volendo "ribadire l'apprezzamento verso tutti gli sforzi mirati a chiudere questa insana crisi e dichiarare la nostra piena e completa volontà di collaborare con tutte le parti, con uno speciale riconoscimento all'intenso lavoro di mediazione di S.A. Sheikh Sabah Al Ahmad Al Sabah, Emiro del fratello Stato del Kuwait". "In queste settimane si è parlato di embargo: è molto di più - denuncia l'ambasciatore -. Si tratta di un vero e proprio assedio nei confronti di uno Stato, come il Qatar, che crede pienamente nel dialogo come unica strada per porre fine alla crisi e, nello stesso tempo, non accetta né interferenze ingiuste ed estranee nei propri affari sovrani, né accetta di essere patrocinato da alcuno. Si tratta di un atto ingiusto che viola le leggi internazionali e, in particolare, le leggi internazionali umanitarie". "La sola soluzione possibile - insiste ancora al Malki - è sedersi allo stesso tavolo dei negoziati senza coinvolgere le popolazioni in una questione che dovrebbe e potrebbe essere risolta fra fratelli, fra i paesi fondatori Consiglio del Golfo".(ANSA).

18:05Consip: Zanda, notizie che configurerebbero deviazioni

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Ci sono fatti sui quali chi ha a cuore la dignità delle istituzioni pubbliche e dello Stato non può tacere". Così Luigi Zanda, capogruppo del Pd al Senato, commenta le indiscrezioni secondo cui Giampaolo Scarfato svelò ai servizi segreti alcuni elementi dell'inchiesta Consip. "Dopo le notizie giornalistiche riguardanti alcuni ufficiali di polizia giudiziaria che avrebbero alterato gli atti di una complicata inchiesta sugli affidamenti Consip per far ricadere su Tiziano Renzi la responsabilità di fatti a lui non riconducibili, oggi la stampa dà un'altra notizia che si fatica a ritenere vera. Ovvero che, nel corso della stessa indagine, i medesimi ufficiali di polizia giudiziaria avrebbero trasferito informazioni e contenuti dell'inchiesta a personale dei servizi segreti. Sono notizie incredibili che, se confermate, potrebbero configurare comportamenti deviati incompatibili con la democrazia e lo Stato di diritto".

17:59Indipendentista sardo in cella,Borghezio scrive a Mattarella

(ANSA) - CAGLIARI, 23 GIU - Arriva in Europa il caso dell'indipendentista sardo in sciopero della fame da quasi due mesi, da quando cioè è finito in carcere a Cagliari-Uta per reati fiscali. "Se Doddore Meloni dovesse morire, parte della responsabilità sarebbe anche vostra, per un mancato intervento utile a evitarlo", scrive l'europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio, in una lettera-appello indirizzata al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al premier Paolo Gentiloni e al ministro della Giustizia Andrea Orlando. "Mi rivolgo a voi - scrive - per chiedere un intervento urgente sul caso umano di Meloni". Il leader del movimento indipendentista Meris è stato recentemente ricoverato in ospedale a Cagliari ma è stato subito dimesso e riportato in carcere. "Non riesco a credere che lo Stato italiano possa macchiarsi della vergogna di chi, in altro Paese europeo, lasciò morire in circostanze analoghe, dopo 68 giorni, il patriota indipendentista Bobby Sands", attacca Borghezio.

17:57Buoni segnali per Aprilia nelle prime prove ad Assen

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Due sessioni estremamente combattute hanno caratterizzato la prima giornata di prove MotoGP ad Assen. Le FP1 sono state sospese dopo pochi minuti, per la presenza di olio nell'ultimo settore della pista, riprendendo dopo circa 20 minuti al termine delle operazioni di pulizia. Aleix Espargaró ha utilizzato la sessione per prendere confidenza con la pista, utilizzando sulla sua Aprilia RS-GP le stesse gomme per tutto il turno senza quindi tentare il giro veloce. Deciso a dare l'assalto alla top-10 nelle FP2, il pilota dell'Aprilia Racing Team Gresini l'ha occupata saldamente fino a pochi minuti dal termine. "Questa mattina - ha detto Aleix Espargaro' - abbiamo lavorato sulla preparazione della moto, senza concentrarci sul giro veloce perchè quella sarebbe stata la priorità nelle FP2. Complessivamente mi sono trovato bene, dobbiamo ancora lavorare per migliorare in alcuni settori ma le sensazioni sono positive. Nel pomeriggio sono riuscito ad essere veloce, trovando una buona base sull'asciutto''

17:57Moneta da 2 euro con il volto di Tito Livio per bimillenario

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Ha il volto dello storico romano Tito Livio l'emissione della sesta moneta da collezione del catalogo numismatico 2017. Il conio da 2 euro è dedicato ai duemila anni dalla scomparsa dello storico latino, vissuto tra il I sec. a.C. e il 17 d.C., autore del monumentale Ab urbe condita libri, storia di Roma dalle origini all'età di Augusto, epopea del popolo romano basata su diverse fonti storiografiche. La moneta è stata realizzata da Claudia Momoni, artista incisore della Zecca dello Stato, ed ha una tiratura limitata di 10mila pezzi per la versione "fior di conio" e 7mila per quella "proof". Sul dritto il busto di Tiro Livio, tratto da un'opera di Lorenzo Larese Moretti; nel campo di sinistra "RI", monogramma della Repubblica Italiana e "C.M." iniziali dell'autore Claudia Momoni; nel campo di destra, "17" e "2017", rispettivamente anno della scomparsa dello storico romano e anno di emissione della moneta, e "R" identificativo della Zecca di Roma; in giro, cerchio di pallini e la scritta "TITO * LIVIO".

17:33F1: Azerbaigian, F2, quarta pole di fila per Leclerc

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Charles Leclerc scatterà dalla prima posizione in griglia nella manche d'apertura del quarto round stagionale del FIA Formula 2 Championship, che per il secondo anno è di scena sul circuito cittadino di Baku. Il pilota del Ferrari Driver Academy, che in tutte le prove stagionali sinora disputate ha siglato il miglior tempo in qualifica, ha dedicato l'impresa al padre, scomparso nei giorni precedenti la trasferta in Azerbaigian. Alle spalle del portacolori della Prema Racing scatteranno Nobuharu Matsushita e Nicholas Latifi. A conferma dei buoni riscontri emersi nel turno di prove libere, l'alfiere di ACI Team Italia Antonio Fuoco ha siglato il sesto tempo assoluto e chiuderà la terza fila. Per le scuderie italiane ci sono concreti motivi di soddisfazione. Il Team Rapax ha conquistato la quarta posizione con Nick de Vries e la settima con Johnny Cecotto, che scatterà in quarta fila accanto al driver catalano del Team Trident Sergio Canamasas.

17:31F1:Azerbaigian, Vettel, nel complesso contento della vettura

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - ''Abbiamo provato qualche cosa nel pomeriggio, ci vuole un po' a trovare il ritmo perché la pista non è semplice, ho usato diverse volte le vie di fuga''. Al termine del venerdì di libere del Gp dell'Azerbaigian, Sebastian Vettel, appare abbastanza soddisfatto delle prestazioni della sua vettura: ''lo 'short run'non è stato ideale ma - aggiunge il pilota tedesco della Ferrari - vediamo domani. Noi comunque siamo a posto, dobbiamo mettere tutto insieme, e nel complesso sono contento della macchina''. Concentrato sulla gestione delle gomme l'altro ferrarista Kimi Raikkonen: ''credo che la cosa più difficile sia far funzionare le gomme, la macchina non è andata male ma dobbiamo lavorare sulle gomme''. Il passo gara? ''Non possiamo dire nulla - conclude il pilota finlandese - dobbiamo vedere domani dove siamo rispetto agli altri''.

Archivio Ultima ora