Green Hill: animalisti, beagle erano feriti e apatici

(ANSA) – MILANO, 16 GIU – “Siamo entrati a Green Hill per salvare gli animali e al momento dell’ingresso nei capannoni i cani presentavano numerose cicatrici ed erano apatici”. Lo hanno detto alcuni degli imputati durante un’udienza al Tribunale a Brescia del processo a carico di 13 animalisti che il 28 aprile 2012 nel corso di una manifestazione entrarono nei capannoni dell’allevamento di Green Hill, a Montichiari. Vennero arrestati e rimasero in carcere tre giorni.

Condividi: