Uber, siamo dispiaciuti ma rispettiamo la sentenza

(ANSA) – MILANO, 10 GIU – “Siamo dispiaciuti per la decisione del giudice, ovviamente la rispetteremo, ma continueremo a batterci legalmente affinché le persone possano continuare ad avere un’alternativa affidabile sicura ed economica per spostarsi in tante città. E perché non venga negata a migliaia di driver una risorsa economica”: lo ha detto Benedetta Arese Lucini, General Manager di Uber Italia dopo la conferma del blocco di Uber-pop.

Condividi: