Il Milan frenato dal Bari La Roma vince il derby

ROMA – Fuga fallita per il Milan. I Rossoneri non vanno oltre il pareggio 1-1 contro il Bari a San Siro e sprecano l’opportunità di portarsi a + 7 sull’Inter. Nella ripresa espulso Ibrahimović, che salterà la trasferta sul campo del Palermo.

Il Milan prova a pungere con Robinho, due volte, e Ibra, su punizione, ma al 39′ sono i Galletti a passare: Almirón calcia una punizione dai 30 metri e pesca in area Rudolf. L’ungherese controlla il pallone e batte Abbiati con un preciso diagonale.
Nella ripresa i padroni di casa partono forte alla ricerca del pareggio, ma al 73’ rimangono in dieci per l’espulsione di Ibrahimović. In inferiorità numerica, il Milan trova comunque le energie per agguantare il pareggio. Antonini si invola a sinistra e crossa al centro per il subentrato Cassano, che firma il gol dell’ex e l’1-1 finale.

Il derby della capitale va alla Roma, che centra il terzo successo in altrettante sfide contro la Lazio disputate in questa stagione. A decidere il confronto è una doppietta nella ripresa di Totti, che non andava a bersaglio contro i biancocelesti dal 2005.

In un primo tempo raro di emozioni, i Giallorossi sfiorano il vantaggio con Pizarro, che colpisce la traversa, e Juan, ma è dopo l’intervallo che la sfida si accende. Al 69’ Totti apre le marcature con una punizione che buca la barriera e sorprende Muslera, poi nel finale di gara la Lazio rimane in dieci per l’espulsione di Radu. In pieno recupero Simplicio viene atterrato in area e dopo il rosso a Ledesma, che lascia i Biancocelesti addirittura in nove, è ancora Totti a suggellare il 2-0 romanista dal dischetto.

La sconfitta nel derby costa cara alla Lazio, che si vede sopravanzare al quarto posto dall’Udinese, vittoriosa con un roboante 4-0 sul campo del Cagliari. I Friulani sbrigano la pratica in soli 12’ a cavallo dell’intervallo: Benatia apre le marcature al 42’ e un minuto più tardi Sánchez raddoppia. Nella ripresa è Di Natale a chiudere definitivamente i conti al 48’ e al 54’, salendo così a quota 24 reti stagionali in campionato.
Continua la serie negativa del Palermo, che sul campo del Genoa incappa nella seconda sconfitta consecutiva dopo l’arrivo di Serse Cosmi in panchina. A decidere la sfida è un gol di Floro Flores. Il cambio di guida tecnica non giova nemmeno alla Sampdoria, che nonostante l’avvicendamento tra Di Carlo e Cavasin cade in casa del Catania per mano di Llama.

Contiuna invece il buon momento dell’ACF Fiorentina: i Viola espugnano il campo dell’AC Chievo Verona grazie a un gol di Juan Vargas in avvio di ripresa e agganciano il Palermo a quota quaranta. Un punto più in basso c’è il Bologna FC, vittorioso 1-0 a Lecce con gol di Gastón Ramírez e ormai avviato verso una più che comoda salvezza. In serata il Parma FC ospiterà l’SSC Napoli per il posticipo.

Condividi: