Obama estende tutela privacy a stranieri ‘alleati’

(ANSA) – WASHINGTON, 25 FEB – Il presidente Usa Barack Obama ha firmato una legge che estende la protezione della privacy “non solo ai cittadini americani ma anche a quelli stranieri” dei Paesi alleati, che potranno fare causa al governo degli Stati Uniti se i loro dati saranno svelati in modo illegale. Lo rende noto la Casa Bianca. Denominata ‘Judicial Redress act bill’, la legge, che aveva avuto un largo sostegno bipartisan al Congresso, è volta di fatto a ricostruire la fiducia tra gli alleati europei dopo lo scandalo del Datagate, i controlli di massa della Nsa denunciate dalla ‘talpa’ Edward Snowden.

Condividi: