Migranti: Croazia, sì a quote ma no ai muri

(ANSA) – ZAGABRIA, 4 SETT – “Che sia la Commissione europea a decidere le quote dei profughi che ogni Paese membro dovrà accogliere è accettabile, la Croazia è disposta a discuterne”. Lo ha detto il premier croato, Zoran Milanovic, criticando aspramente il muro eretto dall’Ungheria al confine con la Serbia. “Si tratta di persone che vogliono vivere e lavorare in Germania, Austria o Svezia, non sono interessate a venire in Croazia, Paese che però non intende guardare dall’altra parte”.

Condividi: