Forteto: “Regole crudeli e criminali”

(ANSA) – FIRENZE, 9 SET – Il sistema pubblico, anche giudici dei tribunali dei minori e politici, “ha mantenuto costantemente aperta una linea di credito illimitata” verso ‘Il Forteto'”, nonostante gli arresti, prima nel 1978 e poi nel 2012, dei vertici della cooperativa. E’ scritto nelle motivazioni della sentenza sugli abusi che sarebbero stati compiuti nella comunità ‘Il Forteto’, in Mugello, definita “un’esperienza drammatica, per molti aspetti criminale” e “caratterizzata da regole assurde, crudeli”.

Condividi: