Baby arrampicatore morto, Guariniello conclude le indagini

(ANSA) – TORINO, 17 DIC – Un giovanissimo campione di arrampicata sportiva, Tito Traversa, originario di Ivrea, morì a 12 anni per le conseguenze di una caduta durante un allenamento a Orpierre, in Francia. Per quella tragedia, avvenuta nel 2013, il pm Raffaele Guariniello ha indagato per omicidio colposo tre persone: due fanno parte dell’associazione sportiva del ragazzo, il terzo è il rappresentante di un’azienda che costruì un componente dell’attrezzatura che stava usando. Le indagini sono già chiuse. (ANSA).

Condividi: