New York, tensione a Wall Street: arrestati centinaia di manifestanti

NEW YORK – Ore di tensione a New York, dove la polizia ha fermato oltre 700 partecipanti alla protesta contro gli eccessi del sistema finanzario in corso a Wall Street da due settimane. Oltre duemila persone si erano riunite a Lower Manhattan per quella che è stata la manifestazione più numerosa dall’inizio del movimento “Occupy Wall Street”.


La situazione è degenerata quando, nel pomeriggio di sabato, circa 1.500 manifestanti hanno cercato di imboccare il Ponte di Brooklyn. ‘’I manifestanti che si sono mantenuti sul marciapiede del Ponte non sono stati arrestati. Quelli che hanno occupato la strada, impedendo il passaggio delle auto, invece sì’’, ha affermato il portavoce della polizia di New York, Paul Browne. Diversa la versione dei leader della protesta, secondo cui gli agenti hanno lasciato arrivare di proposito la gente sul ponte, perfino scortando i manifestanti, solo per poi arrestarli con l’aiuto di reti arancioni una volta che il ponte era pieno. ‘’I ‘cops’ guardavano senza fare niente, anzi sembravano guidarci sulla strada’’, ha spiegato Jesse Myerson, coordinatrice per i rapporti con la stampa della protesta Occupy Wall Street.


Nei giorni scorsi la polizia newyorkese era stata criticata anche per l’uso di spray urticanti contro i dimostranti, come mostrato da alcuni video. Per questo la manifestazione di venerdì di fronte al quartier generale dell’Nypd sotto lo slogan “la polizia newyorkese difende i miliardari e Wall Street”. Michael Bloomberg, il sindaco miliardario di New York è intervenuto in difesa dei suoi poliziotti. “Si sta protestando contro persone che guadagnano 40mila-50mila dollari all’anno e fanno fatica ad arrivare a fine mese”, ha detto in un discorso radiofonico. E riguardo alla protesta contro Wall Street ha aggiunto: “Tendiamo sempre a dare la colpa alle persone sbagliate, riteniamo le banche responsabili, sono solo una parte di questo, come lo sono state le agenzie federali per la concessione dei mutui”.


A Boston sono state arrestate, per aver oltrepassato i limiti imposti a protezione dell’ingresso della Bank of America, 25 persone che prendevano parte a una protesta contro i pignoramenti effettuati dalle banche in questi anni di crisi.

Condividi: