Siria: Ong, 2mila persone in carceri opposizioni dal 2012

(ANSA) – BEIRUT, 19 MAG – Oltre 2000 persone sono state detenute in Siria negli ultimi 3 anni da gruppi delle opposizioni armate. Lo denuncia in un rapporto la Rete siriana per i diritti umani, una delle piattaforme più autorevoli per il monitoraggio delle violazioni in Siria. Lo studio è stato condotto nelle regioni controllate da miliziani anti-regime in un periodo che va dall’inizio del 2012 all’aprile 2015. Delle 2043 persone imprigionate, 137 erano minori e 875 donne. Sette prigionieri sono morti sotto tortura.

Condividi: