Omicidio Dina Dore: niente domiciliari a Rocca

(ANSA)-NUORO,25 SET- Francesco Rocca resterà in carcere. Il tribunale del Riesame di Sassari ha infatti respinto la richiesta degli arresti domiciliari per il dentista di Gavoi Francesco Rocca, condannato all’ergastolo come mandante dell’omicidio della moglie Dina Dore, avvenuto il 26 marzo 2008 in paese. Nell’udienza di lunedì scorso i suoi difensori avevano motivato l’istanza con la buona condotta in carcere del loro assistito, con l’impossibilità di reiterazione del reato e l’assenza di pericolosità del condannato.

Condividi: