Brutalità polizia sui migranti a Calais

(ANSA) – ROMA, 13 FEB – L’ong britannica Care4Calais denuncia la “brutalità della polizia” e delle “milizie civili armate” contro i migranti nella ‘Giungla’ di Calais, l’immenso campo profughi nel nord della Francia, affermando che ci sono “almeno 12 profughi feriti a settimana”. Tra le vittime un ragazzino di 10 anni e uno di 13. Clare Moseley, fondatore di Care4Calais, denuncia il caso di un 16enne, prima picchiato dalla polizia e poi attaccato da un gruppo di civili. Marlene Malfait, coordinatrice della clinica di Medici senza frontiere nel campo, precisa che “alcune delle ferite sono molto gravi”, e conferma che sono stati registrati “almeno 12 casi a settimana” nell’ultimo mese.

Condividi: