Omicidio-suicidio Napoli:bidello aveva già tentato uccidersi

(ANSA) – NAPOLI, 16 LUG – Era in cura e già aveva tentato il suicidio un anno e mezzo fa, ingerendo dei farmaci, Cesare Cuozzo, 53 anni, l’uomo che ha ucciso a colpi di revolver la moglie, Anna Daniele (sorella dell’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino) e il figlio di 17 anni. Poi, sedutosi sul letto, Cuozzo, bidello in pensione, si è rivolto l’arma al petto e si è tolto la vita. E’ questa la ricostruzione verso la quale convergono in maniera unica tutti gli elementi raccolti dai Carabinieri.

Condividi: