Divieto dimora leader Tpo: Procura, accuse su fatti non idee

(ANSA) – BOLOGNA, 31 AGO – Le accuse per Gianmarco De Pieri, il leader del Tpo colpito da divieto di dimora a Bologna, “non riguardano manifestazioni del pensiero ed espressioni del dissenso sociale-politico, che in quanto tali questa Procura della Repubblica non ha mai voluto né intende perseguire”. Ma “solo fatti tutti molto concreti” e sono basate su relazioni di presenti ai fatti, con fotografie e riprese video. Lo chiarisce la Procura di Bologna. Per i fatti del 19 giugno ci sono altri 21 indagati.

Condividi: