Cade aereo con 152 persone In Pakistan nessun superstite

Tutti morti i 152 passeggeri e membri dell’equipaggio a bordo dell’Airbus 321 della compagnia Airblue schiantatosi sulle colline di Margalla, in Pakistan. Lo ha confermato Imtiaz Elahi presidente della Capital Development Authority di Islamabad. Nessuna notizia nel dettaglio sui passeggeri se non che due erano
americani. In tutto i passeggeri erano 146 più sei membri dell’equipaggio. Sembra che siano morte in ospedale anche le cinque persone ferite inizialmente recuperate dal luogo teatro dell’incidente aereo.

L’aereo di linea della compagnia privata pakistana AirBlue, si è schiantato stamane sulle colline alle spalle della capitale Islamabad probabilmente a causa di condizioni metereologiche moto difficili. Le squadre di soccorso sono arrivate sul luogo del sinistro e hanno lavorato a pieno ritmo cercando di recuperare i resti umani dispersi nella gola tra le colline.

“È una tragedia enorme, davvero enorme”, ha commentato il ministro dell’Interno, Rahman Malik, intervistato da una tv locale. Secondo prime ricostruzioni l’aereo avrebbe perso il contatto con la torre di controllo intorno alle 6.45 di questa mattina, ora italiana. Il ministro della Difesa Ahmed Mukhatar ha fatto sapere che al momento la torre di controllo e l’aeroporto sono stati chiusi e una squadra di esperti esaminerà le scatole nere del velivolo.

Per il Pakistan di tratta di uno dei peggiori incidenti aerei della storia avvenuti sul territorio dopo quelli del 1979 e del 1992 dove morirono rispettivamente 156 e 167 persone. Il Paese ha dichiarato un giorno di lutto nazionale per l’incidente e il primo ministro Yousuf Raza Gilani ha espresso “dolore e estremo cordoglio per la tragedia”.

Condividi: