Danni ambientali, arrestati vertici E.On

(ANSA) – SASSARI, 15 APR – La Guardia di finanza sta eseguendo arresti e misure interdittive nei confronti di vertici e manager del colosso energetico E.On, per grave inquinamento ambientale causato dalla centrale termoelettrica di Fiume Santo, a Porto Torres. I provvedimenti sono stati emessi dalla Procura di Sassari che contesta l’inosservanza di diverse prescrizioni impartite dal testo unico dell’ambiente nei confronti dei dirigenti della centrale, che si trova a poca distanza da Stintino.

Condividi: