Primario assenteista a Milano, ospedale chiede risarcimento

(ANSA) – MILANO, 8 MAG – L’ospedale Fatebenefratelli di Milano ha chiesto la condanna al risarcimento dei danni morali e materiali del primario anestesiologo che nel 2013 avrebbe saltato 145 giornate di lavoro timbrando il cartellino e poi allontanandosi dalla struttura e di una collega che avrebbe coperto le sue assenze. Danni che, solo per la parte economica, ammonterebbero a circa 30 mila euro di stipendio percepito ingiustamente dal medico assenteista.

Condividi: