Droga: ecstasy via posta con deep web, sei denunce

(ANSA) – AOSTA, 14 AGO – Ecstasy, marijuana, hashish, lsd, eroina che arrivavano in Italia via ‘deep web’ – ovvero l’internet sommerso e non visibile sui motori di ricerca – e venivano pagati con la moneta virtuale ‘bit coin’. Così si rifornivano alcuni ragazzi valdostani, che ordinavano la droga in Spagna, Portogallo, Olanda, Ucraina, Polonia, Belgio, Inghilterra e poi la ricevevano via posta. A scoprire il sistema sono stati i carabinieri che hanno denunciato sei giovani e sequestrato 800 pastiglie di ecstasy.(ANSA).

Condividi: