Calcio: Mancini, rivoluzione non significa cambiare tutto

(ANSA) – ROMA, 10 APR – “La rivoluzione fa bene, può far cambiare mentalità. Ma non è che dobbiamo cambiare 25 giocatori”. Roberto Mancini ridimensiona le parole pronunciate dopo il pari con il Parma. “I giocatori sentono questo peso – continua il tecnico dell’Inter – Non sono tutti tranquilli e sicuri. Sono dispiaciuti, ma devono prendersi delle responsabilità. Thohir? Lui è sempre molto positivo, ci sta un momento di arrabbiatura come dopo il Parma. Di certo non si perde o si vince a seconda di dov’è il presidente”.

Condividi: