Alluvioni: Nove indagati per danni tra Liguria e Toscana

Pubblicato il 04 febbraio 2016 da ansa

(ANSA) – GENOVA, 4 FEB – Nove persone, tra professionisti e impiegati nei comuni di Sarzana (Spezia) e Carrara sono indagate per l’alluvione che il 5 novembre 2014 fece tracimare il torrente Parmignola, corso d’acqua che segna il confine tra Liguria e Toscana. L’ipotesi di reato è disastro colposo. La notizia è stata anticipata dal Secolo XIX. La pm della Procura della Spezia Tiziana Lottini ha chiesto al giudice per le indagini preliminari l’autorizzazione a un incidente probatorio necessario alla redazione di una perizia tecnica. L’obiettivo è stabilire le cause dell’esondazione che portò ingenti danni soprattutto nel vicino comune di Ortonovo. Quella notte furono sfollate circa una trentina di abitazioni nella zona di Luni Mare. La Guardia di Finanza ha acquisito nei giorni scorsi la documentazione relativa alla realizzazione delle opere di messa in sicurezza fatte prima della rottura degli argini del 2014. Nella perizia infatti dovrà essere valutato se i lavori eseguiti a partire dal 2001 siano stati realizzati e collaudati in modo adeguato. Tra gli indagati i responsabili della ditta che eseguì l’intervento, funzionari municipali, professionisti personale degli uffici tecnici e altre figure. Il Parmignola è da anni al centro di una querelle che coinvolge i comuni di Sarzana, Ortonovo e Carrara. Per altro l’argine ‘toscano’ risulta un metro e mezzo più alto di quello ‘ligure’, condizioni che non avrebbero garantito la sicurezza in caso di piena. Il comune di Sarzana lo scorso novembre si è costituito in giudizio per chiedere il risarcimento danni nei confronti di ditte e progettisti per difformità nell’esecuzione dei lavori di arginatura sul proprio territorio.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

13:01Migranti: “dateci cibo migliore”,200 protestano nel padovano

(ANSA) - PADOVA, 25 MAG - Nuova protesta, che è durata poco più di un'ora, dei profughi ospiti al centro di accoglienza di Bagnoli di Sopra (Padova). Intorno alle 8 di oggi circa 200 migranti di origine africana ospitati nel centro di accoglienza allestito nell'ex caserma di San Siro sono scesi nella piazza principale del paese, davanti al Municipio per chiedere una qualità maggiore del cibo e un incremento delle attività del centro di accoglienza. La protesta si è conclusa intorno alle 9,30. L'ultima manifestazione a Bagnoli risale alla fine dello scorso gennaio quanto un cinquantina di richiedenti asilo bengalesi aveva manifestato stamane, davanti al centro di accoglienza bloccando l'ingresso e l'uscita dal campo per una trentina di minuti.

13:00Manchester: May, livello allerta resta critico

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Il livello dell'allerta anti-terrorismo resta "critico". Lo ha detto la premier britannica Theresa May parlando a Downing Street. Il primo ministro ha invitato i britannici a rimanere "vigili" contro la minaccia di nuovi attacchi.

12:56Nave Usa in mar Cinese meridionale, Pechino protesta

(ANSA) - PECHINO, 25 MAG - Il cacciatorpediniere Uss Dewey ha navigato entro le 12 miglia di una delle isole artificiali realizzate dalla Cina nelle Spratly, nelle acque contese del mar Cinese meridionale, nella prima operazione sulla "libertà di navigazione" della presidenza Trump. La Cina ha inviato due fregate che hanno "messo in guardia e allontanato" la Dewey dopo l'ingresso nelle acque territoriali "senza permesso", ha affermato il portavoce del ministero della Difesa. "Abbiamo presentato un grave reclamo alla parte americana", ha aggiunto.

12:55Renzi, noi fatto bene su musei, sbagliato non cambiare i Tar

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "Il fatto che il Tar del Lazio annulli la nostra decisione merita il rispetto istituzionale che si deve alla giustizia amministrativa ma conferma - una volta di più - che non possiamo più essere una repubblica fondata sul cavillo e sul ricorso". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Matteo Renzi. "Non abbiamo sbagliato perché abbiamo provato a cambiare i musei: abbiamo sbagliato perché non abbiamo provato a cambiare i TAR". Lo dice Matteo Renzi su facebook.

12:54Manchester: minuto silenzio in Gb

(ANSA) - LONDRA, 25 MAG - Un minuto di silenzio per le vittime della strage di Manchester è stato rispettato in tutto il Regno Unito alle 11 locali (le 12 in Italia). Nel centro della città inglese colpita dall'attacco terroristico centinaia di persone si sono riunite ad Albert Square, diventato uno dei luoghi simbolo della risposta della comunità alla tragedia.

12:52Calcio: al via assemblea Lega Serie A su diritti tv

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - E' cominciata l'assemblea della Lega Serie A, che affronterà fra l'altro il bando di vendita dei diritti tv del campionato per il triennio 2018-2021. Sono presenti tutti i venti club, oltre alla Spal, invitata come uditrice assieme all'altra società neopromossa dalla Serie B, il Verona. All'ordine del giorno ci sono anche le 'attività promozionali della Lega Serie A in Italia e all'estero', fra cui c'è la proposta al regista premio Oscar Paolo Sorrentino di realizzare delle produzioni video che esaltino la bellezza del nostro calcio, da utilizzare per commercializzare i diritti tv internazionali. Alle 13, sempre nel palazzo milanese di via Rosellini, è in programma l'assemblea della Lega B, chiamata a eleggere il nuovo presidente, con il dubbio che per la terza volta di fila manchi il numero legale, in questa occasione per una mossa del fronte legato a Claudio Lotito.

12:49Calcio: Zeman, pulizia fatta con Calciopoli non basta

(ANSA) - CHIETI, 25 MAG - "Con Calciopoli si è fatta della pulizia, ma non basta. Il sistema lo fanno quelli che stanno dentro, e sarebbe importante per questo cambiare chi rovina il sistema. Diversi anni fa feci delle denunce e non mi fu vicino nessuno". Così Zdenek Zeman al seminario "I giovani per la legalità nello sport", organizzato presso l'Università 'D'Annunzio' di Chieti. Il tecnico del Pescara ha spiegato agli studenti il motivo per cui decise di denunciare le cose che secondo lui nel mondo del calcio non andavano: "Mi fu chiesto in una conferenza stampa cosa non andasse e dissi che se comandavano le farmacie non andava bene. Dissi, e ripeto oggi, che bisogna difendere i valori sani del calcio. Siamo noi però che dobbiamo dare l'esempio per primi in campo".

Archivio Ultima ora