Appalto camere mortuarie ospedale Roma, presi boss e figli

(ANSA) – ROMA, 19 AGO – La Polizia ha rintracciato e arrestato Guerino Primavera e i suoi due figli Fabrizio e Daniele, ancora latitanti dopo le catture eseguite lo scorso 30 luglio dalla Squadra mobile di Roma nell’ambito dell’indagine sull’appalto delle camere mortuarie dell’ospedale Sant’Andrea. L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) della capitale aveva portato all’arresto di nove persone, tra cui il dg dell’ospedale e due imprenditori, padre e figlio, del settore delle onoranze funebri.

Condividi: