Renzi, c’è frustrazione ma da scuola riparte Italia

(ANSA) – ROMA, 22 FEB – “Lo so che gli addetti ai lavori non ne possono più e non si fidano della politica. La frustrazione degli annunci fatti cui non è corrisposto un impegno porta gli insegnanti a non crederci e questa è una partita difficile”. Ma la responsabilità “è far ripartire l’Italia dalla scuola”. Così il premier Matteo Renzi all’iniziativa Pd sulla scuola. Il premier si è poi scagliato contro le ‘classi pollaio’ dicendo che “sono inaccettabili”.

Condividi: