Tavecchio, non offendeteci su cose che non ci competono

(ANSA) – ROMA, 21 MAG – “Il calcio è socialità, una componente determinante nel sistema politico italiano non lo si può sempre offendere per fatti che non ci competono. Abbiamo monitorato sempre le scommesse e la Lega Pro ha segnalato a chi di dovere”. Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, difende il calcio dopo le polemiche sui nuovi scandali.

Condividi: