Sparò a rivale per contrasti in gestione villaggi, arrestato

Pubblicato il 23 febbraio 2016 da ansa

(ANSA) – VIBO VALENTIA, 23 FEB – Un imprenditore turistico che opera sulla costa tirrenica vibonese, Fabio Condoluci, 44 anni, di Cittanova (Reggio Calabria), è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Tropea con l’accusa di essere l’autore del tentato omicidio commesso il 24 giugno scorso a Santa Domenica di Ricadi ai danni di un altro operatore turistico, Andrea Comerci (34). Quest’ultimo era fermo ad un passaggio a livello a bordo della sua auto quando un uomo aveva sparato colpi di pistola calibro 45 ferendolo alla spalla e ad una mano. La vittima si era salvata perché l’arma si era inceppata. All’origine del gesto, secondo l’accusa, contrasti protrattisi nel tempo tra le famiglie che gestiscono due villaggi turistici confinanti. Condoluci, nel 2001, aveva tentato di uccidere il fratello di Comerci. Nel 2012 il fratello di Condoluci è stato ucciso in un agguato da persone rimaste ignote. Una spirale di violenza, hanno sostenuto gli investigatori, che aveva indotto i Comerci a cercare l’acquisto di un’auto blindata. (ANSA).

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

16:15Morta a 12 anni dopo intervento femore: indagati 2 medici

(ANSA) - BARI, 21 SET - La Procura di Bari ha indagato due medici dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, un chirurgo e un anestesista, per la morte di una 12enne di origini colombiane deceduta probabilmente a causa di una ipertermia maligna subito dopo un intervento di riduzione di una frattura al femore. Sul decesso il pm Bruna Manganelli ha aperto un' indagine per omicidio colposo disponendo l'acquisizione delle cartelle cliniche e l'autopsia. Stando a quanto ricostruito fino a questo momento, la 12enne - adottata da una coppia italiana all'età di sei anni - sarebbe arrivata all'ospedale pediatrico con una frattura al femore nel pomeriggio di martedì e sarebbe stata subito sottoposta ad intervento chirurgico. Subito dopo avrebbe avuto un improvviso innalzamento della temperatura corporea, fino a 44 gradi, e non si sarebbe più risvegliata. L'autopsia dovrà accertare se quella febbre riconducibile ad una ipertermia maligna, che è una patologia congenita che si manifesta soprattutto con l'anestesia.

16:11Stage in Hera a figlio ispettore Anac, due a giudizio

(ANSA) - BOLOGNA, 21 SET - Il Gup del tribunale di Bologna Francesca Zavaglia ha rinviato a giudizio due persone per il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità: un funzionario Hera e un ispettore Anac oltre alle società Hera e Herambiente per la responsabilità amministrativa. I fatti risalgono al 2015 e secondo l'accusa, coordinata dal Pm Morena Plazzi, l'ispettore si sarebbe prodigato con il funzionario, un quadro intermedio, affinché il figlio venisse preso per uno stage di sette mesi nell'azienda, proprio mentre era in corso una verifica dell'Anticorruzione sulla regolarità di un bando per la raccolta dei rifiuti della multiutility. Un tirocinio a cui, peraltro, non seguì l'avvio di un rapporto di lavoro. La prima udienza per i due imputati, difesi dagli avvocati Vittorio Manes e Guido Camera, le società dall'avvocato Filippo Sgubbi, è fissata per il 19 dicembre.(ANSA).

16:09Calcio: Moratti, Spalletti ha caratteristiche per vincere

(ANSA) - MILANO, 21 SET - "Spalletti ha tutte le caratteristiche per poter essere un allenatore vincente con l'Inter, anche perché in Italia non ha mai vinto molto pur avendo grandi qualità e quindi c'è anche questa componente di ambizione da parte sua. Ha un carattere forte, è analitico e attento, diverso da Mourinho e Mancini, come differente è il modo di giocare". È il pensiero dell'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, intervistato da Sportitalia, pochi giorni dopo il pareggio della squadra nerazzurra a Bologna. Una partita che, per l'ex patron, è un errore da non ripetere. "Credo che l'Inter sia partita bene per merito dell'allenatore e di ottimi giocatori che ci sono. Adesso bisogna mantenere questa continuità - spiega Moratti - che è la cosa meno facile".

15:47Moto: Rossi “idoneo”, sarà in pista per libere ad Aragon

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Valentino Rossi ha ricevuto l'idoneità anche dal centro medico del circuito di Aragon. Il pilota della Yamaha potrà così prendere parte alle prime prove libere del Gp spagnolo di domani, a poco più di 20 giorni dall'incidente in Enduro che gli ha procurato la frattura della tibia e del perone della gamba destra.

15:39Banche:commissione completa,verso convocazione 27/9

(ANSA) - ROMA, 21 SET - La commissione d'inchiesta sulle banche è ormai al completo. Tutti i gruppi hanno indicato i propri componenti. Ed è molto probabile, secondo quanto si apprende, che la prima convocazione possa avvenire il prossimo mercoledì, dopo la direzione nazionale di Ap di martedì. Sono in tutto 40 i componenti: 20 senatori e 20 deputati. Sciolto il nodo del rappresentante di Alternativa popolare a Palazzo Madama: sarà il presidente della commissione Esteri Pier Ferdinando Casini.

15:34Pm Bergamo: carcere per richiedente asilo

(ANSA) - BERGAMO, 21 SET - Il pm di Bergamo, Davide Palmieri, ha chiesto la convalida, con l'accusa di violenza sessuale e lesioni, dell'immigrato che ieri ha violentato una operatrice di 27 anni all'interno della comunità di accoglienza 'Terra promessa' di Fontanella, nel Bergamasco. L'udienza di convalida del fermo si terrà probabilmente domani. L'uomo, 20 anni, della Sierra Leone, richiedente asilo, era stato inseguito da altri immigrati ospiti della struttura, che avevano interrotto la violenza. In particolare, si stanno effettuando gli accertamenti scientifici per ricostruire l'accaduto. Solo poi la Procura di Bergamo avrebbe intenzione di verificare quali fossero le condizioni di sicurezza all'interno della comunità che ospita 31 immigrati.

15:24Ius soli: Grasso, do mia totale adesione a ddl

(ANSA) - ROMA, 21 SET - "Do la mia totale adesione a questo ddl che era stato già calendarizzato non certo in maniera indolore. Abbiamo assistito in Senato a manifestazioni non certo esaltanti. Il problema è quello dei numeri al Senato e bisogna far sì che questo appello sia percepito dalle forze politiche che fanno parte della maggioranza e che apertamente dicono di non voler appoggiare il testo". Lo dice il presidente del Senato Grasso ricevendo Luigi Manconi e alcuni firmatari di un appello sullo ius soli.

Archivio Ultima ora