Pechino respinge “scuse annacquate” premier giapponese Abe

(ANSA) – PECHINO, 14 AGO – La Cina respinge le scuse del premier giapponese Abe per il comportamento del Sol Levante nella Seconda Guerra Mondiale. In un commento l’agenzia Nuova Cina sostiene che sono “nel migliore dei casi annacquate” per il “contesto calibrato con cura” nel quale le ha inserite. Il discorso di Abe è “un passo indietro rispetto a quello del 1995 dell’allora primo ministro Tomiichi Murayama”. “Abe sembra voler dire che scuse-una-volta-per-tutte sono sufficienti a chiudere una pagine di storia”.

Condividi: