Obama, uniti contro piaga terrore e genocidio Isis

(ANSA) – NEW YORK, 19 FEB – “Bisogna restare uniti nel combattere la piaga del terrore”: lo ha detto il presidente Usa, Barack Obama, rivolgendosi ai rappresentanti di almeno 60 Paesi e accusando l’Isis di “genocidio”, di “violenza inspiegabile che sciocca il mondo intero”. Violenza anche “su bambini, donne, minoranze religiose”.

Condividi: