Morte Alberto Bevilacqua, non è stato omicidio colposo

(ANSA) – ROMA, 14 MAR – Archiviata a Roma l’inchiesta sulla degenza di Alberto Bevilacqua nella clinica Villa Mafalda, dove lo scrittore morì a 79 anni nel settembre 2013. Lo ha deciso il gip Simonetta D’Alessandro accogliendo la richiesta del pm Elena Neri. Nell’inchiesta furono coinvolti, per l’ipotesi di omicidio colposo, il direttore sanitario della struttura e i tre medici che si occuparono di Bevilacqua negli 11 mesi di ricovero. La compagna dello scrittore denunciò la clinica come inadeguata alle sue condizioni.

Condividi: