Migranti: Tusk, non è merce di scambio

(ANSA) – BRUXELLES, 06 OTT – “Non illudiamoci, contiamo solo su di noi, nessuno ci aiuterà. Ci sono vicini che sono contenti dei nostri problemi. Agli italiani, greci, ungheresi, vorrei dire che nessuno deve pensare di usare le ondate migratorie come merce di scambio tra vicini. Serve solidarietà ma anche responsabilità”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk alla plenaria di Strasburgo.

Condividi: