Usa: sospeso pilota Daytona 500 per violenza domestica

(ANSA) – DAYTONA BEACH, 21 FEB – Kurt Busch è il primo pilota americano sospeso a tempo indeterminato dalle gare per violenza domestica. Busch, che domenica avrebbe dovuto prendere parte alla Daytona 500, è accusato dal tribunale del Delaware di aver tentato di strangolare la ex fidanzata e dovrà sottoporsi anche ad un esame sullo stato di salute mentale. La Nascar, la federazione delle corse dell’auto Usa, ha così deciso di sospenderlo a tempo indeterminato dalle gare, malgrado Busch abbia respinto le accuse.

Condividi: