Incendio Fiumicino: presenza diossina, due indagati

(ANSA) – ROMA, 25 MAG – Sull’incendio scoppiato nel Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino un paio di settimane fa, la procura di Civitavecchia ha aperto un fascicolo sulle conseguenze per la salute dei lavoratori. L’Arpa ha segnalato la presenza di diossina, di Pcb e di furani in quantità rilevante. Per questo filone sono indagati un dirigente dell’Asl Rmd e un manager di Adr ed ha preso spunto dalle patologie lamentate (disturbi respiratori e alla pelle) da 150 lavoratori impiegati nelle aree adiacenti al Terminal 3.

Condividi: