Kenya: sopravvissuta, attacco ampiamente pianificato

(ANSA) – ROMA, 3 APR – I miliziani che ieri hanno ucciso 147 persone nell’attacco al college di Garissa, nell’est del Kenya, avevano ampiamente pianificato l’operazione e sapevano esattamente dove colpire: lo ha detto all’agenzia Ap una studentessa 21/enne cristiana sopravvissuta al massacro, Helen Titus. “Avevano fatto ricerche sulla nostra area, sapevano tutto”, ha detto la ragazza. I miliziani si sono diretti subito verso un’aula usata dai cristiani per le preghiere del mattino, ha spiegato Titus.

Condividi: