Gay: parrocchia Roma su piede guerra, ‘Papa ci ascolti’

(ANSA) – ROMA, 9 OTT – Hanno scritto al Papa, al cardinale vicario di Roma Agostino Vallini, al preposto generale dei Carmelitani p. Saverio Cannistrà, chiedendo ascolto ma senza ricevere risposte, e domenica si riuniranno in assemblea per tornare a denunciare “la mancanza di trasparenza”. Sono i fedeli della parrocchia romana di Santa Teresa d’Avila, retta dai Carmelitani, toccata da un provvedimento di trasferimento in blocco dei preti dopo le denunce di un presunto giro di prostituzione gay.

Condividi: