Omicidio stradale: 30 anni di revoca patente per chi fugge

(ANSA) – ROMA, 9 GIU – Pene più severe per chi al volante provoca morte o lesioni e poi si dà alla fuga. Il ddl sull’omicidio stradale che verrà esaminato dall’Aula del Senato dovrebbe introdurre una stretta proprio per chi non si ferma dopo aver provocato un incidente. Due emendamenti del relatore, Giuseppe Cucca, introducono infatti la fuga come aggravante. Cucca propone di aumentare la pena di un terzo e prevede anche un periodo di 30 anni prima che il conducente possa rifare l’esame per riottenere la patente.

Condividi: