Morti Lugo: l’infermiera in una lettera, sono innocente

(ANSA) – RAVENNA, 29 MAG – In una lettera manoscritta di due facciate inviata all’ANSA, la 43enne ormai ex infermiera Daniela Poggiali dell’ospedale Umberto I di Lugo, nel Ravennate, accusata di avere ucciso una paziente con una iniezione letale di potassio ma sospettata di decine di casi analoghi di morte in corsia, ha sostenuto la propria innocenza dicendosi “di non meritarmi tutto questo”. E’ la prima volta che la donna parla direttamente della propria vicenda, ma si dice “comunque fiduciosa nella giustizia”. (ANSA).

Condividi: