Braccianti Puglia: Pm, indagini serrate ma c’è muro di gomma

(ANSA) – TRANI, 19 AGO – “Sul fenomeno del caporalato c’è un muro di gomma. La gente non collabora, preferisce guadagnare pochi spiccioli anziché collaborare alle nostre indagini finalizzate a debellare il fenomeno”. Lo afferma all’ANSA il procuratore della Repubblica di Trani, Carlo Maria Capristo, che promette: l’indagine affidata al pm Alessandro Pesce sulla morte di Paola Clemente, la bracciante 49enne morta il 13 luglio nelle campagne di Andria, “andrà a fondo e darà giustizia alla famiglia della vittima”.

Condividi: