Mafia Roma: malcostume anche dopo i primi arresti

(ANSA) – ROMA, 22 LUG – Le condotte illecite emerse a dicembre in Mafia Capitale si sono protatte anche dopo i primi arresti fino alla seconda ondata dell’inchiesta dello scorso giugno. Lo sottolineano i giudici del Riesame nelle motivazioni al provvedimento con cui hanno hanno respinto il ricorso di otto persone, tra cui anche Salvatore Buzzi considerato un “criminale infaticabile”. Il Tribunale ha sottolineato anche la spregiudicatezza dei consiglieri comunali di Roma.

Condividi: