Tagikistan contro ‘radicalismo’, via barbe e veli

(ANSA) – ROMA, 21 GEN – Giro di vite in Tagikistan: lo scorso anno la polizia ha tagliato la barba a 13.000 uomini nel Paese e “convinto” oltre 1.700 tra donne e ragazze a non indossare più il velo. Lo riferisce al Jazeera. Più di 160 negozi che vendevano gli abiti tradizionali musulmani sono stati chiusi. Si tratta di misure “contro l’estremismo” e le “influenze straniere”. La scorsa settimana inoltre, il Parlamento ha votato per mettere al bando i nomi stranieri di origine araba e il matrimonio tra cugini.

Condividi: